- 09.12.2009 Aggiornata la sezione sui prossimi Mondiali. GUARDA LO SPECIALE "SUDAFRICA 2010".

- 04.12.2009 Sorteggio fortunato a Città del Capo per gli azzurri Campioni del Mondo. Prima partita con i sudamericani il 14 giugno, poi con gli All White il 20 giugno, quindi sfida europea il 24 giugno a Johannesburg. Evitate Costa d'Avorio e Portogallo, finite nel girone del Brasile. Francia col Sudafrica. Nel prosieguo del Mondiale azzurri dalla parte di Brasile e Spagna. L'Italia sarà opposta a Nuova Zelanda, Paraguay e Slovacchia nel girone della prima fase del Mondiale 2010 in Sudafrica. Ci è andata bene, nel sorteggio di Città del Capo. La prima partita il 14 giugno: Italia-Paraguay, proprio a Città del Capo. Poi il 20 giugno Italia-Nuova Zelanda a Nelspruit. La terza sfida, Italia-Slovacchia, il 24 giugno a Johannesburg. Nella seconda parte del cammino l'Italia sarà dalla parte di Spagna eBrasile. Ma neglieventuali ottavi il primo incrocio è con il girone E, quello dell'Olanda. La partita inagurale del Mondiale è in programma l'11 giugno: Sudafrica-Messico, a Johannesburg.
GIRONE A — Sudafrica, Messico, Uruguay, Francia.
GIRONE B — Argentina, Nigeria, Corea del Sud, Grecia.
GIRONE C — Inghilterra, Usa, Algeria, Slovenia.
GIRONE D — Germania, Australia, Ghana, Serbia.
GIRONE E — Olanda, Danimarca, Giappone, Camerun.
GIRONE F — Italia, Paraguay, Nuova Zelanda, Slovacchia.
GIRONE G — Brasile, Corea del Nord, Costa D'Avorio, Portogallo.
GIRONE H — Spagna, Svizzera, Honduras, Cile.
Il c.t. dell'Italia Lippi: "Le difficoltà di un girone aumentano se si considera un avversario difficile come facile. Il Paraguay ha guidato in Sudamerica per due anni per poi subire il sorpasso dal Brasile, la Slovacchia ha eliminato squadre importanti". Capello: "Gruppo equilibrato, prima partita complicata con gli Usa". Dunga: "Italia, occhio al Paraguay".
Speriamo di andare avanti, se riuscissimo a vincere il girone avremmo una partita a Pretoria e poi di nuovo a Johannesubrg - le parole del presidente della Federcalcio, Giancarlo Abete -. Ma questa è la logica dei se e dei ma, abbiamo un girone alla nostra portata e un incrocio difficile ai quarti, con Spagna o Brasile. Però possiamo ben accontentarci di questo sorteggio per quanto riguarda la prima fase".
LA PROSSIMA SETTIMANA ONLINE LA SEZIONE DEDICATA ALLA FASE CONCLUSIVA DI SUDAFRICA 2010.

- 03.12.2009 Abete: "Sia la Francia che l'Olanda sono squadre di primo livello, io non vorrei incontrare la Serbia". Lippi: "L'importante è essere qui. Domani vedremo come andrà il sorteggio e poi studieremo gli avversari". Oggi la delegazione azzurra è sbarcata in Sudafrica per presenziare al sorteggio in programma domani, poi sabato lo staff tecnico della Nazionale si trasferirà a Johannesburg per scegliere la sede del ritiro pre-Mondiale. La Fifa ha stabilito i premi mondiali: a chi vincerà 31 milioni di dollari (circa 20,5 milioni d'euro). La somma minima che toccherà ad ogni squadra eliminata al termine della prima fase sarà di 9 milioni di dollari (5,9 milioni d'euro). La Fifa metterà a disposizione anche 40 milioni di dollari (26,5 milioni d'euro) come "indennizzo globale" da versare ai club che metteranno i loro giocatori a disposizione delle varie nazionali.

- 30.11.2009 Francesco Totti fissa la data per la decisione sull'azzurro: "Tutti parlano di un mio ritorno in nazionale per il Mondiale, ma alla fine deciderò io insieme con Lippi. Mi fa piacere che il c.t. parli bene di me, con lui ho sempre avuto e continuo ad avere un grande rapporto soprattutto fuori dal campo. I veterani mi hanno chiesto di ritornare. Marzo o aprile sarà il mese decisivo per vedere come sto".

- 26.11.2009 Sorpresa Lippi: "Cassano? Bravo ragazzo, mi dispiace". In un'intervista all'Espresso il c.t. della Nazionale parla dell'esclusione dal giro azzurro del barese: "A me dispiace molto; si è creata una situazione incredibile". E ribadisce: "Io per le mie idee vado anche contro i camion. E quando non do spiegazioni è perchè sono certo che ci costruirebbero su altre polemiche. So bene che se in Sudafrica perdo mi massacreranno. La faccia io ce la metto sempre".
Lippi ricorda la sensazione più forte della notte di Berlino. "Mentre i giocatori ubriachi di felicità trascinano la Coppa verso le tribune, io mi isolo a centrocampo in una pioggia di coriandoli che mi ricorda il Carnevale di Viareggio e mi accendo un bel sigaro. Se lo accenderò anche l'11 luglio a Johannesburg forse mi faranno il monumento? Non mi interessa. Nel nostro mondo c'è l'abitudine di creare personaggi che non corrispondono alla realtà. Per fortuna fra chi mi conosce bene, non ce n'è uno che mi giudichi arrogante o presuntuoso".
Il 4 dicembre a Città del Capo si svolgerà il sorteggio dei gironi preliminari. L'Italia è testa di serie in un torneo dove si sono qualificate tutte e sette le nazioni vincitrici del Mondiale. "Al di là del valore degli avversari, sarà anche stavolta decisiva la motivazione di gruppo. Nel 2006, alla vigilia della semifinale con la Germania, radunai la squadra sul campo, estrassi un foglietto e dissi: Oggi niente allenamento. Vi terrò una lezione sull'unità di gruppo. Voi non avete neanche idea di quali livelli potete raggiungere con la compattezza e con la fiducia nelle vostre possibilità. Da ciascuno dei miei giocatori pretendo che metta le sue qualità al servizio dei compagni. È l'unico modo che conosco per costruire una grande squadra".
Timida apertura, invece, verso l'ipotesi Totti: "Noi ci stimiamo reciprocamente. L'importante, ora, è che giochi con serenità".

- 20.11.2009 Il 4 dicembre a Città del Capo si deciderà, tramite sorteggio, la composizione dei gironi dei possimi Mondiali Sudafricani.

- 18.11.2009 Chiellini-gol a Cesena. Piace l'Italia sperimentale. Il difensore segna di testa e sfiora il raddoppio. Nella nazionale senza Campioni del Mondo, contro la Svezia, bene Galloppa e Biondini (che però spreca un'occasione davanti ai concittadini), Candreva meno brillante rispetto all'Olanda, prodezze di Marchetta e soliti numeri di classe di Di Natale in versione capitano. Qualche fischio per Lippi e cori per Cassano.

- 16.11.2009 Abete: "Il dopo-Lippi? Si decide prima del Mondiale" Il presidente della Figc sull'intenzione del c.t. di lasciare alla fine del Mondiale: "Mancano ancora molti mesi ma partiremo per il Sudafrica con le idee chiare". Sulla vicenda-Cassano: "Non viene convocato per convinzione, non per puntiglio".
Intanto Pazzini contro Amauri azzurro: "Situazione che mi dà fastidio". L'attaccante dal ritiro della Nazionale: "Capisco se uno è mezzo italiano e mezzo brasiliano, un conto è se non è proprio per niente italiano". La risposta di Abete: "Se un giocatore è cittadino italiano ha tutto il diritto di essere convocato".

- 15.11.2009 Il c.t. azzurro fa il punto della situazione: "Ci sono 16-17 giocatori già sicuri del posto per il Mondiale, il resto va scelto e calibrato anche in base ai ruoli, per avere una rosa omogenea. Santon? Purtroppo sta giocando molto poco"

- 14.11.2009 E' un Marcello Lippi tranquillo, quello che analizza la gara dopo lo 0-0 con l'Olanda: "Abbiamo giocato un buon secondo tempo. Nel primo molto bene in campo come atteggiamento: abbiamo aggredito, abbiamo pressato e loro hanno potuto provarci solo con lanci lunghi da dietro". Poi Lippi ha comunicato i nomi dei quattro giocatori che rientrano coi club, come da programmi: sono Buffon, Cannavaro, Pirlo e Zambrotta. Ancora il c.t.: "Non ho visto l'invasore pro-Cassano. In quel momento mi ero tolto gli occhiali. E non ho sentito i cori, davvero. Sapete che non faccio la scimmietta che non vede e non sente. Buona prestazione, ma non mi spiego la percentuale di passaggi sbagliati nel primo tempo". Biondini: Una piccola vittoria per me. Il Mondiale? Per ora penso alla gara di mercoledì".

- 14.11.2009 Italia, tutto rimandato. E' 0-0 con l'Olanda. L'amichevole non dà responsi sull'evoluzione della squadra di Lippi: la difesa non concede nulla agli olandesi, ma la manovra ancora non convince. Debutti per Candreva e Biondini, il fuoriprogramma è un invasore con la maglietta "Cassano in Nazionale".

- 14.11.2009 Italia, esame arancione. Stasera alle 20.50 l'Olanda, l'avversario più forte per gli azzurri del Lippi-bis (dopo il Brasile): Buffon entra fra i centenari, Gilardino vuole proseguire il filotto di gol. E poi ci sono Candreva e Palladino in rampa di lancio, mentre si attende la reazione del pubblico di Pescara.

- 14.11.2009 Candreva, da signor nessuno a pupillo di Lippi in tre mesi. All'inizio sbagliavano anche il suo nome sulla maglia. Poi le sfide contro le grandi con la maglia del Livorno: "MI ha impressionato, l'ho fatto seguire" spiega il c.t. Ma lui mantine un profilo basso: "Non mi aspettavo la conviocazione, è un sogno realizzato. Certo, un punto di partenza, ma non penso al Sudafrica"

- 13.11.2009 Lippi tifa l'Irlanda del Trap: "E Pescara non ci fischierà". Domani sera l'amichevole contro l'Olanda. Il c.t.: "Se giochiamo male, chiedo però alla gente di darci 10 minuti in più, la fine della partita, prima di manifestare il suo dissenso". E poi rivela: "Irlanda-Francia? Tifiamo sempre per gli italiani".

- 13.11.2009 Cento volte con la maglia dell'Italia. Cento volte Buffon. Il portiere della Juventus è vicino alla cifra tonda in Nazionale. Cento, che a pronunciarlo fa gonfiare il petto d'orgoglio. E Buffon, portiere-simbolo dei Campioni del Mondo, è pronto a fare una dichiarazione d'amore."Ho fatto di tutto - dice alla vigilia di Italia-Olanda - per superare la febbre, ma soprattutto perché volevo esserci ieri all'Aquila". Riflette. "Cento è una bella cifra, anche se in fondo è un numero come un altro". Ma aggiunge: "In ogni caso per la Nazionale è molto importante, e determinerà anche la fine della mia carriera. Quando l'Italia non mi chiamerà più sarò molto, molto vicino a smettere".
Altro giorno, altro campo di allenamento per l’Italia. Gli azzurri, dopo le sedute a Roma, alla Borghesiana, e ieri all’Aquila, stamattina alle 10.45 sono scesi in campo allo stadio Comunale Valle Anzuca di Francavilla, pochi chilometri da Pescara, dove domani sera affronteranno l’Olanda in amichevole. Lippi ha provato i soliti, quelli che hanno ricevuto la pettorina rosa fin dal primo giorno di allenamento romano. Ma i soliti di questa settimana non significa i soliti noti. Infatti nell’undici presunto titolare in chiave anti Olanda ci sono Candreva, addirittura alla prima convocazione, e Palladino, un ritorno in azzurro. Ma ricapitoliamo. In porta Buffon, e ci mancherebbe altro. Poi in difesa Zambrotta, Cannavaro, Chiellini e Grosso, e anche qui sono difficili sorprese. Dubbi sul modulo di centrocampo. L’Italia potrebbe giocare con il 4-2-3-1, con Palombo e Candreva (pronto a scambiarsi la posizione con Pirlo) bassi, a protezione della difesa, e Camoranesi, Pirlo e Palladino dietro a Gilardino. L’alternativa - avvalorata dalle dichiarazioni di Lippi in conferenza stampa - è un 4-3-3, capace di trasformarsi in 4-5-1 a seconda dell’altezza degli esterni Camoranesi e Palladino, con Pirlo, Palombo e Candreva più vicini e sulla stessa linea. La seduta, dopo un antipasto di pallamano, qualche allungo, tiri in porta, partitella a ranghi ridotti e partitella conclusiva (senza Cannavaro e Camoranesi, rimasti in panchina), si è chiusa poco dopo mezzogiorno.

- 12.11.2009 L'Aquila, entusiasmo azzurro. Primo allenamento in città. Il capoluogo dell'Abruzzo, con i segni ancora ben visibili del terremoto di aprile, ha riservato questa mattina una calorosa accoglienza alla squadra di Lippi impegnata nella prima seduta. Più tardi i giocatori visiteranno le zone colpite dal sisma.

- 10.11.2009 Il c.t. Lippi: "Nonostante non abbiano grandissimi esempi, a me piacciono molto i giovani d'oggi". "Tutto quanto fatto fin qui è stato in chiave Mondiale - spiega il c.t. azzurro -: prima erano le partite valide per la qualificazione, adesso dobbiamo perfezionare il gruppo dei 23". Su Buffon in ritardo al ritiro perchè influenzato: "Ha sette vite, come i gatti".

- 09.11.2009 De Rossi fuori causa e Lippi chiama Montolivo. Il centrocampista giallorosso, già operato con successo allo zigomo, dovrebbe restare fuori due settimane e salterà gli impegni in azzurro con Olanda e Svezia. Al suo posto il c.t. ha convocato il centrocampista della Fiorentina. 

- 08.11.2009 Le convocazioni per le amichevoli con Olanda e Svezia del 14 e 18 novembre: rientra in azzurro - tra i 25 convocati - l'attaccante della Sampdoria Pazzini. Prima chiamata per il fantasista del Livorno Candreva e Biondini del Cagliari.
Ecco la lista completa:
Portieri: Buffon (Juventus), De Sanctis (Napoli), Marchetti (Cagliari).
Difensori: Bocchetti (Genoa), Cannavaro (Juventus), Cassani (Palermo), Chiellini (Juventus), Criscito (Genoa), Grosso (Juventus), Legrottaglie (Juventus), Maggio (Napoli), Zambrotta (Milan). 
Centrocampisti:Biondini (Cagliari), Camoranesi (Juventus), Candreva (Livorno), De Rossi (Roma), Galloppa (Parma), Marchionni (Fiorentina), Palombo (Sampdoria), Pirlo (Milan) . 
Attaccanti: Di Natale (Udinese), Gilardino (Fiorentina), Palladino (Genoa), Pazzini (Sampdoria), Rossi (Villarreal).

- 02.11.2009 Luciano Spalletti si sente pronto ad allenare anche una nazionale, anzi "La Nazionale". Dalla sala Consiglio della Federcalcio, dove ha partecipato alla presentazione della Fantanazionale, iniziativa benefica per la lotta contro la Sla, l'ex allenatore della Roma si lascia aperta una porta anche per un eventuale futuro sulla panchina azzurra, se dopo il Mondiale finirà il nuovo mandato di Lippi. Si sentirebbe pronto? È stata la domanda. Ancor più diretta la risposta. "La nazionale è il sogno di qualsiasi allenatore - ha detto Spalletti - mi sentirei pronto. Parlo di una nazionale estera ma anche di questa nazionale, quella italiana. È un'apertura che mi concedo".

- 23.10.2009 Anche Roberto Mancini dice la sua sul tormentone Cassano: "Io penso che in Nazionale debbano giocare giocatori di talento, non tanto nelle qualificazioni perchè quelle l'Italia le supera sempre, però in un Mondiale secondo me conta molto la classe, il talento e quindi la partita può essere decisa anche da un giocatore che magari per un allenatore ha altri limiti. La qualità e la classe credo siano indispensabili. Io non sono l'allenatore dell'Italia, ma mi dispiace che Cassano non ci sia. Questo da tifoso italiano lo posso dirlo".

- 21.10.2009 Nazionale, preOlanda a l'Aquila. Lippi: "Insieme ai terremotati. Quella pre-Olanda sarà una settimana bellissima. Dopo due giorni di ritiro alla Borghesiana andremo lì, dove sosterremo in mattinata un allenamento allo stadio Fattori aperto a tutti e dopo il pranzo nella caserma Coppito incontreremo la gente colpita dal terremoto". Aggiornato il Calendario Azzurro.

- 15.10.2009 Il c.t. azzurro torna sulle dichiarazioni post Cipro in un comunicato sul sito della Federcalcio: "Conoscendo bene i miei ragazzi, quanto entusiasmo, quanta passione e quanta voglia mettono quando scendono in campo, non sono riuscito a stare zitto. Mi sono arrabbiato e mi sono sfogato, è il mio modo di tutelare la squadra"

- 14.10.2009 Gilardino segna una supertripletta. L'Italia in rimonta su Cipro 3-2. L'attaccante della Fiorentina ribalta la gara di Parma dopo il doppio vantaggio degli ospiti con Okkas. Lippi contro il pubblico di Parma: "Una cosa vergognosa". Il c.t. azzurro furioso per i fischi arrivati sugli azzurri a fine primo tempo: "La gente deve amare di più questa Nazionale".

- 13.10.2009 Dopo i segnali di apertura dei giorni scorsi Totti dichiara: "Se Lippi vuole e se sto bene ritorno in azzurro".

- 11.10.2009 Buffon ha parlato sull'aereo che ha riportato gli azzurri in Italia: "Ho il menisco rotto. Devo operarmi. Vado avanti finchè posso". Possibilmente fino a sabato 5 dicembre, quando la Juventus affronterà i campioni d'Italia a Torino. "Cipro? Se non gioco sarà per scelta di Lippi"

- 10.10.2009 L'Italia pareggia a Dublino per 2-2 e si qualifica per i Mondiali 2010 con un turno di anticipo. Dopo dieci minuti iniziali da brivido e la rete di Whelan, gli uomini di Lippi rispondono con Camoranesi e restano in controllo del match. Nel finale la squadra di "Mr Hope" Trapattoni torna in vantaggio, ma viene raggiunta da Gilardino, che regala ai campioni del mondo la qualificazione. Green agli spareggi.

- 10.10.2009 Da ieri i locali di Temple Bar sono pieni di tifosi. Cresce l'attesa per la sfida di stasera: 82mila spettatori annunciati a Croke Park. Il c.t. deve scegliere l'assetto offensivo: in mattinata provato Iaquinta al centro dell'attacco con Di Natale a sinistra. Gilardino potrebbe partire dalla panchina.

- 09.10.2009 "Cannavaro? Caso burocratico. Da domenica con gli azzurri" Lo sottolinea il medico della Nazionale Castellacci. Intanto Lippi ha ancora qualche dubbio sulla formazione. Sicuro il modulo, 4-3-1-2, con Pirlo trequartista; ballottaggio Iaquinta-Di Natale. Oppure Camoranesi-Iaquinta-Gilardino.

- 08.10.2009 Cannavaro positivo all'esame anti-doping del 29 agosto dopo che aveva inviato regolare richiesta di esenzione per aver assunto un farmaco (si tratterebbe di un antiallergico contenente cortisone) in condizioni di emergenza: era stato punto da un'ape. Nella richiesta però mancava un documento e il giocatore è stato comunque sottoposto a un test che è risultato positivo. Lo staff medico della Juve: "Il Coni già sapeva. Abbiamo agito nel rispetto delle prescrizioni sanitarie e delle regole deontologiche". In giocatore in serata è stato interrogato dal capo della Procura antidoping Torri. Il giallo di una raccomandata mai aperta. L'ipotesi più probabile è una multa per la società.

- 06.10.2009 Lippi: "Cassano? Mi avete stufato" Il c.t. vuole archiviare da subito l'argomento sul fuoriclasse barese. "Vi cito - ha detto Lippi a chi gli chiedeva dell'assenza dell'attaccante Samp - la risposta che ha dato un grande del basket, attuale presidente di quella Federazione: a chi gli chiedeva per l'ennesima volta di Recalcati, Meneghin ha risposto con un 'mi avete stufato'". E tutti si sono fatti una risata. "Ecco, io rispondo come Meneghin". Sui match con Irlanda e Cipro: "E' la settimana più importante di questi due anni. E' molto importante qualificarci sabato. Non solo dal punto di vista mio. È importantissimo per tutti ".

- 06.10.2009 Italia, allenamento senza Buffon e Marchisio. I due azzurri sono stati tenuti a riposo a scopo precauzionale:"I giocatori - ha spiegato il responsabile medico, Enrico Castellacci - verranno valutati nelle prossime ore per un eventuale impiego già dall'allenamento del pomeriggio". Oggi in campo a porte chiuse alle 16.30.

- 05.10.2009 Under 20, colpaccio Italia. Spagna battuta: si va ai quarti. Al Mondiale in Egitto, gli azzurrini di Rocca passano il turno con una prestazione maiuscola. Grande protagonista Mustacchio, autore di una doppietta nel 3-1 finale. A segno anche Mazzarani, Fiorillo para un rigore decisivo. Prossimo ostacolo Ungheria o Repubblica Ceca.

- 04.10.2009 Rino Gattuso torna in Nazionale: dopo le assenze per infortunio, il centrocampista del Milan è tra i 24 azzurri convocati dal c.t. Lippi per il doppio impegno di qualificazione ai Mondiali 2010, contro l'Irlanda a Dublino sabato 10 ottobre e contro Cipro a Parma il 14. Rientrano anche i difensori Salvatore Bocchetti del Genoa e Alessandro Gamberini della Fiorentina. Lippi ha chiamato inoltre il capitano Fabio Cannavaro, reduce da un infortunio e squalificato per la partita di Dublino, ma disponibile per la successiva. È stato autorizzato a raggiungere la sede del ritiro martedì. Restano fuori Criscito, infortunato, e Marchionni. Gli azzurri si raduneranno al centro tecnico di Coverciano, a Firenze, entro la mezzanotte di domani. Primo allenamento martedì mattina. Ecco la lista dei convocati:
PORTIERI: Gigi Buffon (Juventus), Morgan De Sanctis (Napoli), Federico Marchetti (Cagliari).
DIFENSORI: Fabio Cannavaro (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Salvatore Bocchetti (Genoa), Alessandro Gamberini (Fiorentina), Fabio Grosso (Juventus), Nicola Legrottaglie (Juventus), Davide Santon (Inter), Gianluca Zambrotta (Milan).
CENTROCAMPISTI: Mauro German Camoranesi (Juventus), Gaetano D'Agostino (Udinese), Daniele De Rossi (Roma), Rino Gattuso (Milan), Claudio Marchisio (Juventus), Angelo Palombo (Sampdoria), Simone Pepe (Udinese), Andrea Pirlo (Milan).
ATTACCANTI: Antonio Di Natale (Udinese), Alberto Gilardino (Fiorentina), Vincenzo Iaquinta (Juventus), Fabio Quagliarella (Napoli), Giuseppe Rossi (Villarreal).

- 28.09.2009 Cassano, forse spiraglio azzurro? Lippi, a Coverciano per un convegno ha dichiarato: "Tutti i giocatori sognano la nazionale e la sogna anche lui, ma bisogna attendere le convocazioni". Abete: "La pressione per Antonio in Nazionale? E' naturale, il calcio è bello se c'è anche dibattito sui giocatori importanti da valorizzare. Ma la Figc garantisce al tecnico massima autonomia. Ovviamente ci sono delle valutazioni di sintesi che spettano al commissario tecnico, e vanno rispettate. Il c.t. della nostra Nazionale ha dimostrato di avere capacità e un curriculum importante: saper creare un gruppo squadra, è stato fondamentale nel periodo del Mondiale 2006".

- 15.09.2009 Il prossimo 7 febbraio, a Nyon, in occasione dei sorteggi per i gironi di qualificazione degli Europei del 2012, l'Italia sarà testa di serie. Lo ha annunciato l'Uefa che ha comunicato l'elenco delle nazioni che appartengono alla prima fascia e in base alle quali verranno poi sorteggiati i gironi. Oltre agli Azzurri saranno teste di serie anche Francia, Spagna, Germania, Olanda, Inghilterra, Russia, Croazia e Danimarca. Il programma sarà composto da sei gruppi da sei squadre ciascuno e tre da cinque squadre.

- 10.09.2009 Otto giocatori juventini convocati in Nazionale da Lippi, sette titolari contro la Bulgaria. Da più parti si parla di "Italjuve", ma Gianluigi Buffon non è d'accordo: "No, l'Italia è di tutti. La qualificazione non è matematica, ma abbiamo fatto un enorme passo avanti nel gioco". Decisiva la voglia di riscattarsi dopo la brutta prestazione di Tbilisi: "Volevamo dimostrare di poter crescere rispetto alla partita contro la Georgia, e abbiamo fatto un bel primo tempo".

- 09.09.2009 Grosso-Iaquinta: l'Italia va. Il Sud Africa è a un passo. Azzurri convincenti a Torino contro la Bulgaria: il blocco Juve funziona. In rete i due bianconeri nel primo tempo. Due gol spettacolari: prima segna Grosso su delizioso assist di Prilo, poi una perfetta combinazione Gilardino-Iaquinta è conclusa dal bianconero. Gol fantasma bulgaro: prodezza di Buffon su S.Petrov, ma la palla sembra dentro. Nella ripresa gli uomini di Lippi lasciano l'iniziativa agli avversari, rischiando poco. La qualificazione al Mondiale 2010 virtualmente raggiunta.
Lippi soddisfatto per il prezioso 2-0 contro la Bulgaria: "È un periodo che non siamo al massimo, ma abbiamo mostrato tanta tecnica. Va bene così. L'Irlanda? Col pari siamo qualificati". Trapattoni: "Italia molto forte". Grosso: "Che bello far gol qui".
Cannavaro: "Abbiamo fatto un bel passo avanti, era importante vincere, giocare bene e ci siamo riusciti. Nel primo tempo si è vista una squadra che voleva attaccare, sapeva difendere. Nel secondo tempo volevamo gestire e lo abbiamo fatto benissimo. Se siamo diventati Campioni del Mondo qualcosa di buono l'abbiamo, da tre anni ci dicono che siamo vecchi, bolliti, che si dovrebbe cambiar tutto e invece se stiamo bene, compatti possiamo giocarcela con chiunque. Ho detto che non sarò quello del 2006? Giocando all'estero dall'Italia si vedevano solo le cose negative, io penso che nel Real le ultime due stagioni le ho fatte a ottimi livelli, ora ho fatto una buona preparazione e mi sto esprimendo al meglio. Tornare a quei livelli importantissimi sarebbe importante. Rossi? I giovani servono tantissimo, bisogna farli crescere in fretta e puntare su di loro. Giuseppe è forte, sa di avere ottime qualità, a me piace molto e per questo ho detto che è uno dei pochi che può farci fare il salto di qualità".

- 09.09.2009 Sarà ItalJuve, allora. Stasera allo stadio Olimpico di Torino - contro la Bulgaria - saranno addirittura sette i bianconeri con la maglia azzurra indosso, almeno secondo le indicazioni della rifinitura mattutina a porte chiuse. Procedendo per reparto Buffon, Cannavaro, Chiellini e Grosso, Camoranesi e Marchisio, e Iaquinta. Le novità rispetto a Tbilisi sono due, entrambe gustose: Grosso e Marchisio.

- 08.09.2009 In vista della gara di qualificazione al Mondiale di domani a Torino, Lippi, ha provato stamattina il trio Pepe-Gilardino-Iaquinta: un 4-3-3 che, se confermato, comporterebbe la rinuncia a Pirlo. Applausi e cori per il CT che ammette: "Gara fondamentale, cambierò molto. Va bene anche un autogol".

- 08.09.2009 Gilardino su Amauri: "E' fortissimo, ma qui conta il gruppo e un giocatore non è mai la soluzione dei problemi". Anche l'ex-ct Vicini e contrario alle naturalizzazioni: "No a chi a 30 anni dopo aver aspettato una vita la convocazione con Brasile e Argentina ripiega sulla maglia azzurra". Chiellini prepara la sfida con la Bulgaria: "E' la partita più importante dell'ultimo anno e mezzo".
Inatnto designato l'arbitro per la sfida di Torino: gli assistenti dell'esperto direttore di gara tedesco saranno Volker Wezel e Thorsten Schiffner.

- 07.09.2009 Marchisio e Quagliarella tornano ad allenarsi con il gruppo e saranno a disposizione per la gara con la Bulgaria.

- 05.09.2009 Azzurri in campo per le qualificazioni al Mondiale in Sud Africa del 2010. Confermato il 4-4-2 previsto alla vigilia con Rossi e Iaquinta davanti. Cinque, gli juventini titolari. In panchina defezione di Grosso: c'è Santon. Avvio aggressivo degli uomini di Cuper, un po' isolate le punte di Lippi. Al 41' Criscito reclama un rigore per una scorrettezza nell'area georgiana di Kobiashvili. Nella ripresa succede di tutto. Prima Buffon salva il risultato sulla zuccata di Dvalishvili. Poi, al 12' la prima delle due incredibili autoreti di Kaladze su traversone di Palombo. Dieci minuti dopo il bis nel tentativo di anticipare Iaquinta. Criscito aveva reclamato un rigore nel primo tempo per un intervento sospetto in area georgiana.
Il c.t. azzurro analizza la vittoria in Georgia: "Con le occasioni nel secondo tempo abbiamo legittimato il successo. Siamo andati abbastanza spesso vicino alla porta avversaria. Loro hanno avuto un inizio spumeggiante ma li abbiamo controllati senza grossi problemi. L'attacco è rimasto a secco? Quando fai un’azione pericolosa che mette in difficoltà gli avversari costringendoli all’errore, anche questo è un goal". Buffon: "Nel primo tempo giocato male, forse perché ancora segnati dalle scoppole alla Confederations Cup".
Con un weekend internazionale incentrato sulle attività delle nazionali, con le qualificazioni ai Mondiali sudafricani del 2010, anche il pensiero di Amauri è rivolto all'Italia di Lippi, che presto potrebbe contare proprio sull'attaccante della Juventus per rafforzare il reparto offensivo: "Io in Sud Africa? Speriamo...Hanno tutto in mano, aspetto solo una risposta dal presidente federale (Abete, ndr). Se l'avrò a inizio 2010? Forse la risposta l'avrò anche prima e se arrivasse una convocazione in Nazionale sarà un onore vestire la maglia azzurra". Nessun messaggio particolare al c.t. Lippi: "Lui sa come la penso...".

- 04.09.2009 Inizia con una sconfitta per 2-1 contro il Galles il girone di qualificazione agli Europei 2011 della nuova under 21 di Casiraghi. Italia ancora in rodaggio, tanti errori in difesa, meglio l’attacco pur con un Balotelli disastroso. Gli azzurri al nono subito sotto: segna Ribeiro su sviluppi di calcio d’angolo. L’Italia poi cresce col tempo e al 23’ il pareggio è di Paloschi: cross dalla sinistra di Barillà e incornata vincente dell’attaccante del Parma. Ma nella ripresa Ramsey con un gran destro al volo batte Fiorillo: è il 23’. L’ingresso di Macheda non serve a impedire la sconfitta degli azzurri. Martedì la partita contro il Lussemburgo: la vittoria è un obbligo.

- 04.09.2009 La Nazionale è arrivata nella capitale georgiana dove ha già svolto il primo allenamento in vista della partita di domani. Il c.t. pensa di schierare una squadra con molti bianconeri titolari, e Giuseppe Rossi davanti.

- 03.09.2009 Il capitano della Nazionale Cannavaro ha affrontato vari temi oggi in sala stampa. Ha cominciato da Cassano: "Antonio è un grande giocatore, e per me un amico. Ma le scelte spettano all’allenatore, che vuole essere rispettato. Come deve essere rispettato chi è qui al suo posto: Giuseppe Rossi è forte. Santon? Se non gioca rischia il Mondiale. Totti? I grandi campioni sono ben accetti, Francesco però ha fatto la sua scelta. Da parte del gruppo c’è disponibilità, la Nazionale è aperta a tutti, da Totti a Cassano a Del Piero. Amauri? Ci sono già otto juventini, non avrebbe problemi di inserimento. Con lui ho parlato ed è ansioso di venire con noi, ha fatto la sua scelta. Penso sia solo questione di tempo. Ripartiamo da due sfide importanti, abbiamo la possibilità di allungare, sappiamo che la Georgia non è in un buon momento. Dobbiamo trovare le giuste motivazioni e vincere, vogliamo andare in Sud Africa, e la qualificazione passa da lì. Questa Nazionale meno forte di quella del 2006? È una squadra diversa, allora c’era un gruppo che veniva dall’Under 21, ci conoscevamo e avevamo esperienza internazionale. Questa è più indietro, sta cercando di ricostruirsi: ci sono giovani e ci siamo noi vecchietti, non ci vorrete eliminare... Vogliamo andare in Sud Africa per difendere il nostro titolo, dobbiamo però correggere gli errori della Confederations Cup. Io? Spero di essere sempre lo stesso, ho fatto bene quando ero in Spagna, anche se arrivavano solo cose negative”. Dopo questi due appuntamenti il capitano farà 129 presenze azzurre, intanto ha un pensiero per Scirea: “ Ricordo un grandissimo calciatore e una persona che trasmetteva i veri valori del calcio, ci manca. Guardo il figlio a Vinovo, in lui rivedo il padre: è un ragazzo che cresce con valori sani”.

- 02.09.2009 Azzurri divisi in due gruppi mercoledì mattina nella seconda giornata di allenamenti in vista del match di qualificazione mondiale di sabato contro la Georgia a Tbilisi. Nel primo, il ct Lippi ha schierato, davanti a Buffon, una difesa con Zambrotta, Chiellini, Cannavaro e Criscito opposta a un centrocampo con Pepe, Palombo, D'Agostino e Camoranesi con Iaquinta e Giuseppe Rossi in attacco. Pirlo, Santon, Grosso e Quagliarella sono rimasti, nell'ultima parte, a battere calci di punizione dal limite dell'area. Non ha ancora lavorato sul campo Claudio Marchisio.

- 02.09.2009 L'urlo del web contro Lippi: "Cassano in Nazionale". Tutta la rete contesta la scelta del c.t. di escludere il fenomeno di Bari: il sondaggio proposto dal sito de "La Gazzetta dello Sport" è un plebiscito per Fantantonio, mentre su Facebook sono nati diversi gruppi contro l'ex allenatore della Juve. E c'è chi affida la propria protesta intercontinentale a Twitter. In Italia non sarà ancora popolare come Facebook, ma Twitter è il modo migliore per tastare il polso dei tifosi di mezzo mondo. C’è chi dal Canada lancia una raccolta di firme per convincere Lippi a rivedere la sua decisione in vista del Sud Africa, e chi dal Brasile non si capacita della scelta del c.t. di tener fuori “il miglior attaccante italiano del momento”. Tutte opinioni, come quella di Lippi, che di sostenitori però ne ha davvero pochi. (dal sito "La Gazzetta dello Sport").
Intanto l'Italia ha recuperato una posizione nel Ranking FIFA. Gli azzurri, nonostante il deludente 0-0 ottenuto in amichevole con la Svizzera, hanno riagguantato la Germania al quarto posto a quota vittoriosi 1186 punti.  Poche variazioni nella top ten: sempre primo il Brasile davanti a Spagna e Olanda. Alle spalle dell'Italia ci sono ancora Russia, Inghilterra e Argentina mentre la Croazia ha superato al nono posto la Francia.

- 01.09.2009 Il c.t. Lippi a ruota libera: "I bianconeri hanno puntato sui giocatori italiani, dunque è naturale che io rivolga loro la mia attenzione. Cassano? Non c’è nessun giallo e non è un discorso che mi fa arrabbiare. Ma come io rispetto le opinioni degli altri, gli altri dovrebbero rispettare le mie. Se vinciamo entrambe le partite facciamo un bel passo in avanti. La distanza dall’Irlanda è l’unica cosa che mi interessa. Naturalizzare Amauri e magari anche Diego? Non c’è questa volontà di ampliare a tanti giocatori oriundi".
Intanto varziazione nel programma degli Azzurri, ma non sostanziale, sarà infatti il tedesco Florian Meyer ad arbitrare la partita delle qualificazioni mondiali Italia-Bulgaria, in programma mercoledì 9 a Torino. Lo ha comunicato la Fifa, precisando che il direttore di gara designato in un primo momento, lo svedese Hansson, è infortunato. Gli assistenti di Meyer saranno i suoi connazionali, Volker Wezel e Thorsten Schiffner, quarto uomo Michael Weiner.

- 30.08.2009 Questa la lista dei 23 convocati azzurri dal c.t. Lippi per le due partite di qualificazione ai Mondiali 2010, Georgia-Italia (sabato 5 settembre a Tbilisi) e Italia-Bulgaria (mercoledì 9 settembre a Torino). Marchisio, dopo la buona prova al debutto, resta nel gruppo azzurro, ma non è certo di potersi aggregare alla spedizione dopo l'infortunio patito contro la Roma. In avanti non è ancora tempo di Amauri. Di nuovo escluso Toni, Di Natale ha ripreso il suo posto. De Rossi, squalificato per una gara, si aggregherà ai compagni domenica prossima a Torino.
Portieri: Gigi Buffon (Juventus), Morgan De Sanctis (Napoli), Federico Marchetti (Cagliari).
Difensori: Fabio Cannavaro (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Domenico Criscito (Genoa), Fabio Grosso (Lione), Nicola Legrottaglie (Juventus), Davide Santon (Inter), Gianluca Zambrotta (Milan).
Centrocampisti: Mauro German Camoranesi (Juventus), Gaetano D'Agostino (Udinese), Daniele De Rossi (Roma), Marco Marchionni (Fiorentina), Claudio Marchisio (Juventus), Angelo Palombo (Sampdoria), Simone Pepe (Udinese), Andrea Pirlo (Milan).
Attaccanti: Antonio Di Natale (Udinese), Alberto Gilardino (Fiorentina), Vincenzo Iaquinta (Juventus), Fabio Quagliarella (Napoli), Giuseppe Rossi (Villarreal).

- 21.08.2009 Cassano a tutta simpatia in conferenza stampa: "Sono l'unico che riesce a mettere d'accordo Mourinho e Lippi: nessuno dei due mi vuole. Mi sta bene anche se Lippi mi convoca all'ultimo minuto. Mi piacerebbe giocare in Nazionale, la mia disponibilità c'è. Quando gioca l'Italia soffro anche io. Non ho mai avuto occasione di parlare con Lippi, non ho mai avuto problemi con il ct. Le sue scelte sono dettate da motivazioni che vanno rispettate. Cos'altro vi devo dire…".

- 18.08.2009 Amauri parla di azzurro: "La Nazionale azzurra? A settembre, se tutto andrà bene, diventerò italiano e finalmente la telenovela finirà".

- 13.08.2009 Buffon punta su Amauri: "Di una cosa sono sicuro: Amauri verrà in Azzurro con grande entusiasmo, e sono certo che farà il possibile per la squadra, ma non bisogna dimenticare chi ha fatto e farà ancora tanto per la Nazionale, penso a Gilardino e a Toni, soprattutto a Luca che non è stato convocato per la partita contro la Svizzera".

- 12.08.2009 Fabio Cannavaro, capitano della Nazionale, contro la Svizzera ha collezionato la sua presenza numero 127 in azzurro, record assoluto. "E' un grande onore aver superato Maldini che è stato un esempio per tanti che amano il calcio".

- 12.08.2009 A Basilea primo test stagionale per gli azzurri in campo contro la Svizzera. Lippi lancia Criscito e Marchisio, record di presenze per Cannavaro (127), Pirlo raggiunge Rivera a quota 60. Primi 15' spumeggianti con occasioni per Criscito, Gilardino e Marchisio. Al 32' Pepe sostituisce l'infortunato Camoranesi. Traversa di Barnetta. Il primo tempo finisce 0-0. Nella ripresa meno emozioni, ma nel finale una gran parata di Buffon.

- 12.08.2009 Giovedì 20 agosto inizierà la vendita dei biglietti per la gara di qualificazione alla Coppa del Mondo 2010 Italia - Bulgaria, in programma allo Stadio “Olimpico” di Torino mercoledì  9 settembre (ore 20.50).
I biglietti, nel numero massimo di quattro e nel rispetto delle normative vigenti riguardo la nominatività, potranno essere acquistati on line sul sito www.ticketone.it, oppure rivolgendosi al call center 892.101 (Ticket One), al call center Pronto Pagine Gialle 89.24.24, al call center Trovatutto – Telecom Italia 89.24.12 e presso i punti vendita Ticket One sparsi sul territorio nazionale (clicca qui).
I prezzi dei biglietti sono i seguenti:

Poltroncine                      Euro 70,00
Ridotto                             Euro 35,00
Tribuna Ovest  Euro 60,00
Ridotto                             Euro 30,00
Tribuna Est     Euro 30,00
Ridotto                             Euro 14,00
Laterale Nord  Euro 18,00
Ridotto                             Euro 10,00

ai quali vanno aggiunti i diritti di prevendita. I biglietti Ridotti sono riservati alle donne e ai ragazzi fino a 16 anni (nati entro l’ 8 settembre 1993). I diversamente abili in carrozzina, con l’eventuale accompagnatore, potranno ritirare il biglietto omaggio per il settore apposito nei giorni 7 e 8 settembre dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18 presso il botteghino dello Stadio “Olimpico” in Corso Giovanni Agnelli a presentazione del documento di riconoscimento, del certificato attestante la non abilità e del doc.

- 12.08.2009 Inizia con una sconfitta (3-2) contro la Russia il nuovo biennio della Nazionale Under 21 di Casiraghi. Nell’unico test amichevole prima delle qualificazioni europee, il tecnico presenta la nuova squadra, ovviamente ancora a corto di preparazione rispetto agli avversari già impegnati da diverse settimane in campionato.

- 12.08.2009 Buffon alla vigilia dell'amichevole con la Svizzera: "La Confederations Cup è stata una delusione, ci ha creato dubbi e dato risposte negative. Ora serve tutto il contrario: dobbiamo ritrovare certezze, vittorie e una squadra che faccia bella figura. Speriamo che i giovani che sono qua ci regalino qualche sorpresa. Sono educati, rispettosi, si vede che arrivano da club importanti. E noi vecchi vogliamo dare certezze. Anche se all’estero c’è più rispetto. Esempio, dopo la partita contro l’Aston Villa i giocatori inglesi si sono avvicinati per farmi i complimenti, per dirmi che mi considerano una leggenda. Questo mi inorgoglisce. Poi (ride) arrivo in Italia e c’è chi si chiede perché noi vecchietti siamo ancora in Nazionale. Un eventuale ritorno di Totti solo per il Mondiale? Tra Francesco e il mister c’è grande rispetto, sapranno prendere le decisioni migliori. E il gruppo rispetterà le scelte del ct". Intnato Lippi conferma l'impiego dal 1' dei due giovani Marchisio e Criscito.
Palombo su Cassano: " Credo che le porte della Nazionale non siano chiuse per nessuno, neppure per lui".

- 08.08.2009 Sono Domenico Criscito e Claudio Marchisio le novità di Lippi in vista dell'amichevole che l'Italia giocherà il 12 agosto a Basilea contro la Svizzera. Il primo difensore del Genoa, il secondo centrocampista della Juventus, che hanno già vestito la maglia azzurra dell'Under 21, sono tra i venti convocati dal Commissario tecnico per la gara che apre la nuova stagione della Nazionale. Gli azzurri si raduneranno domani, lunedì 10, entro le ore 12 presso il Centro tecnico federale di Coverciano, dove nel pomeriggio alle ore 17 sosterranno il primo allenamento. Martedì 11 seduta mattutina, nel pomeriggio la partenza da Firenze per Basilea. Marchetti secondo portiere, a riposo De Rossi e Gattuso. In avanti rientra Di Natale, resta a casa Toni, acciaccato.
Ecco i convocati:
Portieri: Buffon (Juventus), Marchetti (Cagliari). Difensori: Bocchetti (Genoa), Cannavaro (Juventus), Chiellini (Juventus), Criscito (Genoa), Grosso (Olympique Lione), Santon (Inter), Zambrotta (Milan). Centrocampisti: Camoranesi (Juventus), D'Agostino (Udinese), Marchisio (Juventus), Palombo (Sampdoria), Pepe (Udinese), Pirlo (Milan). Attaccanti: Di Natale (Udinese), Gilardino (Fiorentina), Iaquinta (Juventus), Quagliarella (Napoli), Rossi (Villarreal).

- 06.08.2009 Prima convocazione nell'Italia Under 21 per Federico Macheda. L'attaccante del Manchester United si è guadagnato anche la fiducia di Casiraghi che lo ha inserito nella lista dei venti giocatori che partiranno alla volta di San Pietroburgo per la gara amichevole di mercoledì prossimo contro la Russia.
Tra i volti nuovi anche alcuni elementi dell'Under 20 come Mustacchio, Gentili e Tiboni.
Questo l'elenco dei convocati: Portieri: Fiorillo (Sampdoria), Seculin (Fiorentina) Difensori: Ariaudo (Juventus), Brivio (Vicenza), De Silvestri (Lazio), Gentili (Varese), Ogbonna (Torino), Ranocchia (Bari), Rispoli (Brescia) Centrocampisti: Barillà (Reggina), Bolzoni (Genoa), Mancosu (Empoli), Poli (Sampdoria), Signori (Sampdoria) Attaccanti: Balotelli (Inter), Di Gennaro (Milan), Macheda (Manchester United), Mustacchio (Sampdoria), Paloschi (Parma),Tiboni (Atalanta).

- 05.08.2009 La Nazionale di Marcello Lippi, reduce dalla disastrosa esperienza della Confederations Cup, è scivolata al quinto posto nel ranking Fifa, alle spalle di Olanda e Germania.
Il commissario tecnico dei Azzurri conferma che ci saranno dei cambiamenti, ma non verrà stravolto il gruppo su cui il viareggino ha sempre fatto affidamento.
"Rinnovamento sì, rivoluzione no - parla Marcello Lippi -. Sono convinto che se abbiamo una possibilità su un miliardo di rivincere il Mondiale, non ce la procuriamo abbandonando giocatori di esperienza. Vincere un altro Mondiale non sarebbe clamoroso: sarebbe eccezionale. Se qualcuno non ritorna nelle condizioni necessarie non farà parte di questo gruppo, ma la stragrande maggioranza ci sarà. Io non ho gli occhi foderati di prosciutto: io sto attuando il rinnovamento, tenendo presenti gli straordinari calciatori che hanno vinto il Mondiale. E lo faccio per convinzione, non per riconoscenzaIo non ho gli occhi foderati di prosciutto: io sto attuando il rinnovamento, tenendo presenti gli straordinari calciatori che hanno vinto il Mondiale. E lo faccio per convinzione, non per riconoscenza".

- 04.08.2009 Marcello Lippi inizierà anche la stagione che porta al Mondiali in Sudafrica dai suoi senatori. Sabato 8 agosto, dopo la Supercoppa Italiana tra Inter e Lazio, il ct della Nazionale diramerà la lista dei convocati per l'amichevole contro la Svizzera e, secondo le prime indiscrezioni, che difficilmente verranno smentite, ancora una volta non ci sarà spazio per Cassano. Lippi infatti ha intenzione di affidarsi, nonostante la scarsa rilevanza dell'incontro e le precarie condizioni fisiche di diversi titolari, al suo gruppo storico, Cannavaro in testa, chiamando poi alcuni dei giocatori già presenti in Sudafrica per la Confederations Cup, come Santon. L'unica vera sorpresa potrebbe arrivare dal centrocampo dove Lippi potrebbe premiare Guberti che tra i romanisti, al debutto in Europa League, è sembrato tra i più in forma.

- 14.07.2009 Giuseppe Mascara sogna i Mondiali: "La Nazionale? Lippi ha lasciato una porta aperta a tutti. Sono consapevole che non è facile rientrare nel gruppo azzurro ma sarà il campo a dire se per me ci sarà una nuova possibilità. E' sempre bello ricominciare la stagione con rinnovate ambizioni e con grande entusiasmo".

- 05.07.2009 Francesco Totti torna a parlare di Nazionale: "Se Marcello Lippi dovesse chiamarmi gli parlerò tranquillamente, per valutare come farlo e se farlo. Sta a lui decidere. Non escludo di potere ritornare".

- 21.06.2009 Adesso basta esperimenti! A Pretoria, la Seleçao infligge una durissima lezione agli Azzurri: finisce 3-0 con la doppietta di Luis Fabiano e l'autogol di Dossena. La Nazionale esce dalla Confederations Cup: Stati Uniti in semifinale per il migliore attacco rispetto all'Italia. Si spera che con questa dura sconfitta gli esperimenti del c.t. possano dirsi conclusi. Azzurri con poca fantasia e con gli 11 iniziali spbagliati. Iaquinta sostituito dopo appena 38 minuti. Per il futuro ci aspettiamo diversi segnali. Vogliamo CASSANO!

- 21.06.2009 Nella rifinitura il c.t. azzurro ha schierato il terzino del Liverpool Dossena al posto di Grosso, mentre il tridente d'attacco vede Camoranesi-Iaquinta ai fianchi di Toni, punta centrale. Lippi difende Cannavaro e Gattuso e avverte: "Comunque vada la Confederations Cup, a cominciare dalla sfida di questa sera contro il Brasile, nessuna rivoluzione per l'Italia".

- 20.06.2009 In vista della decisiva sfida di domani contro la Seleçao in Confederations Cup, il c.t. della Nazionale Lippi ha provato varie soluzioni in allenamento. Santon tra i possibili titolari, rispetto all'Egitto c'è aria di novità. davanti a Buffon ci sono Santon, Cannavaro, Chiellini e Dossena, in mezzo Montolivo fa compagnia a Pirlo e De Rossi, davanti Toni è al centro dell’attacco, con ai lati Camoranesi a destra e Iaquinta dall’altra parte. Partitella con sostituzioni: nel senso che dopo pochi minuti Lippi "promuove" tra i presunti titolari Zambrotta, Palombo e Rossi, a discapito di Santon, De Rossi e Iaquinta. Alle 17, anzi, qualche minuto prima, tutti negli spogliatoi. Sarà più indicativa la consueta rifinitura di domattina, peraltro a porte chiuse come di consueto.

- 18.06.2009 Confederations Cup in salita e semifinali a rischio. Sconfitta a sorpresa contro l'Egitto, campioni d'Africa. Decide un gol di Homos di testa nel primo tempo. Nella ripresa quattro occasioni per gli azzurri, e una traversa di Iaquinta, ma El Hadary blocca i nostri attaccanti. Adesso servirà far risultato contro il Brasile.
Lippi terrà conto di condizioni fisiche e impegni ravvicinati. Intanto Cannavaro ha appreso della scomparsa del nonno: rimane o torna in Italia? Oggi la decisione.

- 15.06.2009 A Pretoria, la Nazionale di Lippi fa il suo esordio in Confederations Cup contro un avversario ostico. Un rigore di Donovan lancia gli americani nel primo tempo, al 59' pareggio azzurro con un gioiello di Rossi, appena entrato. Al 72' un gran tiro da fuori di De Rossi fa 2-1. In pieno tempo di recupero poi ancora Rossi, su strepitoso assist di Pirlo chiude sul 3-1. Dal 33' del primo tempo Stati Uniti in 10 per l'espulsione di Clark.
“E’ stato un inizio sofferto – ammette Lippi – durante il quale abbiamo patito la dinamicità dei nostri avversari e la loro corsa. Forse abbiamo sentito troppo la partita e così in più di un’occasione siamo mancati di lucidità. Poi, però, ci siamo giocati le nostre carte e siamo venuti fuori. Il cuore questa squadra ce l’ha e ancora una volta lo abbiamo dimostrato. A volte giocherà anche meno bene, però il carattere è sempre lì, l’ho detto, è gente che ha ancora tanta voglia di vincere e per competizioni come questa è una cosa molto importante”.
Ma il protagonista della serata è Giuseppe Rossi che con il suo ingresso ha cambiato volto e marcia alla partita. Il ragazzino, tanto tranquillo in campo quanto emozionato fuori davanti a telecamere e microfoni, vuole dedicare i suoi gol: “Alla mia famiglia – dice – che mi è sempre stata vicina. Sono contento per il risultato e per la mia doppietta. Contro gli Stati Uniti non era facile, è una squadra che corre e lotta e chiude molto bene gli spazi, ma per fortuna nel secondo tempo sono calati e noi siamo usciti fuori. Ringrazio i compagni, è un gruppo stupendo, mi ha aiutato tantissimo. E possiamo fare un grande torneo”.

- 15.06.2009 Stasera alle 20.30, a Pretoria, la Nazionale di Lippi farà il suo esordio in Confederations Cup contro un avversario ostico. Il c.t. è teso e punta sui "vecchietti": a centrocampo Gattuso è recuperato, in difesa la coppia centrale sarà Chiellini-Legrottaglie.

- 14.06.2009 Il c.t. azzurro Lippi fiducioso alla vigilia dell'esordio: "C'è tanta voglia di far bene e poche squadre possono competere con la mia. Non siamo inferiori a Spagna e Brasile. In futuro qualche giovane di qualità entrerà a far parte del gruppo. I miei vecchietti? Forse non avete fatto bene i conti dell’età media delle altre nazionali. La nostra è di 28 anni e mezzo, c’è poca differenza con le altre, di poco più giovani. Non mi preoccupo. Io mi fido moltissimo di questi giocatori. E poi dai prossimi mesi entreranno a far parte di questo gruppo alcuni Under 21. Se dovessi fare un campionato non sceglierei questi giocatori qua, ma la qualità di questi giocatori in una manifestazione di 30-40 giorni, beh, credo che non ci siano tanti gruppi più forti di questo al mondo. I miei hanno ancora tanta fame. Gli USA? Sono diversi da quelli affrontati al Mondiale. Il figlio dell’allenatore, che gioca a centrocampo, è molto bravo. Ci sono sempre Donovan, Demsey, Beasley. Giocano con il 4-4-2 con Donovan in appoggio. E’ una squadra preparata fisicamente, da affrontare con grande attenzione".

- 13.06.2009 Problemi in difesa per l'Italia: il capitano non si è allenato per un risentimento al polpaccio destro che gli impedirà di giocare lunedì a Pretoria contro gli Stati Uniti. Legrottaglie lamenta un affaticamento muscolare: se non ce la farà, toccherà a Gamberini. Malgrado il capitolo infortuni, il clima nel gruppo azzurro resta ottimo. Risate, voci alte, soprattutto di Lippi, sempre intenso, caratterizzano l’allenamento. Che si protrae senza forzare fino alle 17. Domani allenamento mattutino lontano da occhi indiscreti, poi quello pomeridiano a Pretoria, di rifinitura prima dell’"ora X", le 20.30, di lunedì: l’ora di Italia-Usa.
Il portiere della Nazionale Gigi Buffon non si nasconde: "La Confederations Cup è importante, noi siamo ambasciatori del calcio italiano. Ce la giocheremo. sono ormai passati tre anni. Subito dopo il trionfo mondiale saremmo stati favoriti, ora c’è grande equilibrio. Anche se il Brasile forse può avere qualcosa in più per la quantità e la qualità dei propri talenti. Ma noi e la Spagna ce la giochiamo. E per me questo torneo vale molto. Giocano le migliori squadre di ogni continente. E poi quando indossi la maglia della Nazionale devi portarla più in alto possibile."

- 12.06.2009 L'Italia ha battuto 6-0 (3-0) una rappresentativa mista di Pretoria, lo Tshwane XI, nell'ultimo test prima dell'inizio della Confederations Cup. Doppietta per Gilardino, entrato al posto di un appesantito Toni al 17' del secondo tempo. Gli altri gol sono stati messi a segno da Pirlo, Toni, Iaquinta e Quagliarella.
Nell'ultimo test Lippi ha provato Toni e Iaquinta in attacco. Come annunciato dal commissario tecnico azzurro, la partita non ufficiale contro lo Tshwane XI è servita ad allenare i "titolari", arrivati in ritiro solo sabato notte e con pochi giorni di lavoro nelle gambe. Così al Super Stadium di Atteridgeville, gli Azzurri (in campo con la divisa di allenamento e senza numeri sulle spalle) si sono schierati con Buffon tra i pali, Zambrotta, Legrottaglie, Chiellini e Grosso in difesa; a centrocampo Gattuso De Rossi e Pirlo; in avanti Camoranesi a destra sulla linea d'attacco completata da Toni e Iaquinta.
Alla partita hanno assistitito 5.000 spettatori locali, quasi il doppio dell'amichevole Italia-Nuova Zelanda di due giorni fa: all'ingresso canti e cori di centinaia di bambini, tra la sorpresa degli azzurri, che dal campo hanno seguito ammirati la scena.

- 11.06.2009 Daniele De Rossi è tornato in gruppo. Il centrocampista della Roma, che aveva lavorato a parte nei primi due giorni di ritiro della Nazionale in Sudafrica, si è allenato (sotto una fitta pioggia) con i compagni che non hanno preso parte dal primo minuto all'amichevole vinta con la Nuova Zelanda, ovvero Zambrotta, Chiellini, Grosso, Pirlo, Montolivo, Camoranesi, Toni e Iaquinta. Fabio Cannavaro ha invece proseguito il suo lavoro differenziato, fatto di palestra e massaggi, insieme proprio ai titolari del match di mercoledì sera.

- 10.06.2009 Italia in chiaroscuro, 4-3 alla Nuova Zelanda. Al debutto in Sud Africa gli azzurri si impongono rimontando tre volte gli All Blacks: doppiette di Gilardino e Iaquinta, entrato nella ripresa. Lunedì il debutto in Confederations Cup con gli Usa. La prima partita dell'Italia in Sud Africa si chiude con un successo: 4-3 sulla Nuova Zelanda. Gara bizzarra per andamento - con gli azzurri per tre volte in svantaggio e per amnesie difensive diffuse, che producono un risultato inusuale. Lippi testa l'altitudine di Pretoria, il clima piovoso, e in attesa dell'esordio con gli Usa di lunedì in Confederations Cup, contro una avversario che ha voglia di giocarsela, le seconde linee, parecchie delle quali sono in campo dal 1'. Risposte in chiaroscuro. Bene Pepe e Quagliarella come uomo dell'ultimo passaggio, ma soprattutto benissimo Gilardino - che si gioca con Toni la maglia da titolare - e il subentrato Iaquinta. Entrambi autori di una doppetta, gol che evitano uno scivolone innocuo quanto rovinoso.
Marcello Lippi giudica positivamente l'amichevole dell'Italia: "La squadra ha bisogno di lavorare ancora e di provare tutti, ecco perchè non hanno giocato molti veterani della nazionale".
Fabio Quagliarella, fra i migliori: "L'importante per questa partita era farsi trovare pronti e mettersi in mostra in vista delle prossime gare. Contro di noi che siamo i Campioni del Mondo tutti vogliono fare bella figura ed è normale soffrire un po'. Il modulo era nuovo e ci siamo trovati abbastanza bene anche se ovviamente alcuni meccanismi sono ancora da collaudare".
Il problema della concorrenza in Nazionale non attanaglia Vincenzo Iaquinta che ha segnato una doppietta alla Nuova Zelanda partendo dalla panchina: "Cerco sempre di farmi trovare pronto anche se qui ci sono fior di campioni".

- 10.06.2009 Questa sera a Pretoria è in programma l'ultimo test della Nazionale di Marcello Lippi prima della Confederations Cup, prova generale in vista del Mondiale 2010 (primo appuntamento contro gli Stati Uniti il 15 giugno).
L'allenatore viareggino contro la Nuova Zelanda schiererà un modulo a trazione offensiva, con Gilardino punta unica supportato da Quagliarella, Pepe e Rossi. Per la giovane punta del Villarreal è un'occasione importante per convincere il ct a puntare su di lui. Stesso discorso per Santon, che partirà titolare in difesa a fianco di Dossena, Gamberini e Legrottaglie. Palombo e Gattuso saranno i due mediani di centrocampo. In porta c'è Amelia, la gran parte dei campioni del mondo siederà in panchina.
ITALIA-NUOVA ZELANDA (ore 20.50)
Italia (4-2-3-1): Amelia, Dossena, Gamberini, Legrottaglie, Santon, Palombo, Gattuso, Quagliarella, Rossi, Pepe, Gilardino. In panchina: Buffon, De Sanctis, Cannavaro, Chiellini, Zambrotta, Grosso, Pirlo, Camoranesi, Montolivo, Iaquinta e Toni. All. Lippi
Nuova Zelanda (4-4-2): Moss, Mulligan, Vicelich, Sigmund, Scott, Elliott, Oughton, Brown, Barron, Killen, Smeltz. In panchina: Paston, Lochhead, Bertos, Christie, Brockie, James, Boyens, Old, Wood, Bright, Smith e Bannatyne. All. Herbert
Intanto Lippi commenta i movimenti di calcio-mercato: "Non do consigli per gli acquisti, ma agli azzurri che giocano all'estero ho detto: cercate di tornare".

- 09.06.2009 Il capitano della Nazionale Cannavaro anche martedì mattina ha lavorato a parte con De Rossi e, al pari del centrocampista della Roma, non prenderà parte all'amichevole di preparazione in vista della Confederations Cup che gli Azzurri giocheranno mercoledì a Pretoria contro la Nuova Zelanda. Tutti gli altri giocatori a disposizione di Marcello Lippi si sono invece regoarmente allenati in una breve sessione a porte chiuse.
Giancarlo Abete, presidente della Federcalcio, ha ufficializzato la sede di Italia-Bulgaria, prossimo match interno di qualificazione ai Mondiali 2010. Il 9 settembre l'Olimpico di Torino ospiterà la Nazionale.
Lippi ha utilizzato l'ultima sessione di allenamento prima dell'amichevole contro la Nuova Zelanda per fare degli esperimenti. Il ct della Nazionale, sul prato del Super Stadium di Pretoria, ha provato nella partitella nove contro nove un attacco con Pepe, Rossi e Quagliarella alle spalle di Gilardino.

- 09.06.2009 Pioggia, vento e freddo, il meteo non è certo clemente per il primo allenamento degli Azzurri in Sudafrica, dove la Nazionale disputerà, a partire da domenica, e dopo l'ultimo collaudo mercoledì contro la Nuova Zelanda, la Confederations Cup.
Sul campo del "Southdowns College" di Irene, nel gruppo dei 23 agli ordini di Marcello Lippi, si sono allenati a parte De Rossi e capitan Cannavaro, che dopo qualche giro di corsa e un leggero lavoro atletico, sono tornati in palestra.
Intanto parla Federico Marchetti che non è partito per il Sud Africa: "La convocazione in Nazionale è stata la ciliegina sulla torta dopo una stagione vissuta alla grande con il Cagliari che ha disputato un campionato strepitoso. Una grande emozione finire in questo modo. In azzurro ho capito da subito i valori di gruppo ai quali il ct Lippi tiene moltissimo, si respira un clima diverso, che ti fa capire subito il motivo per il quale siamo Campioni del Mondo in carica. Non ho incontrato Buffon ma sono contento della convocazione e di aver lavorato con il gruppo che è stata chiamato per l'amichevole. Spiace non aver salutato Gigi, che ha sempre speso parole d'elogio nei miei confronti. I Mondiali? Mi fa piacere che se ne parli, so comunque che sono al primo anno in serie A e devo dimostrare molto, ribadisco che mi fanno piacere i complimenti ricevuti anche da colleghi".

- 08.06.2009 La Nazionale è arrivata a Johannesburg, dopo una notte di volo tranquillo. Alle 15.30 il primo allenamento. Il c.t. Lippi al sito Fifa: "Il match più importante sarà il primo, con gli Usa. Se la prima partita va bene, allora andranno bene anche quelle dopo. Se invece va male, sarà più difficile per noi recuperare".

- 07.06.2009 Arrivano i senatori. A mezzanotte si parte. Seduta mattutina a Coverciano sotto la pioggia battente. Intanto sono arrivati nella notte i 13 azzurri che si uniranno agli altri 10 scelti da Marcello Lippi. Questa sera decollo con desinazione Sud Africa: missione Confederations Cup. Capitan Cannavaro, capitano azzurro, 124 presenze parla chiaro col solito raggiante sorriso: "Il sorpasso a Maldini? Finora non ci avevo pensato, ma adesso a due partite di distanza non posso ignorarlo. Futuro da dirigente? La mattina mi alzo e il mio primo pensiero è di non fare tardi all’allenamento. Santon? Gli ho fatto i complimenti. Ma il bello arriva quest’anno, perché ora dovrà dimostrare le sue qualità. Il nostro vivaio comunque resta di livello altissimo". Poi sui favoriti al prossimo Mondiale: "La Spagna può vincere il Mondiale. Ma non sempre chi è favorito prima del Mondiale vince". E sulla prossima competizione: "Sarà un’esperienza nuova. Vediamo cosa c’è di bello. La Confederations Cup non mi dispiacerebbe vincerla".

- 06.06.2009 Che bella l'Italia di new entry. Altro che Italia 2. Gli azzurri con quattro debuttanti (Marchetti, Santon, D'Agostino e Mascara) in campo dal 1' e due entrati a gara in corso ( Pellissier e Galloppa) superano in amichevole a Pisa l'Irlanda del Nord 3-0. Reti di Rossi, Foggia e Pellissier, Pazzini sbaglia un rigore. L'Italia dei debuttanti batte 3-0 l'Irlanda del Nord in amichevole grazie ad una bella prestazione: il miglior viatico per l'avventura in Sud Africa degli azzurri, che partiranno domani sera per andare a giocare la Confederations Cup. Gol di Rossi, il primo con l'azzurro dei "grandi", di Foggia e Pellissier. Tre reti spettacolari. La festa è completata dal pareggio per 1-1 tra Bulgaria e Irlanda. Italia che con una partita in meno giocata conserva un punto di vantaggio sui verdi di Trapattoni nel gruppo 8 di qualificazione mondiale. La Bulgaria a questo punto sembra tagliata fuori in chiave qualificazione.
Il c.t. azzurro Lippi soddisfatto a fine gara: "Questo è il calcio italiano, l'espressione non delle grandi squadre, che hanno solo stranieri. Ma di quelle come Siena, Chievo, Catania. È stata una bella serata, Gattuso il solito guerriero, complimenti a Pisa. E bene il pari dell'Irlanda del Trap".
Pasquale Foggia non può che essere soddisfatto della sua prestazione nell'amichevole disputata dall'Italia contro l'Irlanda del Nord: "La partita di Pisa è la dimostrazione che ci sono ottimi giocatori anche in formazioni meno forti - ha detto il fantasista biancoceleste, ispiratissimo nella serata azzurra in cui a messo a segno un gol spelndido -. Io faccio parte di una grande squadra, perchè per me la Lazio è una grande squadra, dove c'è tanta concorrenza. È la prima annata che faccio 40 presenze, e si è conclusa con la chiamata in Nazionale".

- 06.06.2009 Sarà un'Italia sperimentale quella che scenderà in campo stasera in amichevole a Pisa contro l'Irlanda del Nord. Marcello Lippi ha deciso di premiare coloro che si sono messi in luce durante il campionato, anche se non faranno parte dell'avventura sudafricana in Confederations Cup. Il ct azzurro schiererà De Sanctis in porta; Santon, Gamberini, Legrottaglie e Grosso in difesa; Gattuso, D'Agostino, Montolivo a centrocampo; Rossi, Pazzini e Mascara in attacco. C'è grande curiosità per il debutto di Davide Santon, che ha convinto Lippi a farlo partire dal primo minuto e a sceglierlo tra i ventitré che parteciperanno alla Confederations Cup.

- 05.06.2009 La Nazionale, che domani affronta l'Irlanda, è pronta per la Confederations Cup. Il c.t. Lippi: "Ho completato la lista dei 23 per il Sudafrica con criteri di coerenza, le convocazioni sono state fatte sulla base di un anno di lavoro, di un processo che sta già dando i suoi frutti, soprattutto sotto il profilo psicologico. Ho voluto dare una settimana di riposo a quanti hanno lavorato di più e sono più in là con l'età. Sono convinto delle mie scelte. A parte i riti scaramantici, cercheremo di vincere, se poi non vinceremo, non ci strapperemo i capelli. L'intenzione è quella di sfruttare questi 25 giorni per migliorare l'aggregazione del gruppo in vista dei Mondiali del 2010". Legrottaglie: "Voglio ripagare la fiducia di Lippi, due anni fa nessuno avrebbe scommesso su di me. La mia forza viene dell’alto, è Dio che mi ha premiato. Punto al Mondiale 2010, io in Sudafrica ci voglio tornare".
Giuseppe Mascara si accontenta dell'amichevole di Pisa contro l'Irlanda del Nord a cui prenderà parte con la Nazionale: "Anche se non sono stato convocato per la Confederations Cup voglio ringraziare il Catania e i compagni che mi hanno permesso di fare un grande campionato e vivere questa bella esperienza insieme a qualcuno dei Campioni del Mondo. Ho capito in questi giorni perchè abbiamo battuto la Francia nel 2006. Mister Lippi è una persona tranquilla che sa parlarti, spiegarti le cose e che dà una grande carica. Un mio possibile impiego contro l'Irlanda del Nord? Credo che si possa intuire dalle indicazioni date dal mister in questi giorni, anche se prima della riunione tecnica di venerdì sera non sapremo niente".

- 04.06.2009 Sono ufficiali i nomi dei 23 giocatori che partiranno per la Confederations Cup. Il Commissario tecnico della Nazionale ha infatti consegnato questa sera alla Fifa l’elenco completo degli Azzurri che parteciperanno alla competizione in programma dal 14 al 28 giugno. Ai 13 nomi che Lippi aveva già selezionato alla vigilia del raduno di Coverciano, se ne sono aggiunti altri dieci scelti tra quelli che il tecnico ha avuto a disposizione in questi giorni e cioè: il portiere De Sanctis, i difensori Legrottaglie, Santon, Gamberini, Grosso, Dossena, i centrocampisti Gattuso, Montolivo, Palombo, l'attaccante Giuseppe Rossi.
Questo l’elenco completo:
Portieri: Buffon (Juventus), Amelia (Palermo), De Sanctis (Galatasaray);
Difensori: Cannavaro (Juventus), Chiellini (Juventus), Dossena (Liverpool), Gamberini (Fiorentina), Grosso (Lione), Legrottaglie (Juventus), Santon (Inter), Zambrotta (Milan);
Centrocampisti: Camoranesi (Juventus), De Rossi (Roma), Gattuso (Milan), Montolivo (Fiorentina), Palombo (Sampdoria), Pirlo (Milan);
Attaccanti: Gilardino (Fiorentina), Iaquinta (Juventus), Pepe (Udinese), Quagliarella (Napoli), Giuseppe Rossi (Villarreal), Toni (Bayern Monaco).

- 04.06.2009 Rientra l'allarme in casa Italia. Rino Gattuso, reduce da un grave infortunio al ginocchio in campionato col Milan, che lo ha tenuto fermo cinque mesi, ha svolto questa mattina a Coverciano semplicemente un lavoro differenziato, anche in palestra, per seguire un preciso programma di lavoro stabilito da tempo. Il centrocampista rossonero aveva abbandonato il campo, dove si stava preparando alla sfida con l'Irlanda del Nord il gruppo agli ordini di Lippi, dopo pochi minuti della seduta. Anche lo stesso professor Enrico Castellacci, responsabile dello staff medico azzurro, ha voluto rassicurare sulle condizioni del giocatore.

- 04.06.2009 In conferenza stampa il ct Marcello Lippi lancia un chiaro messaggio a Marchetti, Cassani, Esposito, Santon, Biagianti, Galloppa, Mascara e Pellissier: "La convocazione per qualcuno è un premio, ma non è detto che non ritorni. Il gruppo per un Mondiale nasce vagliando una rosa ampia di giocatori, e il calcio italiano non è solo quello dei grandi club".
Intanto Il ct dell'under 21 Pierluigi Casiraghi si affida a Mario Balotelli per il prossimo Europeo di categoria in Svezia: "Spero sia determinante per noi come lo è stato per l'Inter".
Qualche assestamento ai vertici della classifica Fifa per squadre nazionali, la Spagna, Campione d'Europa in carica e attesa, come l'Italia, dalla verifica della Confederations Cup, domina sempre il Ranking FIFA, seguita ora però dall'Olanda e non più dalla Germania. Azzurri quarti, recuperando una posizione, a spese del Brasile, che scivola quinto, freccia in su anche per l'Inghilterra di Capello, retrocede l'Argentina di Maradona, chiudono la Top Ten Croazia, Russia e Francia.
La Top Ten:
1. (1) Spagna
2. (3) Olanda
3. (2) Germania
4. (5) Italia
5. (4) Brasile
6. (7) Inghilterra
7. (6) Argentina
8. (8) Croazia
9. (9) Russia
10. (10) Francia.

- 03.06.2009 Più che un test pre-Confederations, è un premio per gli otto che si sono messi in mostra nell’ultimo campionato. Ci sono Marchetti, Cassani, Esposito, Galloppa, Biagianti, Mascara e Pellissier, alla loro prima convocazione. E c’è pure l’esordio tra i grandi di Santon, l’unico che potrebbe restare nel gruppo azzurro anche per la Confederations Cup. “Giusto, questa convocazione è un premio. Ma non un premio fine a sé stesso”. Marcello Lippi chiarisce il concetto: “Questa prima chiamata può essere un punto di partenza. Valuto 35, 40 giocatori per poi sceglierne 23 che verranno in Sudafrica. E i dieci di questo gruppo che poi faranno la Confederations li ho già individuati, ma li comunicherò più avanti”.
Difficilmente sarà una festa per i debuttanti. Più probabile che ci sia un clima pesante, quasi di contestazione. Sabato sera la Nazionale giocherà contro l’Irlanda del Nord a Pisa, stadio Arena Anconetani che per l’occasione vedrà potenziato il proprio servizio di sicurezza. I tifosi nerazzurri (dopo la retrocessione inaspettata della loro squadra) si sono schierati così: non vogliamo la Nazionale, no al gran galà della Lega Calcio. Il ct non pare preoccupato: “Capisco la delusione dei tifosi pisani. Ma abbiamo un accordo, la Nazionale giocherà a Pisa. E spero che allo stadio prevalga il buon senso e la dovuta partecipazione”.
In mattinata Lippi dirige l’allenamento, al fianco dei suoi collaboratori. Accanato al c.t. c’è sempre Ciro Ferrara, due panchine bianconere e un futuro ancora incerto. Lippi taglia corto: “Se verrà scelto dalla Juventus come nuovo allenatore resterà in Italia e non verrà con noi in Sud Africa”.
Presente alla conferenza stampa anche Rino Gattuso, intervenuto alla presentazione della nuova maglia Puma azzurro pallido.
Un azzurro molto più chiaro, sulla tonalità della divisa dell'Argentina: è la novità della maglia dell'Italia alla Confederations Cup. Gli azzurri avranno inoltre calzettoni marrone scuro. ''E' un azzurro un po' piu' pallido - ha ammesso Lippi - ma qualsiasi sia il colore le quattro stelle ci sono, e noi vogliamo onorare questa maglia''. Gli inediti colori sono un richiamo alla nazionale di Pozzo: il marrone invece una variazione sul nero che l'Italia indossò all'inizio degli anni '30.

- 29.05.2009 Sergio Pellissier si gode la sua prima convocazione in Nazionale: "E' un sogno che si avvera. La stagione non poteva chiudersi in maniera migliore. Ringrazio il Chievo e la mia famiglia. Sto vivendo momenti magici".
Federico Marchetti, portiere del Cagliari, quasi non crede alla sua prima convocazione in Nazionale al suo primo anno in serie A. "Se me l'avessero detto all'inizio della stagione..... Però il lavoro è sempre stato alla base di tutto. Sono partito a fari spenti, dopo un anno importante con l'AlbinoLeffe, ma avevo tante aspettative. Diciamo che mi sono tolto diverse soddisfazioni. Non dimentico che solo tre anni fa ero senza squadra, ora mi trovo alla corte del commissario tecnico campione del mondo in carica. Il calcio non è facile: all'inizio incontri delusioni, specie se non trovi degli addetti ai lavori che ti diano fiducia. Anch'io sono passato attraverso queste brutte esperienze. Fa parte della vita saperle affrontare per vivere un futuro migliore. Per questo, oltre che ai miei compagni, il mio pensiero va a tutti quanti coloro mi sono rimasti vicini in quei momenti difficili"
"Questa convocazione è motivo di grande orgoglio per me e per l'Inter. Un pensiero speciale è per Josè Mourinho". Sono i sentimenti provati dal giovane difensore Davide Santon dopo la prima chiamata in Nazionale maggiore da parte del ct Marcello Lippi per l'amichevole contro l'Irlanda del Nord.

- 28.05.2009 Lippi ha convocato 21 giocatori per l'amichevole del 6 giugno a Pisa con l'Irlanda del Nord. Tante le novità; Marchetti, Esposito, Cassani, Biagianti, Galloppa, Pellissier, Mascara e il giovane interista Santon. Comunicati anche 13 dei 23 convocati per la Confederations Cup: la vecchia guardia.
Questa la lista dei convocati per l’amichevole di Pisa. I ventuno si raduneranno entro la mezzanotte di martedì 2 giugno presso il Centro tecnico federale di Coverciano, sede del ritiro. Portieri: De Sanctis (Galatasaray), Marchetti (Cagliari). Difensori: Cassani (Palermo), Dossena (Liverpool), Gamberini (Fiorentina), Grosso (Lione), Esposito (Lecce), Legrottaglie (Juventus), Santon (Inter); Centrocampisti: Biagianti (Catania), Brighi (Roma), D’Agostino (Udinese), Galloppa (Siena), Gattuso (Milan), Montolivo (Fiorentina), Palombo (Sampdoria); Attaccanti: Foggia (Lazio), Mascara (Catania), Pazzini (Sampdoria), Pellissier (Chievo), Rossi Giuseppe (Villarreal).
Il c.t. ha anche comunicato i nomi di 13 dei 23 giocatori che parteciperanno alla Confederations Cup: la lista sarà completata entro giovedì 4 giugno. Per quanto riguarda la Confederations Cup, il raduno è previsto, sempre a Coverciano, entro la mezzanotte del 6 giugno. Contro Irlanda del Nord e Nuova Zelanda, l’Italia di Lippi giocherà le ultime due amichevoli prima della Confederations Cup. Questa la lista dei 13 giocatori già convocati per la Confederations Cup: Portieri: Buffon (Juventus), Amelia (Palermo); Difensori: Cannavaro (Real Madrid), Chiellini (Juventus), Zambrotta (Milan); Centrocampisti: Camoranesi (Juventus), De Rossi (Roma), Pepe (Udinese), Pirlo (Milan); Attaccanti: Gilardino (Fiorentina), Iaquinta (Juventus), Quagliarella (Udinese), Toni (Bayern Monaco).

- 26.05.2009 Cresce l'attesa per le convocazioni di Marcello Lippi per la prossima Confederations Cup. "Non ci sarà nessun seminarista, ma qualche miracolo penso di sì - ha affermato il ct - , se si intende che si deve accompagnare la carriera di un calciatore giovane o vecchio che magari fa parte di una squadra retrocessa o che non è andata bene in questa stagione. C'è una speranza per tutti: è questo il messaggio che voglio dare".

- 22.05.2009 Sarà una nazionale italiana decisamente sperimentale quella che parteciperà alla prossima Confederations Cup. A rivelarlo è Marcello Lippi:''Alle prossime convocazioni vedrete tante facce nuove. Sarà premiato chi è andato bene in campionato. La Confederations Cup sarà un banco di prova importante, nella quale spero di arrivare fino in fondo e con la quale spero di creare un gruppo simile a quello dei mondiali".

- 22.05.2009 Anche Cassani del Palermo pensa in azzurro: "E' il sogno di tutti però quello che conta è fare bene nel mio club per attirare le attenzioni di Lippi. Spero nella convocazione, ma non è un mio chiodo fisso, al momento penso solamente alla partita di domenica".

- 20.05.2009 Antonio Cassano sarebbe disposto a qualsiasi cosa pur di essere finalmente convocato dal ct Marcello Lippi in Nazionale: "Sarei molto contento di andare alla Confederations Cup, anche come ventitreeesimo uomo, terzino sinistro o terzino destro. Rispetto l'allenatore. Non ho mai avuto problemi con lui e se non mi chiamerà non parlerò male di lui, perché se ho qualcosa da dirgli lo faccio di persona".

- 16.05.2009 "Non allenerò più squadre di club, ma non è escluso che in futuro faccia qualche altra cosa nel calcio", lo ha detto il ct della Nazionale, Marcello Lippi, partecipando a Parigi a un dibattito pubblico. Rispondendo ad alcune domande sul suo futuro in panchina, Lippi ha più volte ripetuto che il suo sogno era da sempre la Nazionale azzurra e che, dopo aver vinto il Mondiale, sarebbe assurdo sedere sulla panchina di un'altra Nazionale.
E continua: "La squalifica di Pazzini? Mi sono arrabbiato più per questo motivo che quella sera a Bari. Mai mi era capitato di disputare una partita con un giocatore espulso dopo un minuto. Salterà quattro partite, era inimmaginabile che l'arbitro che ha commesso quel grave errore, potesse smentirsi nel referto. Speriamo che nel nostro appello fatto sulla squalifica si mettano una mano sulla coscienza e la riducano".

- 14.05.2009 Dopo la finale di Coppa Italia a cui ha assistito il ct, rimbalza con ancora più forza la dichiarazione di qualche giorno fa di Lippi: "Aspettate e vedrete. Le porte non sono chiuse per nessun giocatore dai 18 ai 40 anni, ma questa è una frase abbastanza sfruttuata, anche se vale sempre".

- 11.05.2009 Marcello Lippi ha riaperto ad Antonio Cassano. A margine di un convegno a Genova sull'energia eolica, il commissario tecnico della Nazionale italiana non ha escluso di convocare il barese in futuro: "Aspettate e vedrete".

- 07.05.2009 Si disputerà a Pisa l'amichevole di preparazione alla Confederations Cup che la Nazionale italiana giocherà contro l'Irlanda del Nord. La partita è in programma il 6 giugno, pochi giorni prima della partenza per il Sudafrica. La sede è stata ufficializzata dalla Federcalcio dopo una telefonata tra il presidente della Figc, Giancarlo Abete, e il sindaco di Pisa, Marco Filippeschi.
La selezione di Belfast, allenata da Nigel Worthington, attualmente prima nel suo girone di qualificazione ai Mondiali, ha i suoi punti di forza nelle punte Warren Feeney e David Healy e nel centrale difensivo Jonny Evans.

- 27.04.2009 "Ho deciso che la mia nazionale sarà l'Italia". E' la scelta di Rodrigo Possebon, centrocampista del Manchester United, brasiliano di nascita ma dotato di doppio passaporto. Il giocatore dei Red Devils ha spiegato le sue motivazioni al Daily Mail: "Voglio un futuro azzurro perchè hanno riconosciuto le mie qualità come calciatore, non cambierò idea". Il ventenne originario di Sapucaio do Sul, ha già esordito nell'Under 20 del ct Rocca, in occasione della sconfitta per 5-0 in Germania patita durante il torneo "Quattro Nazioni". "Sono stato in Italia per prendere il passaporto e la Figc mi ha contattato chiedendomi la disponibilità a rispondere alla convocazione nella selezione giovanile. Io ho detto subito di sì cogliendo al volo questa opportunità e ora sto studiando la lingua. E' il mio modo per ringraziare il Paese che mi ha permesso di venire in Europa al Manchester".

- 15.04.2009 Thiago Motta non ce l'ha con Lippi. Il brasiliano, dotato anche di passaporto italiano, e resosi disponibile alla causa azzurra, non attacca il ct, che ha dichiarato di recente di non volere troppi oriundi in Nazionale. "Bisogna rispettare sempre l'opinione di tutti, Lippi è un grande allenatore" risponde il giocatore del Genoa a chi gli chiede di commentare le parole del tecnico di Viareggio.
Intanto i due gol segnati in altrettante presenze con la maglia del Manchester United da Federico Macheda hanno impressionato tutti. Tuttavia per Marcello Lippi il è ancora presto per parlare di Nazionale: "Non è che se uno fa due reti deve essere convocato... Io ho un elenco di giovani che sono andati a giocare all'estero. Non li ricordo tutti, ma probabilmente c'è anche Macheda".

- 10.04.2009 Antonio Cassano parla ancora di Nazionale e di Marcello Lippi. Il barese lascia aperte le porte all'azzurro: "Da parte mia non ci sono problemi. La disponibilità l'ho data, la do. Non è che dobbiamo andare per le lunghe, voglio anche capire di che morte devo morire, nel senso che, se Lippi, eventualmente, un giorno mi vorrà chiamare, dovrà prepararmi, chiamandomi per qualche partita. Io faccio del mio meglio. Poi, se mi vorrà chiamare bene, altrimenti vado prima in vacanza...".

- 08.04.2009 Il momento non troppo positivo della Nazionale italiana si ripercuote anche sulla posizione degli Azzurri nel Ranking FIFA. La selezione di Lippi, reduce dal deludente pareggio interno con l'Irlanda, perde una posizione e scende dal quarto al quinto posto, a vantaggio del Brasile, che la sopravanza. Comanda incontrastata la Spagna, mentre nelle top ten è rientrata la Francia. Risale l'Inghilterra di Fabio Capello, crolla il Portogallo, a rischio qualificazione per i Mondiali del 2010.
Le prime dieci:
1. Spagna 1729
2. Germania 1362
3. Olanda 1360
4. Brasile 1275
5. Italia 1271
6. Argentina 1201
7. Inghilterra 1173
8. Croazia 1151
9. Russia 1117
10 Francia 1074

- 04.04.2009 Calendario estivo praticamente definito per gli Azzurri. La Federcalcio di Auckland ha annunciato che il prossimo 10 giugno la Nuova Zelanda disputerà un'amichevole contro l'Italia di Lippi ad Atteridgeville, vicino a Pretoria, in Sudafrica. Immediata la conferma anche da parte della Figc.
L'incontro è in programma quattro giorni prima dell'inizio della Confederations Cup. "Giocare contro la miglior squadra del mondo rappresenta un momento importante e un test duro per ogni giocatore o allenatore" il primo commento del commissario tecnico dei Kiwis mr Herbert.
Intanto ci crede anche Sergio Floccari ad una possibile convocazione in Nazionale. "Pazzini mi può servire da stimolo, vuol dire che Lippi è veramente attento a tutte le situazioni".
Giancarlo Abete assolve il pubblico del San Nicola che mercoledì ha fischiato il ct azzurro colpevole di non aver convocato il "barese doc" Antonio Cassano, anche se poi ha sostenuto dal primo all'ultimo minuto gli Azzurri nel match contro l'Irlanda. "I fischi ci possono stare perchè sono una manifestazione di affetto verso un giocatore a cui tutta Bari è legata. Poi mi sembra che sia tutto rientrato e i tifosi abbiano sostenuto la nostra Nazionale. Lo stesso Lippi al termine della gara ha espresso giudizi positivi nei confronti del pubblico e sull'accoglienza ricevuta. Il calcio è fatto di emozioni e non solo di razionalità".
Non si parla solo dell'arbitro Stark dopo Italia-Irlanda. Sul banco degli imputati c'è anche il commissario tecnico che durante la partita ha optato per alcuni cambi perlomeno discutibili. Su tutti la sostituzione all'intervallo di Pirlo, forse il migliore degli Azzurri nel primo tempo. Il centrocampista del Milan non ha capito la scelta: "Sono stato sorpreso dal cambio, stavo bene. anche il Trap mi ha chiesto se ero infortunato...".

- 01.04.2009 Italia - Irlanda 1-1. L’Italia è sempre prima in classifica con due punti di vantaggio sulla Repubblica d’Irlanda. Ma il pareggio di Bari ha un sapore amaro, per colpa di un episodio accaduto al 4’ di gioco che ha condizionato tutto l’incontro: l’espulsione di Pazzini (ingiusta). Passa quasi in secondo piano la grinta e il carattere del gruppo di Lippi che, in inferiorità numerica, è passato in vantaggio con un goal di Iaquinta e poi ha sofferto e chiuso gli spazi in maniera encomiabile, fino ad una manciata di minuti dal fischio finale, al 41’, quando è arrivato il colpo d’ala dell’Irlanda con il pareggio di Keane.
"Peccato perché abbiamo fatto un gran lavoro - ha espresso Fabio Cannavaro -. Giocare tutta la gara in dieci non è semplice, per un'espulsione ingiustissima poi. Nell'ultimo quarto d'ora dovevamo stare più su. Non è una scusa per noi, abbiamo la forza e l'esperienza per giocare a volte in dieci. Peccato per il gol. Dovevamo essere più furbi, e buttare la palla in fallo laterale. Ora ci sono ancora delle partite importanti. Dobbiamo giocare in Irlanda, e noi recupereremo qualche giocatore importante".
Pazzini: "Come avevo avuto l'impressione in campo, sono saltato per andare a prendere la palla, non ho cercato l'uomo, ho solo alzato il gomito ma non ho visto arrivare O'Shea. Non mi aspettavo nemmeno il giallo, invece l'arbitro ha fatto proprio un bell'errore".
Durissimo il primo commento, a caldo, di Marcello Lippi:"Non è giusto. Noi ci lamentiamo sempre degli arbitri della serie A: guardate quelli stranieri... Novanta minuti in dieci per un'interpretazione di violenza che tutti possono giudicare. Siamo a livello di nazionali... Noi abbiamo lottato, chiuso quel che si poteva, peccato per il gol nel finale, ma dispiace per l'arbitro. Il pubblico? È stato bravissimo".
Buffon: "Onore all'Irlanda. Ma in undici sarebbe stata tutta un'altra partita...". Chiellini: "I nostri arbitri sono migliori".
Trapattoni commenta soddisfatto il pareggio di Bari della sua Irlanda: "Bisogna avere i piedi per terra, il cammino è lungo. Pazzini? L'arbitro l'ha vista così, ma non mi sembrava così grave".

- 01.04.2009 Alle 20.50 a Bari la sfida contro l'Irlanda: una vittoria potrebbe ulteriormente avvicinare la Nazionale alla qualificazione ai Mondiali del 2010. Lippi orientato a far giocare Iaquinta rispetto a Rossi Juve in un 4-2-3-1 che ha in Pazzini l'unica punta centrale.

- 31.03.2009 L'Under 21 a Kerkrade contro l'Olanda B (gli arancioni giocavano senza limiti di età, con un paio di trentenni) pareggia il penultimo test prima dell'Europeo 1-1. Gli Orange passano con De Jong sfruttando una bambola difensiva, il pari è del talento della Juventus Giovinco. Positiva la prestazione degli azzurrini nella ripresa. Autorevole l'esordio dell'interista Santon.

- 31.03.2009 Il c.t. Lippi non teme contestazioni a Bari per la mancata convocazione di Cassano: "Credo che qui due anni fa si sia pianto di gioia per i campioni del mondo come in tutta Italia". Al Trap: "Italia-Irlanda come Davide e Golia? Lui ha grande esperienza, sa come motivare i suoi giocatori".
Intanto Show del c.t. dell'Irlanda Trapattoni alla vigilia della sfida con l'Italia: "L'inno irlandese mi emoziona". Ed è convinto che il San Nicola tiferà per gli azzurri nonostante l'assenza di Cassano che per lui "è da convocare". "In Portogallo (Euro 2004 ndr) - prosegue il Trap - l'ho preso come un figlio e lui mi ha ripagato con grandi giocate".

- 31.03.2009 Il c.t. azzurro non si sbottona sulla formazione anti-Irlanda, ma nell'ultimo allenamento prima della partenza per Bari, prova il tridente offensivo formato da Pazzini, Pepe e Rossi. "Chi giocherà lo scoprirete domani sera allo stadio. Voglio vedere come recuperano i giocatori usciti non al meglio dalla sfida col Montenegro. Come ho visto Pepe-Pazzini e Rossi? Molto bene, come anche Quagliarella-Iaquinta e Foggia" ha dichiarato Lippi.

- 30.03.2009 Allenamento azzurro in vista della sfida di mercoledì contro l'Irlanda del Trap. Lavoro a parte per Chiellini, Iaquinta e Pepe. Pazzini ancora a segno nella partita di allenamento. Brighi schierato con De Rossi e Pirlo a centrocampo.
Dopo Pazzini, potrebbe essere il turno di Giuseppe Rossi, il giovane emigrante del calcio che a 20 anni ha trovato la sua fortuna all’estero. Proprio ieri il commissario tecnico Marcello Lippi ha detto “non mi sono dimenticato di lui”, oggi si ipotizza un suo ingresso in squadra mercoledì sera a Bari contro la Repubblica d’Irlanda.
“Non so ancora se giocherò – dice l’attaccante – il ct ha fiducia in me e ne trasmette a tutti, in quanto considera fondamentale il turnover. Spero di scendere in campo, come
tutti del resto; nel caso dovesse toccare a me cercherò di dare il massimo per la squadra, e di fare la cosa giusta, che poi per un attaccante è fare gol o farlo fare ad un
compagno servendo l'assist giusto”.

- 29.03.2009 Il giorno dopo la vittoria in Montenegro il c.t. Lippi è già proiettato alla sfida di mercoledì con l'Irlanda: "Sono il nostro unico antagonista". Brutte notizie per Di Natale che lascia il ritiro azzurro: "Il fatto che si tratti di una lesione parziale rende meno grave del temuto l'infortunio - spiega il responsabile medico azzurro, Enrico Castellacci -. Adesso, attraverso alcuni consulenti e specialisti, verrà valutato se optare per una terapia conservativa o se ricorrere all'intervento chirurgico. In questo caso per Antonio la stagione sarebbe finita e lo stop agonistico sarebbe nell'ordine di 5-6 mesi. Mentre nel primo caso il ragazzo potrebbe anche recuperare per giocare le ultime gare della stagione". Chiellini: allarme rientrato. Il difensore della Juventus contro il Montenegro ha sofferto un piccolo trauma al setto nasale, ma la maschera lo ha protetto evitandogli una ricaduta della frattura recentemente corretta con intervento chirurgico. Chiellini ha accusato un leggero sanguinamento, nulla di preoccupante. Ha poi avuto una reazione all’occhio, che si deve essere toccato con la mano sporca e che ha creato un’abrasione. Ma lo specialista oculista che lo ha visitato ritiene che sia recuperabile entro 48 ore. Sarò quindi a disposizione per l’Irlanda.

- 29.03.2009 Lippi soddisfatto del 2-0 in Montenegro: "Nella ripresa la squadra ha creato tantissimo. Mercoledì possiamo incrementare i due punti sull'Irlanda". Allarme per Di Natale: si sospetta una lesione al legamento crociato posteriore del ginocchio sinistro. "Mi dispiace molto per Antonio - prosegue il c.t. - lui ha sentito qualcosa all'interno del ginocchio. Però alle volte può essere solo una leggera stiratura, e non c'è rottura".
Non sono tranquillo, mi fa male - l'allarme di Di Natale -. Speriamo in domani, alle 16,30 ho la visita. Ero in pressione e mi è partito il ginocchio, ho sentito un gran dolore".
L'eroe della serata è Pazzini, capace di fare gol al debutto con la Nazionale maggiore. "È un periodo molto bello - dice l'attaccante -. In due mesi è cambiata la vita, stasera è un coronamento di un sogno. Pepe mi ha messo una bellissima palla in occasione del gol. Ho un bel rapporto con tutti, mi aiutano ad inserirmi qui, è un grande onore stare in mezzo a tanti campioni. Ora non voglio parlare del passato, mi sto togliendo le mie soddisfazioni e mi godo il momento".
Andrea Pirlo conferma la sua fama di giocatore freddo ed imperturbabile: "C'era tanta pressione, ho voluto sdrammatizzare, scavalcando il portiere quando è andato a terra in anticipo. Questa era una partita fondamentale, sapevamo che sarebbe stata dura ma siamo felici di aver vinto. La cosa più importante rimane comunque il nostro spirito di gruppo".

- 28.03.2009 Azzurri in vantaggio all'11' grazie a un rigore di Pirlo, il raddoppio al 74' con Pazzini (alla sua prima apparizione in azzurro) entrato al posto di Iaquinta. Di Natale subito fuori per un brutto infortunio al ginocchio: al suo posto Pepe.
Intanto a Dublino finisce 1-1, dopo il vantaggio dei padroni di casa con Dunne al 1' e l'autogol di Kilbane. Sfuma, così, la possibilità per l'Eire del Trap di presentarsi allo scontro diretto di mercoledì a pari punti con l'Italia.

- 28.03.2009 Il Montenegro senza Vucinic (squalificato) ospita stasera l'Italia. Sarà il primo di due impegni ravvicinati: mercoledì prossimo a Bari gli azzurri ospiteranno l’Irlanda di Trapattoni. Lippi sceglie di schierare un 4-3-3 con un tridente tutto bianconero: ai lati dello juventino Iaquinta agiranno le punte di diamante dell’Udinese Quagliarella e Di Natale. A centrocampo, il sampdoriano Palombo farà reparto insieme a Pirlo e De Rossi, mentre in difesa, davanti a Buffon, agiranno Zambrotta, Cannavaro, Chiellini e Grosso.

- 26.03.2009 Il c.t. della Nazionale Lippi torna sull'esclusione di Cassano, pur senza nominarlo: "Non devo giustificare le mie scelte. Chi si è piegato alla volontà della stampa, in passato, non ha superato gli ottavi di finale".

- 26.03.2009 A Coverciano oggi ha parlato Vincenzo Iaquinta: "Se sto bene non mi sento inferiore a nessuno. Cassano? Giocatore importante. Amauri? Decideranno lui e Lippi, forse se non avesse parlato di questa cosa sarebbe stato meglio. Se viene non c'è problema". Intanto lo juventino si prepara a giocare titolare col Montenegro.

- 25.03.2009 Al Torneo delle Quattro Nazioni di Vienna, l'Austria e la nuova Italia Under 21 di Casiraghi pareggiano 2-2. Azzurrini sotto di due gol, poi la rimonta grazie ad Ariaudo e alla rete del giovane Paoloschi, uno degli uomini cardine del prossimo biennio.
Intanto è stato pattuito un premio di 5000 euro tra la Federcalcio e i giocatori per la qualificazione ai Mondiali del 2010. La Figc corrisponderà a ciascun giocatore la somma a presenza in caso la squadra dovesse centrare l'obiettivo minimo, ovvero partecipare alla prossima rassegna mondiale.

- 25.03.2009 Stamattina stop cautelare per Zambrotta: affaticamento al ginocchio sinistro, ma nel pomeriggio dovrebbe allenarsi. Solo una botta per Pirlo che è già pronto. Scelte praticamente fatte: in partitella confermato il trio Quagliarella-Iaquinta-Di Natale.
Intanto Buffon parla di Amauri: "Se ci aiuta a migliorare ben venga, ma se sceglierà l'Italia lo farà per un sentimento forte". Su Cassano: "Sarebbe molto utile, ma spetta al c.t. fare le scelte".

- 25.03.2009 Pierluigi Casiraghi introduce l'Under 21 del prossimo biennio, che debutta mercoledì pomeriggio contro l'Austria nella gara valevole per il Torneo Quattro Nazioni. "Il gruppo è molto giovane, ma la prima impressione è positiva. Per tenere alta la qualità siamo dovuti scendere di età nella scelta dei giocatori", spiega il ct. La sfida contro l'Austria si preannuncia ostica: "Loro hanno un gruppo più esperto e maturo. Però ho seguito attentamente questi ragazzi in allenamento e ho avuto una buona impressione, sicuramente ho visto tanto impegno".

- 24.03.2009 Lippi ha provato molti in queste prime sedute di allenamento. E' stato testato un centrocampo con il doriano Palumbo insieme a Pirlo e De Rossi. Per l'attacco il tridente ruoterà intorno a Iaquinta. Il c.t. annuncia: "Ci sarà modo di fare molte prove, per sfruttare tutto l'organico viste le due partite ravvicinate e non conta chi giocherà la prima o la seconda partita".
L'allenatore viareggino ha varato quindi un 4-3-3 con Buffon tra i pali, Zambrotta a destra, Grosso a sinistra, Chiellini e Cannavaro centrali in difesa. In cabina di regia, come detto, Pirlo affiancato da De Rossi e Palombo, quindi Iaquinta prima punta con Di Natale a sinistra e Quagliarella a destra. A segno, nella partitella, sono andati Pirlo e Quagliarella.

- 24.03.2009 Tante le dichiarazioni di Lippi oggi: "Sono molto contento che staremo insieme dieci giorni per parlare delle nostre cose e ricreare un gruppo con le caratteristiche che vogliamo. Ho detto loro che la vera espressione del calcio di un paese è la Nazionale, e non le squadre di club. Finora abbiamo fatto bene, con 10 punti in quattro partite, ma c'è un'altra squadra, l'Irlanda, che ha fatto le nostre stesse cose. Saranno loro i nostri antagonisti principali, forse gli unici per il primo posto del girone. Trapattoni? Non ha tradito nessuno, è un professionista che ha lavorato ovunque e che ora è stato chiamato a guidare una nazionale. E' motivo d'orgoglio che allenatori italiani siano chiamati per incarichi così importanti. Ho detto ai giocatori che lavoreremo molto, ma voglio far loro capire che non è importante quando si gioca ma far parte di questo gruppo. Voglio inserire gradualmente gente giovane in questa squadra. Ho promesso a Casiraghi di lasciargli i suoi giocatori che si sono conquistati gli Europei, ma visto che l'Under 21 gioca un'amichevole ne ho convocato qualcuno. Pazzini è stato il primo nome a cui ho pensato quando si è fatto male di Gilardino, Bocchetti sta facendo molto bene ma ci sono anche altri giocatori che stanno facendo bene e sto seguendo. Santon per esempio è un giovane che sta facendo molto bene, ma ho ritenuto che sia giusto fargli seguire un iter di avvicinamento alle squadre nazionali e credo debba cominciare dall'Under 21. Cassano? Sapete che parlo solo dei presenti. Non devo motivare le mie scelte - continua il c.t. dell'Italia -. Ho le mie convinzioni e non devo dare spiegazioni. E non perché sono arrogante, ma perché voglio lavorare su chi c'è".
"Per me raggiungere la Nazionale è una grandissima soddisfazione, cercherò di mantenere questa maglia - commenta Gianpaolo Pazzini, uno dei tre debuttanti in azzurro -. Vengo con entusiasmo e non ho sassolini da togliermi, né alcun rancore nei confronti della Fiorentina. Forse può essere più facile rispetto al passato segnare con gli assist di Cassano, ma ho fatto tanti gol anche con mie invenzioni. Cassano? Ricordiamoci che il mister è Campione del Mondo e spetta a lui decidere".
Poi tocca a Salvatore Bocchetti, difensore del Genoa, raccontare le sue prime emozioni azzurre: "Fare colazione questa mattina con i Campioni del Mondo intorno a me è stata una sensazione bellissima. È una Nazionale che parla molto napoletano, ma ho legato già con tutti i compagni di squadra".

- 23.03.2009 "Se penso di vincere un altro Mondiale? Penso solo a presentarmi in Sudafrica a un buon livello". Fabio Cannavaro rinvia ogni discorso sul suo futuro col Real Madrid e assicura di avere un pensiero fisso. "Alcuni si aspettano che, avendo già giocato 100 partite in nazionale e avendo già alzato la coppa mi faccia da parte, ma io ho ancora fame e sogni" assicura il capitano azzurro. "Tornare in Italia? E' difficile parlare di questo. E' difficile ora trovare un posto per me, ma dovunque andrò avrò la stessa voglia che ho ora, la cosa più importante è che ho ancora voglia di vincere. Quello di cui ho bisogno è un campionato competitivo perchè voglio arrivare in forma e ad alto livello ai Mondiali 2010".
Giampaolo Pazzini si gode intanto la prima chiamata in azzurro con la Nazionale maggiore: "La convocazione? Me l'hanno comunicata a fine partita il direttore generale Marotta e il segretario Marino. Pensavo fosse uno scherzo... Non credevo fosse vero anche se, naturalmente, ci speravo. Era un mio sogno ma non ci pensavo. Ero concentrato solo sulla Samp in questo momento".
Infine Giancarlo Abete è stato confermato alla presidenza della Figc per il prossimo quadriennio. Abete è stato eletto dall'assemblea al primo scrutinio con il 98 per cento delle preferenze. Appena proclamata l'elezione, è stato salutato da tutti i delegati presenti con un lungo applauso. Tre priorità; stadi, violenza e bilanci. “Grazie per la fiducia che spero di onorare con l'impegno e i risultati. C’è la volontà di lavorare congiuntamente con tutto il Consiglio federale, con l'auspicio di determinare presto tutti i suoi ruoli all'interno. Spero di ricompensarvi con l'impegno nell'affrontare i problemi” queste le prime dichiarazioni.

- 22.03.2009 Marco Motta, Salvatore Bocchetti e Giampaolo Pazzini: sono queste le tre novità assolute delle convocazioni del c.t. della Nazionale, Marcello Lippi, per il doppio impegno di qualificazione ai Mondiali 2010 contro Montenegro e Irlanda. È invece un ritorno in azzurro quello di Matteo Brighi e Pasquale Foggia, che contavano rispettivamente una sola e due presenze. Cassano ancora fuori, come Di Vaio. Tanti gli acciaccati costretti al forfeit: Legrottaglie e Bonera in difesa, Camoranesi, Gattuso, Aquilani e Perrotta a centrocampo, Gilardino e Toni in avanti.
Questa la lista dei 23 azzurri:
Portieri:
Amelia (Palermo), Buffon (Juventus), De Sanctis (Galatasaray).
Difensori: Bocchetti (Genoa), Cannavaro (Real Madrid), Chiellini (Juventus), Dossena (Liverpool), Gamberini (Fiorentina), Grosso (Lione), Motta (Roma), Zambrotta (Milan)
Centrocampisti: Brighi (Roma), De Rossi (Roma), Foggia (Lazio), Montolivo (Fiorentina), Palombo (Sampdoria), Pirlo (Milan)
Attaccanti: Di Natale (Udinese), Iaquinta (Juventus), Pazzini (Sampdoria), Pepe (Udinese), Quagliarella (Udinese), G. Rossi (Villarreal).

- 22.03.2009 Dopo le partite di campionato di oggi, Marcello Lippi diramerà le convocazioni per il doppio impegno azzurro contro Montenegro e Irlanda, gare valide per la qualificazione ai Mondiali 2010. Il primo incontro Montenegro-Italia è in programma sabato 28 a Podgorica (ore 20.45), il secondo con la Repubblica d'Irlanda allenata da Giovanni Trapattoni allo stadio San Nicola di Bari mercoledì 1 aprile (ore 20.50). Gli azzurri si raduneranno entro la mezzanotte di lunedì 23 presso il Centro tecnico federale di Coverciano; martedì alle ore 10.30 è previsto il primo allenamento aperto alla stampa, nel pomeriggio alle 16 seconda seduta di lavoro a porte chiuse. Intanto Luca Toni, infortunato, non sarà tra i convocati di Marcello Lippi. Tuttavia l'attaccante del Bayern Monaco dà qualche consiglio al c.t. su chi chiamare al suo posto: "Non sto bene e quindi voglio guarire completamente per fare questi ultimi due mesi di stagione in maniera forte. Ho molta fiducia in questo gruppo tosto e che ha una gran voglia di fare un bel mondiale. Amauri? Deve scegliere lui, ma anch'io avrei gestito la faccenda della Nazionale in un'altra maniera. Comunque, oltre a lui ci sono tanti altri attaccanti che stanno facendo bene. Di Vaio, ad esempio. Bisogna prendere in considerazione tutti, anche Pazzini che è un mio grande amico. Più di Amauri anche Di Vaio merita tanto rispetto, perchè è il capocannoniere della serie A. Se uno guarda le presenze e i gol è giusto che ora si parli di Marco".

- 20.03.2009 Marcello Lippi potrebbe essere costretto a rinunciare a Luca Toni per le sfide contro Montenegro e Irlanda. L'attaccante del Bayern Monaco, ancora alle prese con un problema al tendine d'Achille, non è infatti stato convocato per l'ultima gara di Bundesliga e non essendosi nemmeno allenato difficilmente recupererà in tempo per le due gare delle qualificazioni mondiali che l'Italia giocherà il 28 marzo e il 1° aprile.

- 17.03.2009 Da eterne rivali ad alleati. Italia e Francia stanno valutando l'idea di presentare una candidatura unica per Euro 2016. "Non abbiamo nessuna remora a convergere su una candidatura unica per Euro 2016. Se fosse la Francia sarebbe un paese amico e confinante. Se questo non fosse tecnicamente o politicamente possibile ci giocheremmo tutte le nostre carte". Il presidente della Federcalcio Giancarlo Abete è più che disponibile a valutare l'ipotesi. I dubbi comunque sono tanti e su tutti uno in particolare potrebbe far naufragare il progetto ancor prima di nascere: la finale dove si giocherebbe? Roma o Parigi?
Si parla inoltre in questi giorni anche di rinnovo di Lippi e Abete afferma ancora: "Credo che il commissario tecnico stia pensando solo alla qualificazione ai Mondiali in Sudafrica. Concentriamoci sul Montenegro e sull'Irlanda, prima ci qualifichiamo e meglio è".

- 16.03.2009 Con il doppio impegno contro Montenegro e Repubblica d’Irlanda, l’Italia riprende il cammino per le qualificazioni mondiali che si era momentaneamente interrotto il 15 ottobre proprio con la vittoria (2-1) conquistata a Lecce contro il Montenegro. Il primo incontro Montenegro-Italia è in programma sabato 28 a Podgorica (ore 20.45), il secondo con la Repubblica d’Irlanda allenata da Giovanni Trapattoni allo stadio “San Nicola” di Bari mercoledì 1° aprile (ore 20.50). Domenica 22 il Commissario tecnico Marcello Lippi diramerà la lista dei convocati, che si raduneranno entro la mezzanotte di lunedì 23 presso il Centro tecnico federale di Coverciano; martedì alle ore 10.30 è previsto il primo allenamento aperto alla stampa, nel pomeriggio alle 16 seconda seduta di lavoro a porte chiuse.
Inanto Abete torna a parlare di Amauri: "La Federazione non può ufficializzare niente, perchè è una cosa che dipende dalla volontà dei singoli. Dal momento in cui Amauri dovesse divenire cittadino italiano, e non ci fossero altre situazioni emerse nel frattempo, si dovrà valutare sia la volontà del calciatore sia quella del commissario tecnico".

- 14.03.2009 "Non dico che voglio vincere un altro Mondiale, ma certo ci proveremo con tutte le nostre forze''. In un momento non facile del calcio italiano, escluso dall'Europa che conta già a metà marzo, il commissario tecnico della Nazionale Lippi crede nelle possibilità di un bis iridato degli Azzurri: "Voglio, fortissimamente voglio, ricreare una squadra che abbia gli stessi presupposti psicologici dell'altra, quella che ha vinto il Mondiale 2006".

- 11.03.2009 C'è anche quella dell'Italia tra le quattro candidature ricevute dalla Uefa per l'organizzazione  dei campionati europei di calcio del 2016. Il massimo organismo continentale ha infatti ufficializzato i nomi delle pretendenti e oltre alla federazione presieduta da Abete, che punta a riscattarsi dopo la sorprendente votazione per l'edizione del 2012 in cui sono state premiate Ucraina e Polonia, sono in corsa anche Francia, Turchia e la coppia scandinava formata da Svezia e Norvegia. La decisione finale verrà presa dal Comitato Esecutivo nel maggio del 2010, ad un mese dall'inizio dei Mondiali in Sudafrica.
Intanto nessun cambiamenti in testa al Ranking FIFA, con la Spagna sempre al primo posto. Sul podio anche la Germania e l'Olanda, che precedono l'Italia ferma al quarto posto davanti a Brasile e Argentina.
Ecco la Top 10:
1. Spagna 1.666 (-)
2. Germania 1.366 (-)
3. Olanda 1.317 (-)
4. ITALIA 1.284 (-)
5. Brasile 1.260 (-)
6. Argentina 1.219 (-)
7. Croazia 1.169 (-)
8. Russia 1.128 (+1)
9. Inghilterra 1.083 (-1)
10. Portogallo 1.025 (+2).

- 09.03.2009 Amauri, in attesa del passaporto italiano, dichiara: "Se giocherò in azzurro non sarà per calcolo ma perché ho un sentimento. Sono in Italia da 10 anni, questo Paese mi ha dato tutto e indossarne la maglia sarebbe un modo per ripagarlo. Comunque ho avviato le pratiche e forse ci vorranno meno di sei mesi per ottenere la cittadinanza. Ormai ho preso la mia decisione e presto conoscerete il mio futuro".
Sempre prudente intanto Lippi: "Lui al momento è un giocatore brasiliano e io parlo solo dei giocatori italiani. Quando (e se) diventerà italiano, ne parleremo. Di sicuro è un ottimo giocatore".
Intanto anche Di Vaio, in gran forma e spesso in goal, manda segnali a Lippi: "So che il ct mi guarda e sa che sto facendo bene. Poi lui ha una grande varietà di scelta e la farà pensando a ciò che è meglio per la Nazionale. Sono sereno, qualunque cosa accada. Certo, se mi chiama sarei l'uomo più felice al mondo...".

- 04.03.2009 Il commissario tecnico della Nazionale italiana Lippi ancora non si sbilancia nonostante il giuramento sulla Costituzione italiana della moglie di Amauri, ma fa intendere che accetterebbe di buon grado l'attaccante bianconero: "La moglie di Amauri è diventata italiana, lui ancora no. Se poi lo diventerà e giocherà bene... allora lo chiamerò".
Intanto gli Azzurri torneranno à in Svizzera poco più di due anni dopo la sfortunata partecipazione all'Europeo del 2008 disputando infatti un'amichevole in terra elvetica contro la squadra locale il 12 agosto. Il nome della città svizzera che ospiterà l'evento verrà reso noto nei prossimi giorni direttamente dalla federazione rossocrociata.

- 03.03.2009 La signora Cynthia Cosini Valaderes, moglie di Amauri, è italiana avendo giurato sulla Costituzione questa mattina a Palermo e tra qualche giorno riceverà anche il passaporto. Ora anche l'attaccante della Juventus può iniziare le pratiche per diventare automaticamente cittadino italiano (tempo massimo 6 mesi). Siamo forse giunti ad un epilogo azzurro della vicenda? Sperimo di si. Il giocatore potrebbe quindi essere a disposizione di Marcello Lippi per la spedizione dell'Italia in Sud Africa a giugno per la Confederations Cup.

- 02.03.2009 Fuori Scozia e Galles dentro l'Italia. La Federcacio, per voce del presidente Giancarlo Abete, ha confermato il proprio interesse ad organizzare i campionati europei del 2016. "L'Italia è interessata perché da una parte non possiamo sottrarci al confronto con i grandi eventi internazionali - ha detto il presidente della Figc - e poi perché dobbiamo attivare circuiti virtuosi che diano speranza al nostro calcio. Per presentare la candidatura abbiamo tempo fino al 9 marzo".

- 29.02.2009 Azzurri ovunque...è diventata una moda.... Dopo il romanista Rodrigo Taddei anche un altro brasiliano, Thiago Motta, lancia un segnale esplicito al ct azzurro Lippi: "Essere convocati sarebbe un onore. Quella italiana è una grandissima nazionale, che ha vinto quattro mondiali. Mi piacciono il suo colore e la sua storia, ma è difficile, nel mio ruolo ci sono giocatori buonissimi. L'idea di giocare al fianco di modelli come De Rossi e Pirlo? Sono grandi giocatori, De Rossi per me è il miglior centrocampista che c'è in Italia e sarebbe per me un onore, un privilegio".

- 27.02.2009 Imprevedibile piega ha preso la vicenda di Amauri in Nazionale. Appena un mese fa sembrava l'oggetto del desiderio di due nazionali del calibro di Italia e Brasile. A 30 giorni di distanza la situzione è pesantemente cambiata soprattutto a causa dell'atteggiamento equivoco dell'attaccante della Juve. L'essere sibillino e muoversi come un vero equilibrista ha stancato tanto gli italiani quanto i brasiliani. Dunga dalla sua ha detto a chiare lettere: "In Brasile ci sono tanti campioni in tutte le posizioni. Indipendentemente dal fatto di essere Amauri, o un altro giocatore, le porte della nazionale sono aperte a tutti. Non è l'allenatore che decide se sono chiuse o aperte, sono loro che in campo devono dimostrare se continuare a lasciarla aperta o meno. Noi diamo a tutti l'opportunità. Devi star bene nel momento in cui vieni chiamato, continuare a fare bene, non puoi mollare. Per ora Amauri ha avuto la sua possibilità e non l'ha colta. Amauri potrebbe avere un'altra chance? Dipende come vanno gli attaccanti in Brasile e come va lui. È difficile. In Brasile ci sono molte opzioni, abbiamo Luis Fabiano, Scarpa d'Oro lo scorso anno, che fa gol tutte le volte in nazionale; Adriano, che ha giocato tre partite e fatto due gol; c'è Pato, che è in crescita, e altri. Bisogna portare in nazionale giocatori con diverse caratteristiche".
Ed anche in Italia sono cominciati i primi sussulti come per Gattuso: "Il campione non si discute, ma ha gestito male la vicenda. Prima aspetta il Brasile... ma noi non siamo l'Azerbaigian o la Finlandia, noi siamo l'Italia, abbiamo vinto quattro Mondiali e il nostro calcio non ha nulla da invidiare a nessuno. Penso sia giusto che giochi con il Brasile. La magila azzurra non è un rincalzo, va guadagnata, sudata, non è una concessione ne un piacere".
Immediata e stringata la replica di Amauri: "Delle parole di Gattuso non mi importa niente".
Più tollerante Buffon verso il compagno di club rispetto a Gattuso: "Rino ha detto una cosa in modo colorito ma quando si parla di nazionale e nazionalità si parla di senso appartenenza ed è una cosa seria. Amauri deve decidere da solo".

- 24.02.2009 E' continuata per tutta la giornata nella camera ardente nella sede della Gazzetta dello Sport una inesauribile processione di amici, colleghi e persone comuni per rendere omaggio all'ex direttore della rosa Candido Cannavò. Fra i tanti anche Boniperti, Tomba, Abete, Albertini, Platini, Ferlaino e Gussoni. Alle 14.45 il funerale nella basilica di Sant'Ambrogio di Milano. Il Comune menegnino riserverà al mitico giornalista una sepoltura "d'onore" nel Cimitero Monumentale, esattamente nell'entrata principale del Famedio, dove sono sepolti tanti milanesi illustri da Alessandro Manzoni al patriota Carlo Cattaneo o tanti nomi della storia sportiva italiana del calibro di Giuseppe Meazza, Duilio Loi, Antonio Maspes e Ambrogio Fogar. Tra coloro che hanno una lapide al Famedio, senza esservi tuttavia sepolti, oltre il grande Giuseppe Verdi c'è anche il capitano dell'Inter e della Nazionale Giacinto Facchetti che a Cannavò era legato da un profondo e antico rapporto di amicizia.
L'olimpionica Josefa Idem ha ricordato l'episodio da cui è nata la sua amicizia con Cannavò: "Nel 2000 un giornale diffamò me e altri campioni olimpici, e lui ebbe il coraggio di denunciare questa scorrettezza: non è solito che un giornalista faccia cose simili, ma lui era una persona di grandissimo spessore".

- 24.02.2009 Ecco l'oriundo che non ti aspetti. Archiviato per ora il caso Amauri, la vicenda degli italo-brasiliani torna a far discutere. Infatti, superati i guai fisici e tornato al goal - e che goal - domenica contro il Siena in campionato il giocatore della Roma Rodrigo Taddei avanza una sua clamorosa candidatura per un posto tra gli Azzurri di Lippi. Il centrocampista offensivo giallorosso, mai convocato in verdeoro, parla così non a caso, in quanto vanta un bisnonno originario della provincia di Rieti ed ha quindi passaporto italiano. Tadei ha confidato in un'intervista al sito brasiliano Globoesporte che: "Se per caso Lippi mi chiamasse, accetterei la convocazione. Ho parlato con Totti negli spogliatoi, mi ha detto di stare tranquillo, gli altri compagni di Nazionale mi accoglierebbero senza problemi. La mia vita è in Italia, qui mi sento rispettato, perciò accetterei di buon grado".
Tuttavia, come per Amauri, anche le parole di Taddei, classe 1980, sono frutto di una lunga riflessione che il giocatore ha avuto negli ultimi anni. Non è di certo una scelta presa a cuor leggero su due piadi, ma una valutazione ponderata e quindi di maggiore importanaza. E lo testimoniano le parole diametralmente opposte di Taddei il quale il 10 settembre 2007 annunciò che, pur avendo il passaporto italiano e non avendo giocato nessuna partita nella Nazionale brasiliana, non voleva considerare la possibilità di giocare nella Nazionale italiana, per "rispetto verso i miei compagni italiani che vogliono indossare la maglia della Nazionale del loro paese".
Motivi diversi da quelli di Amauri, che fanno apprezzare le parole di apertura di questi giorni del giocatore della Roma. A questo punto la palla passa al nostro "Generale" Lippi. Mister ci portiamo Rodrigo in Azzurro? Magari alla Confederations Cup...

- 22.02.2009 È morto Candido Cannavò, lo storico direttore della Gazzetta dello Sport, oggi editorialista, aveva 78 anni. Domani camera ardente in via Solferino. Il cordoglio del Presidente della Repubblica cui si associa il saluto del Nazionale Italiana Calcio.it e di tutti gli sportvi d'Italia. Ciao Direttore!

- 20.02.2009 Lunga e interessante intervista rilasciata dal ct Marcello Lippi ai microfoni di SKY: "Ho ufficializzato che avrei lasciato la Nazionale prima del Mondiale, l'abbiamo vinto, l'ho lasciata; dopo pochi mesi mi resi conto della cavolata che avevo fatto e, appena si è ripresentata la possibilità, ho dato la disponibilità. E' stata la mia maniera di ripagare la Federazione, perchè mi sono reso conto che andar via in quel momento non era una cosa tanto normale". L'amichevole con il Brasile non gli ha permesso di stabilire il nuovo record mondiale di imbattibilità ed ha evidenziato i limiti degli Azzurri non ancora amalgamati fra veterani e new entry: "Quella con il Brasile era una partita organizzata da tempo. Noi abbiamo bisogno di incontrare squadre importanti. In questo momento loro sono una squadra motivatissima: giocavano contro i Campioni del Mondo, probabilmente ora sono più forti di noi, ma non è detto che lo siano tra un anno e mezzo". Il suo progetto intanto continua: "Devo stare attento a non lasciare perdere troppo presto giocatori straordinari che magari hanno qualche anno in più, ma capacità, tecnica e saggezza. Nel frattempo bisogna far fare esperienza a chi non ce l'ha. La verità è che non sono tornato in Nazionale perchè voglio vincere un altro Mondiale. Certo ci proveremo con tutte le nostre forze: l'obiettivo è ricostruire un gruppo che raggiunga il top. Lippi non esclude nessuno dal suo progetto, ma per quanto riguarda Totti spiega: "Lui ha detto che abbiamo un rapporto talmente bello, di stima, che se mai glielo chiedessi, è a disposizione. Sia Totti sia Nesta hanno preso questa decisione, sono dei professionisti seri, gli è costata tanto, abbiamo visto anche il perchè, perchè non possono gestire il doppio impegno e perciò bisogna rispettare questa decisione". Da Totti a Del Piero. "Lo conosco da 14 anni, l'ho allenato per 12. Se continuo a chiamare sempre gli stessi come faccio a vedere gli altri? Se poi, tra un anno e mezzo sarà ancora in splendide condizioni è un altro discorso". Quindi Amauri: "è un giocatore brasiliano, quando avrà il passaporto italiano vedremo. Cassano? Ci sono tanti giocatori che stanno facendo bene, come Floccari, Di Vaio. Io li sto seguendo, ma non è che posso chiamarli tutti insieme. Santon mi piace tantissimo, mi sembra predestinato, mi fa pensare a Maldini giovane. Marchisio, Giovinco, Acquafresca li lascio all'Under 21, perchè hanno l'Europeo, poi da giugno avrò anche loro a disposizione".

- 17.02.2009 Marcello Lippi torna a parlare di Italia - Brasile ad una settimana dalla sconfitta di Londra e lo fa in modo pacato, senza drammi: "Ci può stare che un gruppo di giocatori motivati e tecnici possa fare contro di noi, contro i Campioni del Mondo, qualcosa di più. Il nostro errore è stato concedere molto ai nostri avversari soprattutto nel primo tempo, ma per il resto non abbiamo fatto male. Sono fiducioso".

- 17.02.2009 Clamoroso. L'Italia potrebbe tornare in corsa per ospitare i prossimi Europei di calcio, in programma nel 2012, assegnati congiuntamente a Polonia e Ucraina. Infatti la crisi economica che avrebbe travolto i due Paesi esteuropei avrebbe indotto la UEFA, secondo il quotidiano polacco "Dziennik", a tenere pronte tre alternative: trasferire alla Polonia gran parte del torneo, lasciando all'Ucraina solo alcune partite, revocare l'organizzazione a Kiev e affidarla alla federazione tedesca, o infine, assegnare l'intero torneo a Regno Unito, Spagna o Italia. Non resta che covare una piccola e, per ora, ancora remota speranza di portare nel Belpaese la rassegna continentale che manca dal 1980.

- 16.02.2009 Marcello Lippi domenica ha ribadito il suo pensiero nel salotto RAI della Domenica Sportiva sul futuro dell'Italia. "Amauri? Che sia brasiliano ora è definitivo, se un giorno diventerà italiano io comincerò a parlare di lui. Santon, Marchisio, Giovinco e Balotelli? Ho già detto che sono d'accordo con Casiraghi che gli lascio tutti gli azzurrini sino agli Europei, è giusto che si giochino le proprie chances con l'Under 21, poi, in futuro, è chiaro che sono tutti elementi da valorizzaree anche in Nazionale maggiore".

13.02.2009 E' morto Giacomo Bulgarelli. Dopo una lunga malattia, è morto nella sua Bologna Giacomo Bulgarelli. L'ex calciatore e popolare commentatore tv era nato a Portonovo di Medicina, in provincia di Bologna, il 24 ottobre 1940. Campione europeo con la Nazionale italiana nel 1968, legò la sua carriera al Bologna, di cui fu a lungo capitano e con cui vinse lo scudetto nel 1964. In totale Bulgarelli collezionò 29 gare con la maglia dell’Italia, segnando 7 reti, ma la sua parabola discendente in nazionale iniziò proprio dopo il mondiale del 1966, dopo il quale lo stesso centrocampista pagò lo scotto di essere escluso da un rinnovo generale del club azzurro e da quel brutto infortunio che lo tenne lontano dai riflettori per diverso tempo. Bulgarelli continuò comunque ad essere la bandiera del Bologna vincendo due coppe Italia nel 1970 e 1974.
Per alcuni anni sulle pagine del Nazionale Italiana Calcio ha trovato spazio il Bulgarelli Fans Club, fondato e gestito da Sanavia Alberto e Longhin Federico. Il club è stata una simpatica esperienza, poi a distanza di anni, esauritasi.
Anche a loro, oltre che alla famiglia Bulgarelli ed al giornalista Massimo Caputi da sempre amico di Giacomo, va il nostro saluto.

- 12.02.2009 La vittoria dell'Irlanda, ieri in rimonta sulla Georgia per 2-1, significa aggancio all'Italia in vetta al girone di qualficazione al Mondiale 2010. Alla fase finale parteciperanno 32 squadre. Esclusi i padroni di casa (Sud Africa), qualificati di diritto, prendono parte alle qualificazioni 199 nazionali (su 208 riconosciute dalla Fifa).
Per l'Europa (53 in lizza) ci sono 13 posti a disposizione, per le 9 vincenti degli altrettanti gruppi, e le 4 vincenti dei play-off tra le 8 migliori seconde.
In ogni caso l'Italia non deve fare calcoli ma mantenere la posizione e ..arrivare prima nel girone 9 che difficile di certo non è.

- 11.02.2009 L’Italia Under 21 pareggia 1-1 al Nereo Rocco di Trieste nell’amichevole con i pari età della Svezia. La squadra di Casiraghi, che si porta avanti con un rigore di Acquafresca, viene raggiunta nel secondo tempo da Wernbloom (sempre dal dischetto).

- 11.02.2009 Dopo il Brasile, l’Irlanda. Archiviata la sconfitta di Londra, il Commissario tecnico Marcello Lippi è volato dalla capitale britannica alla volta di Dublino, dove stasera si affronteranno l’Eire di Trapattoni e la Georgia, partita del girone 8 (lo stesso dell’Italia) valida per le qualificazioni ai Mondiali del 2010 in Sud Africa. Una gara che interessa in maniera particolare il commissario tecnico: in caso di vittoria, infatti, l’Eire del Trap raggiungerebbe l’Italia in classifica a quota 10. 
L’Italia affronterà l’Irlanda il prossimo 1° aprile allo stadio di Bari, dopo la sfida con il Montenegro in programma il 28 marzo a Podoriga. Successivamente gli Azzurri giocheranno due gare amichevoli, il 6 e il 10 giugno, prima della Confederations Cup. La sconfitta di martedì sera a Londra contro il Brasile ha interrotto la striscia positiva di partite utili consecutive (31) dell’Italia. Lapidario è stato il commento di Lippi: “In questo momento il Brasile è più forte di noi, ma può darsi che tra un anno, un anno e mezzo saremo più forti noi. Vedremo…”.
Intanto la vittoria del Brasile sull'Italia non porta variazioni al Ranking FIFA per nazionali. Gli Azzurri infatti restano quarti alle spalle della Spagna campione d'Europa, della Germania e dell'Olanda, mentre la Seleçao è sempre quinta.

- 11.02.2009 Pareri unanimi in casa Italia, dopo l'amichevole di lusso di Londra col Brasile, su quelli che possono essere stati i motivi tattici alla base della sconfitta azzurra: "Li abbiamo fatti giocare troppo, dovevamo pressarli di più" esordisce Luca Toni, che poi se la prende con... il portiere verdeoro Julio Cesar: "E' stato bravo su un mio tiro".
"Dovevamo fare meglio nel primo tempo, ma presto si vedrà un'altra Italia" cancella i 45' iniziali ma ostenta ottimismo Gianluca Zambrotta nella sala stampa dell'Emirates Stadium.
Simone Pepe, che ha disputato solo un tempo nell'amichevole contro il Brasile, non è d'accordo sulle decisioni arbitrali: "Il gol di Grosso era regolare e, se Webb l'avesse convalidato, sarebbe stata una partita diversa. Ci ha annullato la rete dell'1-0 e subito dopo abbiamo subìto il gol di Elano. Fossimo andati in vantaggio, magari loro si sarebbero scoperti".

- 11.02.2009 Per l'Italia un brutto Derby del Mondo. Facendo mente locale sulla partita emergono alcuni punti sulla serataccia di ieri a Londra. Dietro, l'assenza di Chiellini è stata determinante. Cannavaro un po' - troppo - distratto ma sempre unico come carattere e tenacia. Legrottaglie conferma lo scarso feeling col capitano ma è un giocatore di indubbio valore utile alla causa azzurra (certo su Elano è stato decisamente poco reattivo ed è arrivato improvviso l'1-0). A centrocampo Montolivo ha perso una grande occasione. Ma davanti le incursioni di Grosso sembravano quelle del Mondiale, Rossi ha carattere da vendere e a Toni ha detto no solo un grande Julio Cesar. Camoranesi non sembrava in palla ma è di certo un punto fermo di questa nazionale (quante entrate dure...). Pepe e Di Natale decisamente negativi soprattutto se si considera che sono rismasti - ancora - a casa Del Piero e Cassano e che lo straordinario Giuseppe Rossi partiva dalla panchina. Zambrotta migliore in campo, punto e basta. Dossena e Aquilani, entrati dopo, confermano una personalità ancora acerba in nazionale, speriamo per il futuro perchè per ora sono del tutto sostituibili. Perrotta sempre utile, pure in copertura, anche se non ha più il fiato di una volta. De Rossi in serata no ma sempre imprescindibile e come lui Pirlo che, tuttavia, ha alternato lampi di genio a buio totale (come sul goal di Robinho). Gilardino impalpabile, ma si è mosso molto e di certo è stato supportato pochissimo dai compagni. Se sarà o meno Amauri in avanti i presupposti ci sono, ma serve più sostegno alle punte per non lasciare sole in balia delle difese avversarie (oppure Lippi deve avere il coraggio di cambiare modulo in modo radicale per consentire il migliore inserimento delle nuove leve). II ct resta il condottiero del nostro esercito del pallone, ma ora serve più lucidità sin dalle convocazioni. Se "alcuni" restano a casa deve essere perchè chi va in azzurro è più in forma o più bravo e ieri non è parso così.

- 10.02.2009 La Seleçao supera 2-0 gli azzurri all'Emirates: apre Elano al 13' (su errore di Legrottaglie), raddoppia Robinho al 27' (ingenuità di Pirlo). Primo tempo imbarazzante, poi nella ripresa Lippi cambia mezza squadra e la Nazionale va vicina al gol in più di una occasione: Julio Cesar è insuperabile.
Lippi accetta la sconfitta per 2-0 dal Brasile: "Esco dispiaciuto da questa sconfitta. Ma brucia perché non ero più abituato a perdere. Buone occasioni nella ripresa ma contro i migliori al mondo serve un'altra mentalità. Abbiamo avuto troppo timore reverenziale soprattutto in avvio".

- 10.02.2009 Dopo la rifinitura, sembra confermato l'attacco a tre con Camoranesi, Toni e Rossi. Gamberini acciaccato, rischia di non sedersi nemmeno in panchina. Il c.t. Lippi: "Devo vedere la crescita dei giovani e lo spirito dei Campioni del Mondo".

- 10.02.2009 A Londra tutto è pronto per l'amichevole di stasera, in diretta in 152 paesi, tra Italia e Brasile che gli Azzurri non battono dal Mondiale 1982. I 12 confronti sono in perfetta parità: 5 vittorie a testa. L’ultima sfida nel 1997, a Lione: finì 3-3 e in campo c’era Cannavaro, allora giovane leone azzurro, adesso capitano di lungo corso. Niente rifinitura per i verdeoro, mentre gli uomini di Lippi saranno in campo alle 12.00 (ora italiana) per un'ultima sgambata sul campo dei Queens Park Rangers di Briatore. Tutto esaurito all'Emirates Stadium che ha sostituito lo storico Highbury e aprirà i cancelli già tre ore prima della gara, alle 16.45 locali. Probabile la chiusura della fermata di metropolitana più vicina, per ragioni di sicurezza.

- 09.02.2009 Durante la rifinitura dell'Emirates Stadium, svolta sotto una fitta pioggia, Lippi ha alternato i titolari. Domani contro il Brasile sulla destra dovrebbe partire Camoranesi con Giuseppe Rossi a completare il tridente con Toni. Ristabilito De Rossi. Questi i probabili undici che verranno schierati da Lippi (4-3-3): Buffon, Zambrotta, Legrottaglie, Cannavaro, Grosso; Perrotta, Pirlo, De Rossi; Camoranesi, Toni, Rossi. Brasile, invece, scenderà con un 4-2-3-1: Julio Cesar, Marcelo, Juan, Lucio, Maicon, Gilberto Silva, Elano, Ronaldinho, Robinho, Adriano, Baptista.

- 09.02.2009 La sfida per eccellenza. Domani, all'Emirates Stadium di Londra, tornano ad affrontarsi Brasile e Italia, un'amichevole, solo sulla carta. L'allenatore del Brasile Dunga non nasconde l'importanza della partita con l'Italia: "Quando si gioca contro gli Azzurri gli stimoli sono sempre speciali. Amauri? Le regole vanno rispettate, ma ai miei tempi nessuno poteva impedirmi di rispondere a una convocazione". Julio Cesar: "Sfida tra due potenze".
Lippi alla vigilia dell'amichevole che potrebbe regalargli il record di 32 gare senza sconfitte sulla panchina dell'Italia dichiara non senza emozione: "Per me è la prima volta contro il Brasile, sarà una partita unica. Peccato aver avuto solo 48 ore per prepararla. E' il derby del mondo. Questa partita può essere una grande iniezione di fiducia per noi in questo 2009, che porterà alla Confederations Cup". Intanto un piccolo imprevisto ha caratterizzato la vigilia azzurra. Infatti l'allenamento di rifinitura all'Emirates Stadium è stato ritardato di un'ora. Il pullman con gli azzurri è rimasto imbottigliato nel traffico di Londra mentre portava i giocatori dall'aeroporto all'impianto dell'Arsenal.
Nel frattempo continua l'emorragia di infortuni nell'Italia Under 21, a 48 ore dall'amichevole di Trieste contro la Svezia. Il commissario tecnico degli azzurrini Pierluigi Casiraghi deve fare a meno di Luca Cigarini e diDavide Lanzafame, che a sua volta era il sostituto di Osvaldo.

- 09.02.2009 Primo allenamento per gli azzurri in vista di Italia-Brasile allo Stadio Meazza di Milano. De Rossi ha lasciato subito il campo per una puntura d'insetto a un labbro ma nulla di preoccupante. Nel pomeriggio partenza per Londra e rifinitura all'Emirates Stadium alle ore 19.00. La squadra decollerà per la City dall’aeroporto milanese di Malpensa alle 16.30.
Intanto i brasiliani della serie A parlano della sfida agli azzurri di domani sera a Londra. "Sappiamo come giocano, sfrutteremo questo vantaggio", ha detto Adriano. "Questo è un classico di enorme importanza", ha aggiunto Ronaldinho. Parla anche Julio Cesar. "Più della rivalità con l'Italia, ci interessa cominciare bene il 2009. Gli azzurri sono campioni del mondo, una vittoria ci darebbe grande fiducia".

- 07.02.2009 Lippi ha diramato oggi i nomi degli Azzurri che martedì (ore 19.45 locali, le 20.45 italiane) sfideranno il Brasile di Dunga allo stadio Emirates di Londra in una amichevole dai mille significati e dal presitgio unico. Scendono in campo, infatti, un totale di 9 Coppe del Mondo (4 per l'Italia e 5 per il Brasile). Niente da fare per Del Piero e Cassano che non rientrano fra i nomi della lista.
Portieri: Buffon (Juventus), Amelia (Palermo), De Sanctis (Galatasaray);
Difensori: Bonera (Milan), Cannavaro (Real Madrid), Dossena (Liverpool), Gamberini (Fiorentina), Grosso (Lione), Legrottaglie (Juventus), Zambrotta (Milan)
Centrocampisti: Aquilani (Roma), Camoranesi (Juventus), De Rossi (Roma), Montolivo (Fiorentina), Pepe (Udinese), Perrotta (Roma), Pirlo (Milan)
Attaccanti: Di Natale (Udinese), Gilardino (Fiorentina), Iaquinta (Juventus), Quagliarella (Udinese), Rossi (Villarreal), Toni (Bayern Monaco).
Questo il programma degli allenamenti e degli incontri con la stampa:
Domenica 8 Febbraio 2009
Entro la mezzanotte raduno presso l’Hotel Melia di Milano
Lunedì 9 Febbraio 2009
h. 10.30 Allenamento presso lo stadio “Giuseppe Meazza” di Milano (aperto alla stampa
h. 16.30 Partenza volo charter da Milano Malpensa per Londra Luton
h. 19.00 l.t. (20.00 italiane) Allenamento presso lo stadio “Emirates” di Londra (aperto alla stampa) Prima dell’allenamento è prevista la conferenza stampa del C.T. ed al termine l’incontro stampa dei calciatori
Martedì 10 Febbraio 2009
h. 19.45 l.t. (20.45 italiane) Gara BRASILE – ITALIA – (Arbitro Riley della Fed. Inglese) Al termine incontro con la stampa e trasferimento in aeroporto per rientro in Italia.

- 05.02.2009 Lippi vuol ripulire Italia-Brasile, in programma allo stadio Emirates di Londra martedì 10 alle 20.45 ora italiana, dalle polemicheSabato le convocazioni, in vista dell'amichevole del 10 febbraio a Londra: "Non ho mai affrontato la Seleçao. È una partita di grande prestigio tecnico, ma scendendo in campo a 48 ore dal campionato si perde qualcosa". Su Maldini: "Gara d'addio quando smetterà col calcio".

- 04.02.2009 Qualificazioni a Euro 2011. L'urna sorride all'Under 21. Nel sorteggio in Danimarca gli azzurrini di Casiraghi sono stati inseriti nel gruppo 3 con Galles, Ungheria, Bosnia-Erzegovina e Lussemburgo, tutte formazioni abbordabili. Si parte il 28-29 marzo. Avanti le prime di ogni girone e le quattro migliori seconde.

- 04.02.2009 La Confederations Cup si avvicina e l'Italia si veste di nuovo scegliendo lo stile dei magici anni 30, dei due mondiali vinti (1934 e 1938), quelli di Vittorio Pozzo. Italia a stelle & strisce: nel senso delle quattro stelle mondiali e delle strisce che s’incrociano sul tessuto in un disegno quasi ipnotico. Il cambio sarà solo temporaneo, esclusivamente per la competizione di giugno 2009. La divisa nuova sarà molto elegante, studiata dalla Puma per celebrare il Mondiale 2006, collegandolo idealmente al doppio successo del ’34 e del ’38. Di sicuro sarà impiegata in tre partite: quelle del gruppo che comprende Usa, Egitto e Brasile. Superando il turno sarebbero però cinque: in più, la semifinale e una delle due finali. Speciale anche la trama che fa da sfondo: la parola «Italia» ripetuta quasi ossessivamente, accompagnata dalle quattro stelle mondiali e da strisce oblique. Lungo un fianco, il tricolore.
Sabato sera Lippi comunicherà i 23 azzurri per Italia-Brasile. Non sono attese novità. Il c.t. spera sempre di recuperare Giuseppe Rossi, che s’era fatto male in allenamento con il Villarreal, e potrebbe ricevere belle notizie da Juve-Napoli di Coppa Italia stasera.

- 04.02.2009 Amauri: il tormentone è finito. O no? Dopo i fatti legati al rifiuto della Juventus di concedere il nulla osta per la convocazione dell'attaccante, la situazione potrebbe essersi comunque chiarita. Il tira e molla di Amauri fra gli Azzurri e la Seleçao potrebbe essere finito. Infatti, dopo aver sfiorato la convocazione nel Brasile per l'amichevole contro l'Italia del prossimo 10 febbraio il giocatore sembrerebbe aver capito cosa vuole: "Non c'è alcuna possibilità che io giochi con l'Italia contro il Brasile. Continuerò a lottare per un posto nella squadra di Dunga nelle prossime convocazioni (visto che senza passaporto italiano Lippi non può chiamarlo - ndr)". Queste sono le sue parole in un'intervista al sito brasiliano Esporte Interativo. Sarà la verità? Tuttavia le sue parole sono ben diverse da come sono state riportate da tutta la stampa italiana, questa volta poco attenta alla traduzione ("Não existe a menor chance de eu atuar pela Itália contra o Brasil"). Amauri ha escluso di giocare con l'Italia nella SOLA partita contro il Brasile. Il giocatore, infatti, con queste parole sibilline lascia sempre aperte le due porte per il futuro.

- 03.02.2009 Paolo Maldini apre all'idea di disputare un'ultima partita con la Nazionale: "Mi farebbe piacere, sarebbe l'occasione per celebrare una carriera comunque lunga". Vestire per un'ultima volta la maglia azzurra per celebrare il suo addio al calcio professionistico al termine di una lunga e gloriosa carriera. Conferma lo stesso ct della Nazionale Marcello Lippi, che ha però escluso la possibilità di vedere il difensore del Milan in campo nell'amichevole contro il Brasile del 10 febbraio all'Emirates Stadium di Londra. "La sfida contro il Brasile è vicinissima - dichiara Lippi - mancano meno di due settimane e probabilmente sarà difficile da capire ma non si può organizzare una cosa del genere in così poco tempo". Maldini ha lasciato la Nazionale, dopo 126 presenze nel 2002. Nel 2004, con Trapattoni c.t., venne organizzato l'addio a Roberto Baggio.

- 02.02.2009 Il commissario tecnico del Brasile, Carlos Dunga, ha preso atto della volontà della Juventus di non mettergli a disposizione Amauri e ha deciso di fare a meno dell'attaccante. "Al suo posto non convocherà un altro giocatore, Luis Fabiano rimane senza sostituto". E' la parola fine?
Intanto Giancarlo Abete passa all'attacco e invita pubblicamente Amauri a prendere una decisione in tempi brevi: "La preferenza tra l'Italia e il Brasile? Penso che prima la esprime e meglio è. Da una parte Lippi prenderà in esame la situazione solo quando Amauri sarà un cittadino italiano. Dall'altra noi rispettiamo le decisioni del giocatore perché in qualunque nazionale va a giocare deve essere motivato".

- 01.02.2009 Non si sa ancora se Amauri avrebbe accettato o meno la chiamata di Dunga ma, nel frattempo, il presidente della Juventus sembra aver dato una mano alla causa azzurra. Cobolli Gigli dopo la sconfitta dei bianconeri contro il Cagliari ha annunciato che non darà il via libera all'attaccante perchè chiamato dal ct carioca per l'amichevole Italia-Brasile fuori tempo massimo secondo i termini legali stabiliti dalla Fifa per la chiamata di calciatori che giocano all'estero. La Juventus quindi non concederà il nulla osta. "Non è arrivato nulla - afferma Cobolli Gigli - e se arrivasse la richiesta sarebbe fuori tempo utile. Non l'accetteremo. Abbiamo informato il giocatore che ne ha preso atto. La responsabilità è nostra. Ci dobbiamo concentrare sulle prossime tappe della Juve e vogliamo che resti con noi". Amauri a questo punto resta arruolabile dall'Italia di Lippi, qualora in futuro gli fosse concesso il passaporto italiano.

- 31.01.2009 Addio Amauri. Il c.t. brasiliano Dunga ha convocato lo juventino per l'amichevole del 10 febbraio contro l'Italia a Londra al posto dell'infortunato Luis Fabiano. La Nazionale di Lippi sperava di avere a disposizione il bianconero dopo l'ottenimento della cittadinanza italiana. La Figc: "Rispettiamo la volontà del giocatore". La madre: "Scelga l'Italia". Unica speranza di azzurro è che il giocatore, qualora non parta titolare, non rientri fra i cambi carioca.

- 30.01.2009 Sconfitta tra le polemiche da Ucraina e Polonia nella corsa all'organizzazione degli Europei 2012, l'Italia ci riprova con l'edizione successiva, in programma nel 2016. La Federcalcio ha infatti deciso di presentare all'Uefa una dichiarazione di intenti per ospitare la rassegna continentale. Non è ancora una candidatura ufficiale, ma poco ci manca. L'edizione del 2016, secondo i piani dell'Uefa, sarà la prima allargata a 24 selezioni.

- 29.01.2009 Il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, vorrebbe abolire l'amichevole di calcio tra Italia e Brasile, in programma il 10 febbraio a Londra per la vicenda del terrorista Battisti la cui estradizione è stata rifiutata dal paese sudamericano. Da Losanna, dove era in visita al Cio, il ministro degli Esteri Franco Frattini ha immediatamente replicato al collega. "Lo sport non c'entra nulla con questa vicenda e non è giusto annullare la partita con quello che resta un popolo amico. Io non voglio nemmeno che i giocatori prendano posizione. Mi basterebbe vincere".
Intanto Buffon replica al ministro della Gioventù Giorgia Meloni, che aveva lanciato l'idea di far scendere in campo gli azzurri con il lutto al braccio. "E' una misura esagerata e fuori tempo. Quello che è successo non è una tragedia, ma una vicenda in evoluzione e della quale si deve ancora capire come andrà a finire. Noi seguiamo quel che dice la Federcalcio: Brasile e Italia hanno rapporti di simpatia e stima, anche questa volta lo sport può aiutare a riportare distensione in una situazione che è elettrica, e a svelenire il clima".

- 26.01.2009 Dunga snobba Amauri: per lui niente Italia-Brasile. Il c.t. della Seleçao, infatti, non ha convocato l'attaccante della Juventus in vista dell'amichevole del 10 febbraio a Londra. "Amauri è un giocatore che la gente sta tenendo d'occhio e affrontare l'Italia in questo momento gli metterebbe addosso troppa pressione. Bisogna aspettare il momento opportuno".
Intanto a quota 15 gol in campionato Di Vaio torna a pensare alla maglia azzurra: "Lippi dice sempre che la Nazionale è aperta a tutti, spero di continuare a fare bene, sarebbe un sogno tornare in azzurro"

- 19.01.2009 Lippi ammette di stare seguendo con attenzione le prestazioni di Sergio Floccari. La punta dell'Atalanta sta inanellando una serie di partite ad alto livello e conta già 10 reti in serie A: "Sto notando tanti giocatori italiani bravi in squadre di tutti i livelli, grandi e piccole. Guardo e ammiro Floccari, sta facendo grandi cose. Amauri? Quando sarà italiano vedremo".

- 16.01.2009 Il Ranking FIFA del mese di gennaio non riserva sorprese lasciando immutata la graduatoria. Sul podio, davanti agli Azzurri, Spagna, Germania e Olanda. Il Brasile, prossimo avversario dei ragazzi di Lippi è quinto. La Top Ten:
1. Spagna 1.663
2. Germania 1.389
3. Olanda 1.338
4. Italia 1.326
5. Brasile 1.224
6. Argentina 1.180
7. Croazia 1.142
8. Inghilterra 1.115
9. Russia 1.103
10. Turchia 1.016.

- 14.01.2009 A meno di un mese dal suggestivo test contro il Brasile il ct Lippi torna sulla disponibilità data da Totti qualche settimana fa sul suo possibile ritorno in azzurro: "La disponibilità di Francesco Totti a tornare in Nazionale è una dimostrazione di serietà: però decido io. Quindi come io ho rispettato lui in passato, lui rispetterà me in futuro". Quanto al match con i Verdeoro: "Non ho mai affrontato il Brasile né da calciatore, né da allenatore ed è una sfida che mi affascina, anche alla luce del fatto che quest'anno, considerando gli impegni in Confederation Cup, potremmo incontrarli per tre volte. Proveremo a rivincere il Mondiale, nel 2010 sapendo che sarà difficile. Quello che mi preme in questo momento è che ci sia un grande gruppo, che abbia sempre voglia di lavorare e stare insieme".

- 13.01.2009 Cresce l'attesa per l'amichevole regina Italia - Brasile che si giocherà il 10 febraio a Londra nell'Emirates Stadium del Arsenal. Il sito dei Gunners (www.arsenal.com), presso il quale è possibile comprari i biglietti, già dichiara per alcuni settori Sold Out - Tutto Esaurito.

- 10.01.2009 La possibilità di vestire la maglia azzurra sembra allontanarsi per Amauri che è da mesi in attesa della cittadinanza che gli permetterebbe di essere convocabile da parte di Marcello Lippi. I ritardi, secondo quanto ricostruito dal Messaggero, sarebbero legati a una falla nel permesso di soggiorno della moglie. In attesa dunque che la Prefettura di Palermo (dove sono state avviate le pratiche quando il giocatore giocava nella squdra del capoluogo siculo) approfondisca ulteriormente la situazione inevitabilmente passeranno altri mesi e nel frattempo il Brasile diventa la soluzione principale per il giocatore che non ha mai nascosto comunque la passione per la casacca verdeoro.

- 05.01.2009 In poco più due anni dal giorno in cui la Nazionale di Marcello Lippi vinse il Mondiale a Berlino, la Coppa ha compiuto un tour faticoso, ma che ha riscosso un enorme successo. Dal Nord al Sud dell’Italia, un viaggio che comprende ben 129 “uscite”, a cui vanno aggiunte cinque trasferte oltre confine tra Cina, Austria, Svizzera, Emirati Arabi e Belgio.
Un fiore all’occhiello della Federazione, che ha soddisfatto tutte le richieste pervenute dalle varie Regioni e che sta lavorando per accogliere anche quelle relative al prossimo anno. Napoli, nel luglio 2006, in occasione dei festeggiamenti per la vittoria del Mondiale alla presenza dei Campioni del Mondo Fabio Cannavaro, capitano dell’Italia, e Ciro Ferrara, tecnico federale, ha segnato la prima tappa del lungo viaggio. Ad onorare il titolo vinto dagli Azzurri, il trofeo è stato a Pescara per Oddo e Grosso, in Calabria per Perrotta, a Como per Zambrotta, a Carrara per Buffon, a San Vendemmiano per Del Piero e ad aprile 2008 a Besano in Brianza per il vice presidente della Figc Demetrio Albertini. Ma non solo. Presente in occasione di tornei, di gare della Nazionale e delle squadre giovanili, il prestigioso trofeo è stato protagonista di eventi importanti e significativi: al 2° Memorial “Nicola Calipari” e Caduti di Nassirya a Palmi (Reggio Calabria), al reparto Oncologico di pediatria dell’Ospedale Maggiore di Parma, alla Comunità di San Patrignano per il Memorial V. Muccioli, all’Auditorium di Roma per l’Associazione “Aisla” e “Viva la vita”, alla festa della Polizia di Stato, ad Amatrice in occasione del Torneo di basket in carrozzina, al Comune di Loreto per la visita di Papa Benedetto XVI, a San Giovanni Rotondo Per il festival “Giovanni Paolo II”. 
L’ultima tappa è stata quella che la Coppa ha compiuto nei giorni scorsi negli studi Rai di Roma per la maratona televisiva di Telethon. Altre ne seguiranno da qui al 2010, quando si aprirà il sipario sui Campionato del Mondo in Sudafrica.

- 02.01.2009 Amauri è stufo di parlare della vicenda legata al suo futuro e, in un'intervista rilasciata a La Repubblica, sbotta: "Brasile o Italia? Potrei dire di no a tutte e due". "Non voglio mettermi all'asta tra i due commissari tecnici. Sia chiaro: non ho bisogno di una nazionale. Questa è l'ultima volta che affronto l'argomento, non aprirò più bocca fino a quando non mi arriverà una convocazione ufficiale, da una parte o dall'altra. Sempre ammesso che arrivi...".
Intanto la Federcalcio ha ufficializzato la sede della partita delle qualificazioni Mondiali tra l'Italia campione del mondo e l'Irlanda di Giovanni Trapattoni: si giocherà al San Nicola di Bari.