1920

20.
Milano (Velodromo Sempione) - domenica, 18 gennaio 1920 - h. 14,30
ITALIA - FRANCIA 9-4 (4-3) Amichevole
ITALIA: Cameroni (Legnano) 1, Ticozzelli (Alessandria) 1, R. De Vecchi
(Genoa) 18 (cap.), Ara (Pro Vercelli) 11, Carcano (Alessandria) 2,
C. Lovati (Milan) 1, Berardo (U.S. Torinese) 14, Aebi (Inter) 1,
Brezzi (Genoa) 1, Cevenini III (Inter) 2, Bergamino I (Genoa) 1.
Commissione tecnica della Federazione - Allenatore: N. Resegotti
FRANCIA: Cottonet, P. Mony, A. Mony, E. Devic, Olagnier, Mistral, Dewaquez,
Rénier, P. Nicolas, Bard (cap.), Dubly. Commissione tecnica federale
Arbitro: Forster (Svizzera)
Marcatori: 7' Cevenini III, 18' Aebi, 19' Cevenini III, 23' P. Nicolas (F), 28' Bard (F), 38' Brezzi, 41' Bard (F), 52' Brezzi, 62' e 70' Aebi, 72' Carcano, 84' Brezzi, 87' Dubly (F)
Spettatori: 14,000
Note: Primo incontro della risorta nazionale con grande richiamo di pubblico. Tra i numerosi esordienti ricordiamo lo svizzero Aebi, il primo straniero della storia della nazionale.

21.
Bern (Bern F.C.) - sabato, 28 marzo 1920 - h.15,00
SVIZZERA - ITALIA 3-0 (1-0) Amichevole
SVIZZERA: Berger, Gottenkieny, Fehlmann (cap.), Schneebeli, Schmiedlin,
Pollitz, Huber, Merkt, Martenet I, Kramer I, Friedrich II.
Commissario tecnico: T. Duckworth
ITALIA: Giacone (Juventus) 1, Ghigliano (Genoa) 1, R. De Vecchi (Genoa) 19
(cap.), Ara (Pro Vercelli) 12, Carcano (Alessandria) 3, C. Lovati
(Milan) 2, L. Conti (Inter) 1, Aebi (Inter) 2, Brezzi (Genoa) 2,
Cevenini III (Inter) 3, Asti (Inter) 1. Commissione tecnica della
Federazione - Allenatore: G. Milano I
Arbitro: Mutters (Olanda)
Marcatori: 11' Merkt, 59' Kramer I, 70' Merkt
Spettatori: 10,000
Note: Esordio del grande Leopoldo Conti per il quale l'Inter, in un'epoca dilettantistica, tira fuori ben 100 lire per prelevarlo dall'Enotria.

22.
Genova (Campo Genoa e Andrea Doria, Marassi) - giovedì, 13 maggio 1920 - h. 15,30
ITALIA - OLANDA 1-1 (0-1) Amichevole
ITALIA: Giacone (Juventus) 2, Bruna (Juventus) 1, R. De Vecchi (Genoa) 20
(cap.), Ara (Pro Vercelli) 13 (46' Reynaudi (Novara) 1), Meneghetti
(Novara) 1, C. Lovati (Milan) 3, Rampini II (Pro Vercelli) 1,
Baloncieri (Alessandria) 1, Brezzi (Genoa) 3, Sardi (Genoa) 4,
Forlivesi (Modena) 1. Commissione tecnica della Federazione -
Allenatore: G. Milano I
OLANDA: Mac Neill, Dénis, Verweij, Van Roessel, Ruffelse (cap.), Steeman, De
Natris, Van Dort, H.J. Kessler, Van Diermen, J.H.H. Kessler. Coach:
F. Warburton.
Arbitro: Stutz (Svizzera)
Marcatori: 43' J.H.H. Kessler (H), 83' Sardi
Spettatori: 11,000
Note: Anche in questo incontro, il primo tra Italia e Olanda, numerosi esordienti. Bruna gioca nella Juve e fa l'operaio alla Fiat, la leggenda narra che sia lui a suggerire a Edoardo Agnelli di comprarsi la Juventus. Rampini II è tornato dal fronte con una medaglia d'argento al valor militare. Soprattutto esordisce l'immenso Adolfo Baloncieri, uno dei più grandi calciatori del Torino di tutti i tempi. Quando nel 1928 il Torino fonda il vivaio, i giovani granata sono chiamati "Balon Boys" in suo onore.

23.
Gent (U.S. Gand) - sabato, 28 agosto 1920
ITALIA - EGITTO 2-1 (1-1) Giochi della VII Olimpiade (Eliminatorie)
ITALIA: Giacone (Juventus) 3, Bruna (Juventus) 2, R. De Vecchi (Genoa) 21
(cap.), Reynaudi (Novara) 2, Meneghetti (Novara) 2, C. Lovati
(Milan) 4, Sardi (Genoa) 5, Baloncieri (Alessandria) 2, Brezzi
(Genoa) 4, Santamaria (Genoa) 2, Forlivesi (Modena) 2. Commissione
tecnica della Federazione - Allenatore: G. Milano I
EGITTO: Kamel Taha, Mohamed El Sayd, Abdel Salam Handi, Riad Shawky, Aly
Fahmi El Hassani, Gamil Osman, Tewfik Abdullah, Aly Hassan, Hussein
Hegazi, Sayd Abaza, Daki Osman.
Arbitro: Putz (Belgio)
Marcatori: 25' Baloncieri, 30' Daki Osman (E), 57' Brezzi
Spettatori: 2.000
Note: Prima partita del torneo olimpico, allora massima espressione del calcio mondiale. Non brilliamo ed è un campanello d'allarme per la partita successiva.

24.
Antwerpen (Olympisch Stadium) - domenica, 29 agosto 1920
FRANCIA - ITALIA 3-1 (2-1) Giochi della VII Olimpiade (Quarti di finale)
FRANCIA: Parsys, Huot, Baumann, Batmale, Petit, Hugues, Dewaquez, Boyer, P.
Nicolas, Bard (cap.), Dubly. Commissione tecnica federale
ITALIA: Giacone (Juventus) 4, Bruna (Juventus) 3, R. De Vecchi (Genoa) 22
(cap.), Sardi (Genoa) 6, Meneghetti (Novara) 3, C. Lovati (Milan) 5,
Pio Ferraris (Juventus) 1, Baloncieri (Alessandria) 3, Brezzi
(Genoa) 5, Santamaria (Genoa) 3, Marucco (Novara) 1. Commissione
tecnica della Federazione. Allenatore: Milano I.
Arbitro: Christophe (Belgio)
Marcatori: 10' Bard, 14' Boyer, 33' Brezzi rig. (I), 54' Bard
Spettatori: 10,000
Note: Francia un po' diversa da quella bastonata 8 mesi prima. Comunque la squalifica della Cecoslovacchia da il via ad un torneo di consolazione che, in realtà assegna le medaglie d'argento e di bronzo e al quale gli azzurri partecipano.

25.

Antwerpen (Olympisch Stadium) - martedì, 31 agosto 1920
ITALIA - NORVEGIA 2-1 d.t.s. (0-1, 1-0, 1-0, 0-0) Giochi della VII Olimpiade (Torneo per il 2° e 3° posto, Prima gara)
ITALIA: Campelli (Inter) 6 (cap.), V. Rosetta (Pro Vercelli) 1, Bruna
(Juventus) 4, Reynaudi (Novara) 3, Parodi (Pro Vercelli) 3, Burlando
(Doria) 1, Roggero (Savona) 1, Sardi (Genoa) 7, Pio Ferraris
(Juventus) 2, Badini II (Bologna) 1, Forlivesi (Modena) 3.
Commissione tecnica della Federazione - Allenatore: G. Milano I.
NORWAY: Wathne, Aulie, Johnsen, Mohn, Halvorsen, G. Andersen, Paulsen, A.
Andersen, Helgesen, Semb-Thorstvedt, Holm. Commissario tecnico: H.
Fr. Granum.
Arbitro: Fourgous (Francia)
Marcatori: 40' A. Andersen (N), 46' Sardi, 96' Badini II
Spettatori: 500
Note: L'esordiente Badini II è il primo giocatore del Bologna a vestire l'azzurro. Un'entrata assassina del terzino del Padova, Modulo un mese dopo le Olimpiadi lo costringerà al ritiro. Burlando invece scende in campo a poche ore dalla partita della nazionale olimpica di pallanuoto che lo vide protagonista. Infine ecco in campo anche Virginio "Viri" Rosetta vincitore in carriera di 8 scudetti, 2 con la Pro Vercelli e 6 con la Juventus nonché il primo dei futuri campioni del mondo del 1934.

26.
Antwerpen (Olympisch Stadium) - giovedì, 2 settembre 1920
SPAGNA - ITALIA 2-0 (1-0) Giochi della VII Olimpiade (Torneo per il 2° e 3° posto, Semifinale)
SPAGNA: Zamora, Vallana (cap.), Otero, Artola, Sancho, Sabino, Moncho Gil,
Pagaza, Sesumaga, Pichichi, Silverio. Commissione tecnica.
ITALIA: Campelli (Inter) 7, Bruna (Juventus) 5, R. De Vecchi (Genoa) 23
(cap.), Parodi (Pro Vercelli) 4, Meneghetti (Novara) 4, De Nardo
(Spes-Genova) 1, A. De Marchi (Doria) 1, Baloncieri (Alessandria) 4,
Brezzi (Genoa) 6, Badini II (Bologna) 2, Marucco (Novara) 2.
Commissione tecnica della Federazione - Allenatore: G. Milano I.
Arbitro: Putz (Belgio)
Marcatore: 43' e 72' Sesumaga
Spettatori: 14,000
Note: Gli azzurri fanno conoscenza con il mitico portiere Zamora. Passeranno 11 anni prima che un calciatore italiano su azione riesca a segnarli.

1921

27.
Marseille (Olympique Marseille) - domenica, 20 febbraio 1921 - h. 15,00
FRANCIA - ITALIA 1-2 (1-0) Amichevole
FRANCIA: Beaudier, Langenove, Gamblin (cap.), Batmale, Hugues, Bonnardel,
Dewaquez, D. Devic, P. Nicolas, Bard, Dubly. Commissione tecnica
federale.
ITALIA: Campelli (Inter) 8, V. Rosetta (Pro Vercelli) 2, R. De Vecchi
(Genoa) 24 (cap.), Genovesi (Bologna) 1, Carcano (Alessandria) 4,
Burlando (Doria) 2, Migliavacca (Novara) 1, Baloncieri (Alessandria)
5, Cevenini III (Inter) 4, Santamaria (Novese) 4, Bergamino I
(Genoa) 2. Commissione tecnica della Federazione.
Arbitro: Forster (Svizzera)
Marcatori: 22' D. Devic (F), 53' Cevenini III, 63' Santamaria
Spettatori: 10,000
Note: L'esordiente Migliavacca è l'unico caso nella storia della nazionale, di calciatore fuori rosa nella squadra di club convocato.

28.
Milano (Campo Milan, Viale Lombardia) - domenica, 6 marzo 1921 - h. 15,00
ITALIA - SVIZZERA 2-1 (1-1) Amichevole
ITALIA: Campelli (Inter) 9, V. Rosetta (Pro Vercelli) 3, R. De Vecchi
(Genoa) 25 (cap.), Reynaudi (Novara) 4, Carcano (Alessandria) 5, C.
Lovati (Milan) 6, Migliavacca (Novara) 2, Cevenini III (Inter) 5,
Mattea (U.S. Torinese) 5, Santamaria (Novese) 5 (38' Perin (Bologna)
1), Bergamino I (Genoa) 3. Commissione tecnica della Federazione.
SVIZZERA: Berger, Gottenkieny, Fehlmann (cap.), Kaltenbach, Schmiedlin,
Pollitz, Brand, Kramer I, Fontana, Meyer, Inaebnit. Commissario
tecnico: T. Duckworth.
Arbitro: Slawik (Francia)
Marcatori: 5' Migliavacca, 14' Fontana (S), 58' Cevenini III
Note: Grande partita di Cevenini III che segna il goal decisivo ma è anche l'assist man del goal di Migliavacca. Esordio di Bernardo Perin, il calciatore-panettiere: il sabato sera lavora fino all'una di notte e la domenica va in campo risultando spesso tra i migliori.

29.
Antwerpen (Olympisch Stadium) - giovedì, 5 maggio 1921 - h. 15,00
BELGIO - ITALIA 2-3 (1-0) Amichevole
BELGIO: Debie, Swartenbroeks (cap.), De Groof, Moucheron, Augustus, Van
Halme, Verhoeven, Dogaer, Bragard, Larnoe, Michel. Commissario
tecnico: F. W. Maxwell
ITALIA: Campelli (Inter) 10, V. Rosetta (Pro Vercelli) 4, R. De Vecchi
(Genoa) 26 (cap.), Reynaudi (Novara) 5, Burlando (Doria) 3, Barbieri
(Genoa) 1, Migliavacca (Novara) 3, Cevenini III (Inter) 6, Pio
Ferraris (Juventus) 3, Santamaria (Novese) 6, Forlivesi (Modena) 4.
Commissione tecnica della Federazione.
Arbitro: Gérardin (Francia)
Marcatori: 38' Larnoe (B), 62' Bragard (B), 65' Migliavacca, 80' Forlivesi, 89'
Pio Ferraris
Spettatori: 12,000
Note: All'89' Campelli para un rigore e sulla respinta Pio Ferraris percorre tutto il campo palla al piede e segna il goal della vittoria. Esordio di Barbieri, calciatore simbolo del Genoa anni 20 e che diventerà famoso anche da allenatore applicando tra i primi il Sistema anche nei Vigili del Fuoco di La Spezia che vinceranno lo scudetto del 1944.

30.
Amsterdam (Stadion Amsterdam) - domenica, 8 maggio 1921 - h. 14,30
OLANDA - ITALIA 2-2 (0-1) Amichevole
OLANDA: Van Tilburg, Baay jr., Stevens, Campioni, Hoogstede, Steeman, De
Natris, Buitenweg, Van Gendt, J.H.H. Kessler (cap.), Gupffert.
Allenatore: F. Warburton.
ITALIA: Campelli (Inter) 11, V. Rosetta (Pro Vercelli) 5, R. De Vecchi
(Genoa) 27 (cap.), Reynaudi (Novara) 6, Burlando (Doria) 4, Barbieri
(Genoa) 2, Migliavacca (Novara) 4, Cevenini III (Inter) 7, Pio
Ferraris (Juventus) 4, Santamaria (Novese) 7 (42' Perin (Bologna)
2), Forlivesi (Modena) 5. Commissione tecnica della Federazione.
Arbitro: Barette (Belgio)
Marcatori: 2' Forlivesi (I), 50' Cevenini III (I), 85' Van Gendt, 89' J.H.H.
Kessler
Spettatori: 30,000
Note: Seconda partita della positiva tournée nel Benelux. Dopo 11 partite dà l'addio alla nazionale il portiere Campelli. Curioso che a 5 minuti dalla fine l'Italia vincesse 2-0!

31.
Genève (Servette F.C.) - domenica, 6 novembre 1921 - h.15,00
SVIZZERA - ITALIA 1-1 (0-1) Amichevole
SVIZZERA: Cérésole, Gottenkieny (cap.), Pollitz, Schneebeli, Schmiedlin,
Osterwalder, Martenet II, Brand, Pache, Kramer I, Bédouret.
Commissario tecnico: T. Duckworth.
ITALIA: Morando (Valenzana) 1, Vercelli (Novese) 1, De Nardo (Spes-Genova)
2, F. Romano (Reggiana) 1, Giustacchini (Virtus) 1, Carzino
(Sampierdarenese) 1, Marcora (Saronno) 1, Cevenini III (Novese) 8,
Moscardini (Lucchese) 1, Santamaria (Novese) 8 (cap.), Bonino
(Lucchese) 1. Commissione tecnica della Federazione - Allenatore: A.
Cevenini I.
Arbitro: Meisl (Austria)
Marcatori: 10' Moscardini (I), 56' Pache
Spettatori: 1.500
Note: Un'orgia di esordienti perché nell'estate del 1921 c'e' stata la famosa scissione tra FIGC e CCI (Confederazione Calcistica Italiana) a causa della volontà delle grandi squadre di rendere più selettiva la prima divisione ammettendo solo le squadre migliore e relegando le altre nelle divisioni inferiori, poiché il campionato era diventato ormai mastodontico. La FIGC però, paladina delle piccole società e organizzatrice del campionato che vedrà vincente la Novese, ha la titolarità della nazionale e così vengono convocati per qualche incontro solo giocatori di queste formazioni. Tra gli esordienti lasceranno qualche traccia nella storia della nazionale l'oriundo argentino Felice Romano e l'ex gelataio Giovanni Moscardini che emigrerà poi in Scozia, primo italiano ad approdare nel calcio anglosassone.

1922

32.
Milano (Velodromo Sempione) - domenica, 15 gennaio 1922 - h. 14,45
ITALIA - AUSTRIA 3-3 (2-1) Amichevole
ITALIA: Morando (Valenzana) 2, Caligaris (Casale) 1, R. De Vecchi (Genoa) 28
(cap.), Barbieri (Genoa) 3, Burlando (Genoa) 5, Leale (Genoa) 1,
Migliavacca (Novara) 5, Cevenini III (Novese) 9, Moscardini
(Lucchese) 2, Santamaria (Novese) 9, Forlivesi (Modena) 6.
Commissione tecnica della Federazione.
AUSTRIA: Ostricek, Beer, Blum, Kurz, Resch, Geyer, Köck, Jiszda, Fischera
(cap.), Hansl, Cutti. Commissione tecnica: H. Meisl.
Arbitro: Forster (Svizzera)
Marcatori: 16' Moscardini (I), 20' og R. De Vecchi, 26' Santamaria (I), 46'
Moscardini (I), 65' Köck, 75' Fischera
Spettatori: 16.000
Note: Esordio di un grandissimo, Umberto Caligaris, che diventerà una colonna della difesa della Juventus del quinquennio d'oro. Scopritore di un campione come Monzeglio, morirà tragicamente nel 1940 per aneurisma nel corso di una partita tra vecchie glorie.

33.
Torino (Motovelodromo) - domenica, 26 febbraio 1922 - h. 14,30
ITALIA - CECOSLOVACCHIA 1-1 (0-0) Amichevole
ITALIA: Morando (Valenzana) 3, Caligaris (Casale) 2, R. De Vecchi (Genoa) 29
(cap.), Barbieri (Genoa) 4, Burlando (Genoa) 6, F. Romano (Reggiana)
2, Migliavacca (Novara) 6, Cevenini III (Novese) 10, Moscardini
(Lucchese) 3, Baloncieri (Alessandria) 6, Bonino (Lucchese) 2.
Commissione tecnica della Federazione.
CECOSLOVACCHIA: Kaliba, Raca (45' Ratzersberger), Seifert, Kolenaty, Hajny,
Perner, Plodr, Janda (cap.), Vanik, Vicek (45' Bahata), Jelinek. -
Commissione tecnica della Federazione.
Arbitro: Slawik (Francia)
Marcatori: 52' Baloncieri (I), 84' Janda
Spettatori: 15,000
Note: Primo incontro tra le due nazionali perchè la Cecoslovacchia come stato nasce dopo la prima guerra mondiale.

34.
Milano (Campo Milan, Viale Lombardia) - domenica, 21 maggio 1922 - h. 15,30
ITALIA - BELGIO 4-2 (1-0) Amichevole
ITALIA: Trivellini (Brescia) 2, Caligaris (Casale) 3, R. De Vecchi (Genoa)
30 (cap.), Barbieri (Genoa) 5, Burlando (Genoa) 7, F. Romano
(Reggiana) 3, Migliavacca (Novara) 7, Baloncieri (Alessandria) 7,
Moscardini (Lucchese) 4, Cevenini III (Novese) 11, Forlivesi
(Modena) 7. Commissione tecnica della Federazione.
BELGIO: Debie, Pirlot, Verbeeck, Fierens, Van Halme, Van Hege (Cap.), Elst,
Gillis, Larnoe, Thys, Michel. Commissione tecnica federale -
Allenatore: F.W. Maxwell.
Arbitro: Mutters (Olanda)
Marcatori: 42' Baloncieri, 46' Larnoe (B), 56' Moscardini, 58' Baloncieri, 71'
Burlando, 88' Thys (B)
Note: Il goal di Burlando viene segnato con un colpo di testa da 40 metri aiutato dall'errata posizione del portiere belga Debie! Un record.

35.
Bologna (Motovelodromo) - domenica, 3 dicembre 1922 - h. 14,30
ITALIA - SVIZZERA 2-2 (2-0) Amichevole
ITALIA: Trivellini (Brescia) 3, Caligaris (Casale) 4, R. De Vecchi (Genoa)
31 (cap.), Barbieri (Genoa) 6, Baldi (Bologna) 1, F. Romano
(Reggiana) 4, Pozzi (Bologna) 1, Baloncieri (Alessandria) 8,
Moscardini (Lucchese) 5, Cevenini III (Inter) 12, Forlivesi (Modena)
8. Commissione tecnica della Federazione.
SVIZZERA: Pulver, Haag, Bouvier, Waldis, Schmiedlin (cap.), Fässler, Martenet
II, Pache, Inaebnit, Abegglen II, Ramseyer. Comissario tecnico: T.
Duckworth.
Arbitro: Retschury (Austria)
Marcatori: 10' e 30' Cevenini III (I), 58' Pache, 85' Ramseyer
Note: Si torna in campo dopo quasi 7 mesi nei quali sono cambiate tante cose in Italia, culminate nella marcia su Roma del 28 ottobre. Ancora una volta, come contro Austria e Cecoslovacchia, ci facciamo rimontare soprattutto nel finale.

1923

36.
Milano (Campo Milan, viale Lombardia) - lunedì, 1 gennaio 1923 - h. 14,30
ITALIA - GERMANIA 3-1 (0-0) Amichevole
ITALIA: Trivellini (Brescia) 4, Caligaris (Casale) 5, R. De Vecchi (Genoa)
32 (cap.), Barbieri (Genoa) 7, Burlando (Genoa) 8, Aliberti (Torino)
1, Migliavacca (Novara) 8, Della Valle (Bologna) 1, Cevenini III
(Inter) 13, Santamaria (Genoa) 10, Bergamino I (Genoa) 4.
Commissione tecnica della Federazione.
GERMANIA: Stuhlfauth, T. Kugler, J. Müller, Hagen, Lang, H. Schmidt,
Wunderlich, Franz, Seiderer, Träg (cap.), Sutor. Commissione tecnica
della Federazione.
Arbitro: Stutz (Svizzera)
Marcatori: 72' Seiderer (G), 79' Cevenini III, 85' Santamaria, 88' Migliavacca Note: Primo incontro tra le due nazionali. Partita piatta fino al gol dei tedeschi, poi la commissione federale (Meazza, Galletti e Rangone) cambia a vicenda le posizioni in cambio di Cevenini III e Santamaria e i risultati si vedono.

37.
Genova (Campo Genoa e Andrea Doria, Marassi) - domenica, 4 marzo 1923 - h. 15,00
ITALIA - UNGHERIA 0-0 Amichevole
ITALIA: Trivellini (Brescia) 5, Caligaris (Casale) 6, R. De Vecchi (Genoa)
33 (cap.), Barbieri (Genoa) 8, Burlando (Genoa) 9, Brezzi
(Alessandria) 7, Migliavacca (Novara) 9, Baloncieri (Alessandria) 9,
Santamaria (Genoa) 11, Cevenini III (Inter) 14, Bergamino I (Genoa)
5 (46' Monti III (Padova) 1). Commissione tecnica della Federazione. UNGHERIA: Plattko, Fogl II, Fogl III, Kertesz II (cap.), Baubach, Blum, Braun,
Molnar, Orth, Hirzer, A. Weisz.
Arbitro: Forster (Svizzera)
Spettatori: 20,000
Note: Ottimo risultato con la fortissima Ungheria 12 anni dopo l'ultima sfida.

38.
Wien (Hohe Warte) - domenica, 15 aprile 1923 - h. 15,00
AUSTRIA - ITALIA 0-0 Amichevole
AUSTRIA: Ostricek, Blum, Regnard, Kurz, Brandstätter (cap.), Nitsch, Wondrak,
Richter, Kuthan, Ferdi Swatosch, Wessely. Commissario tecnico: H.
Meisl.
ITALIA: Trivellini (Brescia) 6, Caligaris (Casale) 7, R. De Vecchi (Genoa)
34 (cap.), Barbieri (Genoa) 9, Burlando (Genoa) 10, Aliberti
(Torino) 2, Migliavacca (Novara) 10, Baloncieri (Alessandria) 10,
Moscardini (Lucchese) 6, Cevenini III (Inter) 15, Monti III (Padova)
2 (46' Perin (Bologna) 3). Commissione tecnica della Federazione.
Arbitro: Boas (Olanda)
Spettatori: 85,000
Note: Per la prima volta usciamo imbattuti da Vienna.

39.
Praha (Sparta Platz) - domenica, 27 maggio 1923 - h. 15,30
CECOSLOVACCHIA - ITALIA 5-1 (4-0) Amichevole
CECOSLOVACCHIA: Peyer, A. Hojer, Seifert, Kolenaty, Kada (cap.), Cerveny,
Sedlacek, A. Janda, K. Kozeluh, Dvoracek, Cisar. Commissione tecnica
della Federazione.
ITALIA: Trivellini (Brescia) 7, Caligaris (Casale) 8 (46' Martin II (Torino)
1), R. De Vecchi (Genoa) 35 (cap.), Brezzi (Alessandria) 8, Burlando
(Genoa) 11, Aliberti (Torino) 3, Migliavacca (Novara) 11, Baloncieri
(Alessandria) 11, Moscardini (Lucchese) 7, Perin (Bologna) 4, Pozzi
(Bologna) 2. Commissione tecnica della Federazione.
Arbitro: Retschury (Austria)
Marcatori: 18', 32' e 41' Sedlacek, 44' Dvoracek, 52' Moscardini (I), 80' K.
Kozeluh
Spettatori: 30,000
Note: Una debacle senza attenuanti. D'accordo il valore degli avversari ma gli azzurri non entrano mai in partita. Anzi i cechi nella ripresa mollano l'acceleratore per non infierire ulteriormente. Trivellini, Brezzi, Migliavacca, Martin II e Perin chiudono qui con la nazionale.

1924

40.
Genova (Campo Genoa e Andrea Doria, Marassi) - domenica, 20 gennaio 1924 - h. 15,00
ITALIA - AUSTRIA 0-4 (0-2) Amichevole
ITALIA: Costa (Sestrese) 1, Giovanni Vincenzi (Livorno) 1, R. De Vecchi
(Genoa) 36 (cap.), Barbieri (Genoa) 10, Burlando (Genoa) 12,
Aliberti (Torino) 4, Grabbi (Juventus) 1, Ardissone (Pro Vercelli)
1, Moscardini (Lucchese) 8, Cevenini III (Inter) 16, Pozzi (Bologna)
3. Commissione tecnica della Federazione.
AUSTRIA: Aigner, Tandler, Blum, Geyer, Chrenka, Nitsch, Horeys (51' Danis),
Horvath, Jiszda, Swatosch (cap.), Wieser. Commissario tecnico: H.
Meisl.
Arbitro: Barette (Belgio)
Marcatori: 38' Wieser rig., 42' Swatosch, 46' Wieser, 75' Jiszda
Spettatori: 17.000
Note: Cambia la commissione federale in vista delle Olimpiadi di Parigi ma la partita è un disastro atomico. Basti dire che chiudono la loro carriera in azzurro Pozzi, Costa, Giovanni Vincenzi e Grabbi, gli ultimi 3 all'esordio. Anche in questo caso l'impressione è che l'Austria non infierisca più di tanto.

41.
Milano (Campo Milan, Viale Lombardia) - domenica, 9 marzo 1924 - h. 15,15
ITALIA - SPAGNA 0-0 Amichevole
ITALIA: De Prà (Genoa) 1, V. Rosetta (Pro Vercelli) 6, R. De Vecchi (Genoa)
37 (cap.), Barbieri (Genoa) 11, Burlando (Genoa) 13, Leale (Genoa)
2, L. Conti (Inter) 2, Cevenini III (Inter) 17, Catto (Genoa) 1,
Baloncieri (Alessandria) 12, Borello (Pro Vercelli) 1. Commissario
tecnico: V. Pozzo.
SPAGNA: Zamora, Rouse, Acedo, Gamborena, Meana (cap.), Peña, Piera,
Samitier, Zabala, Laca, M. Aguirrezabala. Allenatore: Pendlaw.
Arbitro: Christophe (Belgio)
Spettatori: 20,000
Note: Si apre con questo incontro la seconda parentesi di Vittorio Pozzo con la nazionale, dopo l'avventura dell'Olimpiade di Stoccolma. Il suo compito è quello di guidare la squadra fino al torneo di Parigi. Il portiere del Genoa De Prà si distingue per le numerose parate ma alla fine lascia il campo semisvenuto per il gioco duro degli attaccanti spagnoli.

42.
Budapest (M.T.K.) - domenica, 6 aprile 1924 - h. 14,30
UNGHERIA - ITALIA 7-1 (2-0) Amichevole
UNGHERIA: Zsak, Fogl II, Fogl III, Toth, Pruha, Blum, Braun, Molnar, Opata,
Eisenhoffer, Jeny.
ITALIA: Combi (Juventus) 1, V. Rosetta (Pro Vercelli) 7, R. De Vecchi
(Genoa) 38 (cap.), Cevenini III (Inter) 18, F. Romano (Reggiana) 5,
Aliberti (Torino) 5, L. Conti (Inter) 3, Ardissone (Pro Vercelli) 2,
Baloncieri (Alessandria) 13, Rosso (Pro Vercelli) 1, Monti III
(Padova) 3. Commissario tecnico: V. Pozzo.
Arbitro: Seemann (Austria)
Marcatori: 17' e 42' rig. Braun, 49' Eisenhoffer, 59', 60' e 69' Molnar, 70'
Opata, 76' Cevenini III rig. (I)
Spettatori: 40,000
Note: L'ultima partita di preparazione alle Olimpiadi è la peggiore sconfitta nella storia degli azzurri. Combi, uno dei più grandi portieri della storia della nazionale, esordisce con la peggiore partita della sua carriera che lo terrà infatti lontano dalla nazionale per un anno. La Federazione comunque conferma la fiducia in Pozzo per Parigi.

43.
Paris (Stade de Colombes) - domenica, 25 maggio 1924 - h. 16,00
ITALIA - SPAGNA 1-0 (0-0) Giochi dell'VIII Olimpiade (Eliminatorie)
ITALIA: De Prà (Genoa) 2, V. Rosetta (Pro Vercelli) 8, Caligaris (Casale) 9,
Barbieri (Genoa) 12, Burlando (Genoa) 14, Aliberti (Torino) 6, L.
Conti (Inter) 4, Baloncieri (Alessandria) 14 (cap.), Della Valle
(Bologna) 2, Magnozzi (Livorno) 1, Levratto (Vado) 1. Commissario
tecnico: V. Pozzo.
SPAGNA: Zamora, Vallana (cap.), Pasarin, Gamborena, Larraza, Peña, Piera,
Samitier, Monjardin, Carmelo, M. Aguirrezabala. Allenatore: Pendlaw.
Arbitro: Slawik (Francia)
Marcatori: 84' aut. Vallana
Spettatori: 20,000
Note: Viene espulso Larraza al 66'. L'autorete che scaturisce da un tiro di Baloncieri deviato dal capitano Vallana è il primo goal che gli azzurri segnano a Zamora.

44.
Paris (Stade "Général John Joseph Pershing") - giovedì, 29 maggio 1924 - h. 16,00
ITALIA - LUSSEMBURGO 2-0 (2-0) Giochi dell'VIII Olimpiade (Ottavi di finale)
ITALIA: De Prà (Genoa) 3, V. Rosetta (Por Vercelli) 9, R. De Vecchi (Genoa)
39 (cap.), Barbieri (Genoa) 3, Baldi (Bologna) 2, Aliberti (Torino)
7, L. Conti (Inter) 5, Baloncieri (Alessandria) 15, Della Valle
(Bologna) 3, Magnozzi (Livorno) 2, Levratto (Vado) 2. Commissario tecnico: V. Pozzo.
LUSSEMBURGO: Bausch, Kirsch, Kolb, Schumann (cap.), Kötz, Feierstein, Massard,
Langers, Kieffer, Weisgerber, Weber. Presidente del Comitato di
selezione: J. Michels.
Arbitro: De Ricard (Francia)
Marcatori: 20' Baloncieri, 38' Della Valle
Spettatori: 2,000
Note: Al 40' uno degli aneddoti più famosi della storia della nazionale. Levratto, soprannominato lo "sfondareti" per l'esplosiva potenza del sinistro che più volte bucò la rete in carriera, tira da fuori area un siluro che colpisce in volto il portiere Bausch che resta a terra con la bocca sanguinante e un profondo taglio sulla lingua. Pochi minuti dopo Levratto si ripresenta davanti a lui e il povero Bausch intimorito si nasconde dietro a un palo con la faccia tra le mani. Levratto scoppia a ridere, insieme allo stadio, e manca la rete.

45.
Paris (Bergeyre) - lunedì, 2 giugno 1924 - h. 16,00
SVIZZERA - ITALIA 2-1 (0-0) Giochi dell'VIII Olimpiade (Quarti di finale)
SVIZZERA: Pulver, Reymond, Ramseyer, Oberhauser, Schmiedlin (cap.), Pollitz,
Ehrenbolger, Sturzenegger, Dietrich, Abegglen II, Fässler.
Commissario tecnico: T. Duckworth.
ITALIA: De Prà (Genoa) 4, V. Rosetta (Pro Vercelli) 10, Caligaris (Casale)
10, Barbieri (Genoa) 14, Burlando (Genoa) 15, Aliberti (Torino) 8,
L. Conti (Inter) 6, Baloncieri (Alessandria) 16 (cap.), Della Valle
(Bologna) 4, Magnozzi (Livorno) 3, Levratto (Vado) 3. Commissario
tecnico: V. Pozzo.
Arbitro: Mutters (Olanda)
Marcatori: 46' Sturzenegger, 52' Della Valle (I), 60' Abegglen II
Spettatori: 12,000
Note: Purtroppo l'avventura degli azzurri si ferma ai quarti contro i futuri vincitori della medaglia d'argento. Il gol vittoria di Abegglen II però è viziato da fuorigioco su retropassaggio sbagliato di Caligaris.

46.
Milano (Campo Milan, viale Lombardia) - domenica, 16 novembre 1924 - h. 14,30
ITALIA - SVEZIA 2-2 (1-2) Amichevole
ITALIA: De Prà (Genoa) 5, Caligaris (Casale) 11, R. De Vecchi (Genoa) 40
(cap.), Barbieri (Genoa) 15, Burlando (Genoa) 16, Aliberti (Torino)
9, L. Conti (Inter) 7, Baloncieri (Alessandria) 17, Della Valle
(Bologna) 5, Magnozzi (Livorno) 4, Levratto (Hellas Verona) 4. Commissione tecnica della Lega.
SVEZIA: S. Lindberg, Krook, Alfredsson, H. Sundberg, Friberg (cap.), E.
Hansson, Hock, Kaufeldt, O. Malm, Paulsson, Lundkvist.
Arbitro: Vertes (Ungheria)
Marcatori: 2' Kaufeldt, 12' Magnozzi (I), 22' O. Malm, 54' Magnozzi (I)
Spettatori: 25.000

47.
Duisburg (Wedau-Stadion) - domenica, 23 novembre 1924 - h. 14,00
GERMANIA - ITALIA 0-1 (0-0) Amichevole
GERMANIA: Stuhlfauth, J. Müller, T. Kugler ( H. Müller), Hagen, Kalb,H.
Schmidt (cap.), Höger, Fleischmann, Herberger (Franz), Meissner,
Paulsen. Commissione tecnica della Federazione.
ITALIA: De Prà (Genoa) 6, Caligaris (Casale) 12, R. De Vecchi (Genoa) 41
(cap.), Barbieri (Genoa) 16, Burlando (Genoa) 17, Aliberti (Torino)
10 (Genovesi (Bologna) 2), L. Conti (Inter) 8 (Mattuteia (Pro
Vercelli) 1), Della Valle (Bologna) 6 (Bellini (Genoa) 1), Janni
(Torino) 1, Magnozzi (Livorno) 5, Levratto (Hellas Verona) 5.
Commissione tecnica della Lega.
Arbitro: Van Zwieteren (Olanda)
Marcatore: 57' Janni
Spettatori: 45,000
Note: L'eroico Janni si frattura un piede ma rimane in campo, anche perché sono già entrate tutte le riserve per altri infortunati, e segna il goal vittoria!

1925

48.
Milano (Campo Milan, viale Lombardia) - domenica, 19 gennaio 1925
ITALIA - UNGHERIA 1-2 (1-1) Amichevole
ITALIA: De Prà (Genoa) 7, Caligaris (Casale) 13, R. De Vecchi (Genoa) 42
(cap.), Genovesi (Bologna) 3, Baldi (Bologna) 3, Aliberti (Torino)
11, L. Conti (Inter) 9, Cevenini III (Inter) 19, Della Valle
(Bologna) 7, Magnozzi (Livorno) 6, Levratto (Hellas Verona) 6.
Commissione tecnica della Lega.
UNGHERIA: Zsak, Fogl II, Fogl III, Fuhrmann, Kleber, Blum (cap.), Remay III
(30' Kautzky), Takacs II, Orth, Spitz, Kohut.
Arbitro: Slawik (Francia)
Marcatori: 17' L. Conti (I), 27' Spitz, 78' Takacs II
Spettatori: 18,000
Note: Gara segnata anche dalla deludente prestazione di Baldi che perderà la nazionale. Pensate che l'Ungheria non ci batterà più fino al 1952!

49.
Torino (Campo Juventus F.C., corso Marsiglia) - domenica, 22 marzo 1925
ITALIA - FRANCIA 7-0 (1-0) Amichevole
ITALIA: Combi (Juventus) 2, Caligaris (Casale) 14, R. De Vecchi (Genoa) 43
(cap.), Barbieri (Genoa) 17 (Bigatto (Juventus) 1), Bernardini
(Lazio) 1, Fayenz (Padova) 1, L. Conti (Inter) 10, Baloncieri
(Alessandria) 18, Moscardini (Pisa) 9, Cevenini III (Inter) 20,
Levratto (Hellas Verona) 7. Commissione tecnica della Lega.
FRANCIA: Cottenet, Wallet, Vignoli, Thédie, Bel, Bonnardel, Liminana, Accard,
Bardot, Bloquel, Pozo. Commissione tecnica federale.
Arbitro: Retschury (Austria)
Marcatori: 4' L. Conti, 47' Baloncieri, 52' Levratto, 59' Baloncieri, 65' e 78'
Moscardini, 88' Levratto
Spettatori: 15.000
Note: Una delle più rotonde vittorie di sempre della nazionale maturata nella ripresa. Sarà l'ultima partita del mitico Renzo De Vecchi in nazionale e la prima di uno degli uomini più grandi che abbia mai espresso il nostro calcio: Fulvio "Fuffo" Bernardini. Primo giocatore del centro-sud a vestire la maglia azzurra, uno dei pochi nella storia a laurearsi (alla Bocconi di Milano) e grande allenatore del dopoguerra con 2 scudetti in provincia (Fiorentina e Bologna) e uno scampolo di nazionale.

50.
Valencia (Mestalla) - domenica, 14 giugno 1925 - h. 16,30
SPAGNA - ITALIA 1-0 (1-0) Amichevole
SPAGNA: Zamora, Quesada, Pasarin, Samitier (cap.), Gamborena, Peña, Piera,
Cubelles, Errazquin, Echeveste, Alcazar. Commissione tecnica.
ITALIA: Combi (Juventus) 3, V. Rosetta (Juventus) 11, Caligaris (Casale) 15,
Genovesi (Bologna) 4, Burlando (Genoa) 18, Gandini (Alessandria) 1,
L. Conti (Inter) 11, Baloncieri (Alessandria) 19 (cap.), Della Valle
(Bologna) 8, Magnozzi (Livorno) 7, Forlivesi (Modena) 9. Commissione
tecnica della Lega.
Arbitro: Kingscott (Inghilterra)
Marcatore: 27' Errazquin
Spettatori: 20.000
Note: Prima partita della mini tournée in terra iberica. Saranno gli ultimi due incontri della Commissione tecnica della Lega composta da Rangone, Milano e Baccani.

51.
Lisboa (Estadio do Lumiar) - giovedì, 18 giugno 1925 - h. 16,00
PORTOGALLO - ITALIA 1-0 (1-0) Amichevole
PORTOGALLO: F. Vieira, Pinho, J. Vieira (cap.), Figueiredo, A. Silva, Matos,
Neves, Carvalho, Francisco, Delfim, Fonseca. Commissario tecnico: R.
dos Reis.
ITALIA: Combi (Juventus) 4, V. Rosetta (Juventus) 12, Caligaris (Casale) 16,
Genovesi (Bologna) 5, Burlando (Genoa) 19, Gandini (Alessandria) 2
(46' Fayenz (Padova) 2), L. Conti (Inter) 12, Baloncieri
(Alessandria) 20 (cap.), Della Valle (Bologna) 9, Magnozzi (Livorno)
8, Forlivesi (Modena) 10 (Bernardini (Lazio) 2). Commissione tecnica
della Lega.
Arbitro: Theuerkauff (Belgio)
Marcatore: 39' Francisco
Note: Burlando e Forlivesi chiudono qui con la Nazionale. E' in arrivo il nuovo commissario tecnico. Primo incontro della storia con il Portogallo.

52.
Padova (Campo Comunale "S. Appiani") - mercoledì, 4 novembre 1925 - h. 14,30
ITALIA - JUGOSLAVIA 2-1 (2-1) Amichevole per l'inaugurazione dello stadio
ITALIA: Combi (Juventus) 5, Bellini (Inter) 2, Allemandi (Juventus) 1,
Dugoni (Modena) 1, Bernardini (Lazio) 3, Gandini (Alessandria) 3, L.
Conti (Inter) 13, Della Valle (Bologna) 10, Schiavio (Bologna) 1,
Magnozzi (Livorno) 9, Cevenini III (Inter) 21 (cap.). Commissario
unico: A. Rangone.
JUGOSLAVIA: Fridrih, Vrbancic, A. Pazur (46' Ivkovic), M. Marjanovic, Premerl,
Kriz, Grdenic, D. Jovanovic, Bencic (cap.), Petkovic, Sekulic.
Commissario federale: D. Zinaja
Arbitro: Braun (Austria)
Marcatori: 29' Bencic (J), 33' e 44' Schiavio
Spettatori: 10,000
Note: Primo incontro del commissario unico Augusto Rangone, tra i soci fondatori dell'Alessandria. Esordio per due futuri campioni del mondo: Allemandi e Schiavio. Il primo sarà il protagonista in negativo del famoso scudetto cancellato al Torino nel 1927 perché protagonista dell'episodio di corruzione. Il secondo sarà uno dei più grandi giocatori del Bologna di sempre e autore della rete decisiva nella finale mondiale del 1934.

53.
Budapest (Ferencvaros) - domenica, 8 novembre 1925 - h. 14,30
UNGHERIA - ITALIA 1-1 (0-1) Amichevole
UNGHERIA: Zsak (51' Fischer), Dudas, Senkey I, Fuhrmann, Kleber, Reiner,
Raszo, Molnar (cap.), Pataki, Opata, Jeny.
ITALIA: De Prà (Genoa) 8, Bellini (Inter) 3, Allemandi (Juventus) 2, Janni
(Torino) 2, Bernardini (Lazio) 4, Bigatto (Juventus) 2, L. Conti
(Inter) 14, Baloncieri (Torino) 21, Della Valle (Bologna) 11,
Magnozzi (Livorno) 10, Cevenini III (Inter) 22 (cap.). Commissario
tecnico: A. Rangone
Arbitro: Slawik (Francia)
Marcatori: 21' Della Valle (I), 70' Molnar rig.
Spettatori: 20.000
Note: Dopo due goleade subite, gli azzurri escono a testa alta da Budapest. Protagonista in negativo l'arbitro francese Slawik che prima annulla una rete valida all'Italia e poi assegna un inesistente rigore che consente il pareggio dell'Ungheria.

1926

54.
Torino (Motovelodromo) - domenica, 17 gennaio 1926 - h. 15,00
ITALIA - CECOSLOVACCHIA 3-1 (1-1) Amichevole
ITALIA: Combi (Juventus) 6, V. Rosetta (Juventus) 13, Caligaris (Casale) 17,
Janni (Torino) 3, Bernardini (Lazio) 5, Bigatto (Juventus) 3, L.
Conti (Inter) 15, Baloncieri (Torino) 22, Della Valle (Bologna) 12,
Magnozzi (Livorno) 11, Cevenini III (Inter) 23 (cap.). Commissario
unico: A. Rangone
CECOSLOVACCHIA: Planicka, Krcma, Zenisek, Plodr, Carvan, Mahrer, Soltys,
Zdarsky, Silny, Kristal, Jelinek (cap.). Commissario tecnico: Fanta Arbitro: Ivancsics (Ungheria)
Marcatori: 16' Della Valle, 23' Kristal (C), 77' L. Conti, 89' Magnozzi
Spettatori: 18,000
Note: Prima storica vittoria contro la Cecoslovacchia anche se un po' sofferta
perché maturata negli ultimi 13 minuti.

55.
Torino (Campo Juventus F.C., corso Marsiglia) - domenica, 21 marzo 1926 - h. 15,30
ITALIA - IRLANDA 3-0 (3-0) Amichevole
ITALIA: De Prà (Genoa) 9, V. Rosetta (Juventus) 14, Caligaris (Casale) 18,
Janni (Torino) 4, Bernardini (Lazio) 6, Bigatto (Juventus) 4, L.
Conti (Inter) 16, Baloncieri (Torino) 23 (cap.), Della Valle
(Bologna) 13, Magnozzi (Livorno) 12, Tansini (Cremonese) 1.
Commissario unico: A. Rangone.
IRLANDA: Cannon, Brady, McCarthy, Foley (cap.), Doyle, Connolly, Flood,
Grace, Watters, Fullam, Fagan. Commissione federale.
Arbitro: Ruoff (Svizzera)
Marcatori: 13' Baloncieri, 36' Magnozzi, 44' Bernardini
Note: Prima partita contro una rappresentante del calcio anglosassone e bella vittoria degli azzurri che nella ripresa tirano i remi in barca.

56.
Zürich (Zürich F.C.) - domenica, 18 aprile 1926 - h. 15,00
SVIZZERA - ITALIA 1-1 (1-1) Amichevole
SVIZZERA: Pulver, Schneebeli, Hürzeler, Oberhauser, Neuenschwander, Fässler
(cap.), Ehrenbolger, Passello, Honegger, Abegglen II, M. Poretti.
ITALIA: De Prà (Genoa) 10, Borgato (Bologna) 1 (Bellini (Inter) 4),
Caligaris (Casale) 19, Janni (Torino) 5, Bernardini (Lazio) 7,
Fayenz (Padova) 3, L. Conti (Inter) 17, Baloncieri (Torino) 24
(cap.), Schiavio (Bologna) 2, Magnozzi (Livorno) 13, Tansini
(Cremonese) 2. Commissario unico: A. Rangone.
Arbitro: Ivancsics (Ungheria)
Marcatori: 8' Magnozzi (I), 19' Ehrenbolger
Spettatori: 20,000
Note: La rivincita di Parigi termina in pareggio nonostante gli attacchi ripetuti degli azzurri.

57.
Milano (Stadio Civico Arena) - domenica, 9 maggio 1926 - h. 15,30
ITALIA - SVIZZERA 3-2 (3-0) Amichevole
ITALIA: De Prà (Genoa) 11, Bellini (Inter) 5, Caligaris (Casale) 20 (cap.),
Janni (Torino) 6, Bernardini (Lazio) 8, Fayenz (Padova) 4 (Ferraris
IV (Fortitudo) 1), L. Conti (Inter) 18, Della Valle (Bologna) 14,
Schiavio (Bologna) 3, Magnozzi (Livorno) 14, Levratto (Genoa) 8.
Commmissario unico: A. Rangone.
SVIZZERA: Nicollin (Maspoli), Hürzeler, Ramseyer (Cap.), Oberhauser, W. Imhof,
Fässler, Ehrenbolger, Brand, Sturzenegger, Abegglen II, Abegglen I.
Arbitro: Prince Cox (Inghilterra)
Marcatori: 11' Della Valle, 17' Schiavio, 38' Della Valle, 49' Sturzenegger (S), 57' Brand (S)
Spettatori: 25,000
Note: Finalmente torniamo alla vittoria contro la Svizzera. Nella ripresa Caligaris sbaglia un calcio di rigore calciandolo sopra la traversa. Esordio di un altro futuro campione del mondo, Attilio Ferraris IV, che verrà preferito da Pozzo a Bernardini e che pur di farlo giocare gli farà ridurre le sigarette da 40 a 3 al giorno. Anche lui, come Caligaris, morirà durante una partita di vecchie glorie.

58.
Stockholm (Idrottsplats) - domenica, 18 luglio 1926 - h. 16,00
SVEZIA - ITALIA 5-3 (3-1) Amichevole
SVEZIA: S. Lindberg, H. Lundgren, Krook, Helgesson, S. Friberg, W.
Andersson, Wenzel, G. Rydberg, T. Johansson, G. Holmberg, Kroon.
ITALIA: De Prà (Genoa) 12, V. Rosetta (Juventus) 15, Caligaris (Casale) 21,
Barbieri (Genoa) 18, Bernardini (Lazio) 9 (Gandini (Alessandria) 4),
Janni (Torino) 7, Munerati (Juventus) 1, Cevenini III (Inter) 24
(cap.), Della Valle (Bologna) 15, Magnozzi (Livorno) 15, Levratto
(Genoa) 9. Commissario unico: A. Rangone.
Arbitro: Hansen (Danimarca)
Marcatori: 3' T. Johansson, 4' G. Holmberg, 22' Kroon, 32' Levratto (I), 64' G.
Holmberg, 76 Cevenini III (I), 85' Levratto (I), 89 T. Johansson rig.
Spettatori: 12.000
Note: Risultato viziato dall'infortunio occorso a Bernardini che viene sostituito da Gandini che va all'ala, mentre il ruolo di centrosostegno viene coperto da Janni.

59.
Praha (Sparta Platz) - giovedì, 28 ottobre 1926 - h. 14,00
CECOSLOVACCHIA - ITALIA 3-1 (2-1) Amichevole
CECOSLOVACCHIA: Planicka, Kummerman, Zenisek (cap.), Schillinger, Pleticha,
Seifert, Podrazil, Knizek, Capek, Puc, Kratochvil. Commissario
tecnico: Fanta.
ITALIA: Combi (Juventus) 7, V. Rosetta (Juventus) 16, Caligaris (Casale) 22,
Dugoni (Modena) 2 (Gandini (Alessandria) 5), Janni (Torino) 8,
Ferraris IV (Fortitudo) 2, L. Conti (Inter) 19, Cevenini III (Inter)
25 (cap.), Libonatti (Torino) 1, Magnozzi (Livorno) 16, Levratto
(Genoa) 10. Commissario unico: A. Rangone.
Arbitro: Gero (Ungheria)
Marcatori: 7' Puc, 18' Levratto (I), 36' e 52' Capek
Spettatori: 20,000
Note: La partita ci vede meritatamente perdere contro un avversario più tonico e organizzato ma vede anche l'esordio di Libonatti, uno dei più grandi oriundi della storia della nazionale.

1927

60.
Genève (Servette F.C.) - domenica, 30 gennaio 1927 - h. 14,30
SVIZZERA - ITALIA 1-5 (1-4) Amichevole
SVIZZERA: Pasche, Ramseyer (cap.), De Weck, Fässler, Von Arx, Neuenschwander,
Tschirren, Brand, Weiler I, Abegglen II, Fink.
ITALIA: Combi (Juventus) 8, V. Rosetta (Juventus) 17, Caligaris (Casale) 23,
Cevenini III (Inter) 26 (cap.), Bernardini (Inter) 10, Janni
(Torino) 9, L. Conti (Inter) 20, Baloncieri (Torino) 25, Libonatti
(Torino) 2, Rossetti (Torino) 1, Levratto (Genoa) 11. Commissario
unico: A. Rangone.
Arbitro: Prince Cox (Inghilterra)
Marcatori: 16' Baloncieri, 18' Libonatti, 34' Baloncieri, 37' Weiler I (S), 40'
Rossetti, 65' Baloncieri
Note: Roboante vittoria dei nostri che prendono pure 2 pali e una traversa. Per la prima volta in nazionale al gran completo il trio delle meraviglie del Torino: Baloncieri, Libonatti, Rossetti.

61.
Milano (Stadio Calcistico San Siro) - domenica, 20 febbraio 1927 - h. 14,30
ITALIA - CECOSLOVACCHIA 2-2 (1-2) Amichevole
ITALIA: De Prà (Genoa) 13, V. Rosetta (Juventus) 18, Caligaris (Casale) 24,
Barbieri (Genoa) 19, Bernardini (Inter) 11, Janni (Torino) 10, L.
Conti (Inter) 21, Baloncieri (Torino) 26 (cap.), Libonatti (Torino)
3, Rossetti (Torino) 2, Levratto (Genoa) 12. Commissario unico: A.
Rangone.
CECOSLOVACCHIA: Planicka, Perner, Steiner, Kolenaty, Kada (cap.), Cipera,
Podrazil, Svoboda, Silny, Puc, Simonek. Commissario tecnico: Fanta.
Arbitro: Braun (Austria)
Marcatori: 20' Puc, 31' Libonatti (I), 39' Silny, 70' Baloncieri (I)
Spettatori: 28,000
Note: Partita che inizia in maniera sfortunata con un tiro di Puc al 20' che finisce alle spalle di De Prà complice una deviazione di Barbieri. Spettacoloso il 2-2 di Baloncieri con un tiro al volo in semirovesciata su assist, naturalmente, di Libonatti.

62.
Torino (Campo Torino, via Filadelfia) - domenica, 17 aprile 1927 - h. 15,00
ITALIA - PORTOGALLO 3-1 (1-0) Amichevole
ITALIA: Combi (Juventus) 9, V. Rosetta (Juventus) 19, Allemandi (Juventus)
3, Barbieri (Genoa) 20 (Pietroboni (Inter) 1), Janni (Torino) 11,
Bigatto (Juventus) 5 (Sperone (Torino) 1), L. Conti (Inter) 22,
Baloncieri (Torino) 27 (cap.), Schiavio (Bologna) 4, Magnozzi
(Livorno) 17, Levratto (Genoa) 13. Commissario unico: A. Rangone.
PORTOGALLO: Roquete, Pinho, J. Vieira (cap.), Figueiredo, A. Silva, Matos, L.
Dos Santos, J. Dos Santos, Cambalacho, Silva Marques (Pepe Soares),
M. Martins. Commissario tecnico: C. de Oliveira.
Arbitro: Cejnar (Cecoslovacchia)
Marcatori: 20' Levratto, 48' Baloncieri, 70' Levratto, 82' Cambalacho (P)
Spettatori: 6,000
Note: Rivincita della sconfitta subita in Portogallo due anni prima. All'esordio anche Mario Sperone che, pur non lasciando grandi tracce in azzurro, di lui da allenatore si ricorda la famosa frase "palla avanti e pedalare".

63.
Paris (Stade de Colombes) - domenica, 24 aprile 1927 - h. 15,00
FRANCIA - ITALIA 3-3 (1-2) Amichevole
FRANCIA: Cottenet, Wallet, Rollet, Dauphin, Hugues, Wild, Dewaquez (cap.),
Sottiault, Taisne, Maschinot, Gallay. Commissione tecnica federale.
ITALIA: Combi (Juventus) 10, V. Rosetta (Juventus) 20, Caligaris (Casale)
25, Martin III (Torino) 1, Janni (Torino) 12, Sperone (Torino) 2, L.
Conti (Inter) 23, Baloncieri (Torino) 28 (cap.), Libonatti (Torino)
4, Rossetti (Torino) 3, Levratto (Genoa) 14. Commissario unico: A.
Rangone.
Arbitro: Prince Cox (Inghilterra)
Marcatori: 15' Taisne, 29' e 36' Libonatti (I), 52' Taisne, 75' L. Conti (I),
90' Taisne
Spettatori: 35,000
Note: Il trio delle meraviglie del Torino continua a fare faville. Stavolta sfioriamo la prima storica vittoria in Francia ma al 90', con un potente diagonale, Taisne buca Combi per la terza volta. Una curiosità: questo è lo stadio nel quale John Huston girerà "Fuga per la vittoria" nel 1981.

64.
Bologna (Stadio "Littoriale") - domenica, 29 maggio 1927 - h. 16,15
ITALIA - SPAGNA 2-0 (1-0) Amichevole per l'inaugurazione dello stadio ITALIA: Gianni (Bologna) 1, Bellini (Inter) 6, Caligaris (Casale) 26,
Genovesi (Bologna) 6, Bernardini (Inter) 12, Giordani (Bologna) 1,
Munerati (Juventus) 2, Baloncieri (Torino) 29 (cap.), Libonatti
(Torino) 5, Della Valle (Bologna) 16, Levratto (Genoa) 15.
Commissario unico: A. Rangone.
SPAGNA: Zamora (cap.), A. Olaso, Zaldua, Prats, Gamborena, Peña, Sagarzazu,
L. Regueiro, Yermo, Echeveste, L. Olaso. Commissione tecnica.
Arbitro: Rous (Inghilterra)
Marcatori: 31' Baloncieri, 50' aut. Prats
Spettatori: 60,000
Note: Inaugurazione dello stadio Littoriale, l'attuale Dall'Ara, alla presenza del Re. Gran colpo di testa di Della Valle per il secondo goal, deviato dal mediano spagnolo Prats. Baloncieri è il primo azzurro a trafiggere il mitico Zamora. Dei due esordienti di giornata, triste la vicenda di Giordani che morirà nell'autunno successivo per una meningite fulminante.

65.
Praha (Sparta Platz) - domenica, 23 ottobre 1927 - h. 14,00
CECOSLOVACCHIA - ITALIA 2-2 (1-1) Coppa Internazionale (1° torneo, 1a gara)
CECOSLOVACCHIA: Planicka, Perner, Seifert, Kolenaty, Kada (cap.), Hajny,
Podrazil, Svoboda, Silny, Dvoracek, Kratochvil. Commissario tecnico:
Hencl.
ITALIA: De Prà (Genoa) 14, Zanello (Pro Vercelli) 1, Caligaris (Casale) 27,
Pietroboni (Inter) 2, Bernardini (Inter) 13, Genovesi (Bologna) 7,
Munerati (Juventus) 3, Baloncieri (Torino) 30 (cap.), Libonatti
(Torino) 6, Cevenini III (Juventus) 27, Levratto (Genoa) 16.
Commissario unico: A. Rangone.
Arbitro: Langenus (Belgio)
Marcatori: 28' Libonatti (I), 32' e 51' rig. Svoboda, 79' Libonatti (I)
Spettatori: 12,000
Note: Primo incontro storico nella Coppa Internazionale (o Dr. Gerö Cup), trofeo nato per polemica contro l'esclusione dei professionisti dal torneo olimpico di calcio. Verrà riservato alle squadre centro europee, le migliori d'Europa in quegli anni, e sarà l'antenato del campionato europeo. Venendo all'incontro, ottimo pareggio nella tana dei cechi con Libonatti grande protagonista contro Planicka, un altro dei grandi portieri dell'epoca.

66.
Bologna (Stadio "Littoriale") - domenica, 6 novembre 1927 - h. 14,45
ITALIA - AUSTRIA 0-1 (0-1) Coppa Internazionale (1° torneo, 2a gara) ITALIA: De Prà (Genoa) 15, Zanello (Pro Vercelli) 2, Caligaris (Casale) 28,
Pietroboni (Inter) 3, Bernardini (Inter) 14, Genovesi (Bologna) 8,
Munerati (Juventus) 4, Baloncieri (Torino) 31 (cap.), Libonatti
(Torino) 7, Cevenini III (Juventus) 28, Levratto (Genoa) 17.
Commissario unico: A. Rangone.
AUSTRIA: Franzl, Rainer, Blum (cap.), Klima, Bilek, Schott, Siegl, Runge,
Gschweidl, Walzhofer, Wessely. Commissario tecnico: H. Meisl.
Arbitro: Prince Cox (Inghilterra)
Marcatore: 44' Runge
Spettatori: 30,000
Note: Sconfitta interna in questo secondo incontro grazie anche all'intelligenza calcistica di Hugo Meisl che butta nella mischia un gruppo di giovani.

1928

67.
Genova (Campo Genoa, Marassi) - domenica, 1 gennaio 1928 - h. 14,40
ITALIA - SVIZZERA 3-2 (1-1) Coppa Internazionale (1° torneo, 3a gara)
ITALIA: De Prà (Genoa) 16, V. Rosetta (Juventus) 21, Caligaris (Casale) 29
(cap.), Pietroboni (Inter) 4, Pitto (Bologna) 1, Ferraris IV (Roma)
3, Rivolta (Inter) 1, Schiavio (Bologna) 5, Libonatti (Torino) 8,
Magnozzi (Livorno) 18, Levratto (Genoa) 18. Commissario unico: A.
Rangone.
SVIZZERA: Séchehaye, Dubouchet, Ramseyer (cap.), Geser, Weiler II, De
Lavallaz, Tschirren, Abegglen III, W. Jäggi, Abegglen II, Bailly.
Arbitro: Rous (Inghilterra)
Marcatori: 10' Libonatti, 38' Abegglen II (S), 58' Libonatti, 60' Abegglen II
(S), 68' Magnozzi
Spettatori: 28,000
Note: Rangone rimanda in campo Rosetta rimessosi dall'infortunio al posto di Zanello, Schiavio al posto di Munerati e fa esordire Pitto (migliore in campo) e Rivolta. Questi cambiamenti valgono una sofferta vittoria sull'indomita Svizzera con Abegglen II in grande spolvero (già giustiziere degli azzurri alle Olimpiadi del 1924).

68.
Roma (Stadio Nazionale del P.N.F.) - domenica, 25 marzo 1928 - h. 15,00
ITALIA - UNGHERIA 4-3 (0-2) Coppa Internazionale (1° torneo, 4a gara)
ITALIA: De Prà (Genoa) 17, V. Rosetta (Juventus) 22, Caligaris (Casale) 30,
Pietroboni (Inter) 5, Bernardini (Inter) 15, Ferraris IV (Roma) 4,
L. Conti (Inter) 24, Baloncieri (Torino) 32 (cap.), Libonatti
(Torino) 9, Rossetti (Torino) 4, Levratto (Genoa) 19. Commissario
unico: A. Rangone.
UNGHERIA: Amsel, Sternberg, Senkey I, Borsanyi, Bukovi, Pruha, Ströck, Takacs
II, Konrad II (cap.), Hirzer, Kohut. Commissario unico: Nadas.
Arbitro: Bauwens (Germania)
Marcatori: 13' Kohut (H), 44' Hirzer (H), 48' L. Conti, 58' Rossetti, 75' L.
Conti, 76' Takacs II (H), 85' Libonatti
Spettatori: 32,500
Note: Una partita emozionante e dall'andamento al cardiopalma. Basti dire che ad inizio ripresa sull'1-2 si infortuna Rosetta passando all'ala e Levratto
retrocede a fare il terzino (non erano ammesse sostituzioni nelle gare ufficiali). Prima vittoria azzurra sull'Ungheria.

69.
Oporto (Campo do Ameal) - domenica, 15 aprile 1928 - h. 15,30
PORTOGALLO - ITALIA 4-1 (2-1) Amichevole
PORTOGALLO: Roquete, Alves, J. Vieira (cap.), Oliveira, A. Silva, Matos, Mota,
Ramos (Pepe Soares), V. Silva, Armando Martins, J. Martins.
Commissario tecnico: C. de Oliveira.
ITALIA: Gianni (Bologna) 2, Caligaris (Casale) 31, F. Gasperi (Bologna) 1,
Pietroboni (Inter) 6, Gandini (Alessandria) 6, Janni (Torino) 13, L.
Conti (Inter) 25, Baloncieri (Torino) 33 (cap.), Libonatti (Torino)
10, Rossetti (Torino) 5, Levratto (Genoa) 20. Commissario unico: A.
Rangone.
Arbitro: Christophe (Belgio)
Marcatori: 20' e 27' Mota, 38' Libonatti (I), 57' Pepe Soares, 77' Mota
Note: Nuova tournée nella penisola iberica e bruttissima sconfitta con il modesto Portogallo. Sfortunato esordio di "Gisto" Gasperi che però sarà chiuso in nazionale dal grande Caligaris anche se in questo incontro sostituisce Rosetta.

70.
Gijon (El Molinon) - domenica, 22 aprile 1928 - h. 15,30
SPAGNA - ITALIA 1-1 (1-0) Amichevole
SPAGNA: Zamora (cap.), Quesada, Portas, Prats, Gamborena, Roberto, Adolfo,
Goiburu, Samitier (Errazquin), Carmelo, I. Aguirrezabala.
Commissario tecnico: D.J. Berraondo Insausti.
ITALIA: De Prà (Genoa) 18, Bellini (Genoa) 7, Caligaris (Casale) 32,
Pietroboni (Inter) 7, Bernardini (Inter) 16, Janni (Torino) 14,
Rivolta (Inter) 2, Baloncieri (Torino) 34 (cap.), Libonatti (Torino)
11, Rossetti (Torino) 6, Levratto (Genoa) 21. Commissario unico: A.
Rangone.
Arbitro: Mercet (Svizzera)
Marcatori: 15' Quesada rig. (S), 66' Libonatti
Note: Partita equilibratissima e molto combattuta come tutte le sfide con gli spagnoli. In vantaggio solo su rigore, li raggiungiamo al termine di una mischia. Ultimo incontro di preparazione per le Olimpiadi.

71.
Amsterdam (Olympisch Stadion) - martedì, 29 maggio 1928 - h. 14,00
ITALIA - FRANCIA 4-3 (3-2) Giochi della IX Olimpiade (Ottavi di finale)
ITALIA: De Prà (Genoa) 19, V. Rosetta (Juventus) 23, Caligaris (Casale) 33,
Pietroboni (Inter) 8, Bernardini (Inter) 17, Janni (Torino) 15,
Rivolta (Inter) 3, Baloncieri (Torino) 35 (cap.), Banchero
(Alessandria) 1, Rossetti (Torino) 7, Levratto (Genoa) 22.
Commissario unico: A. Rangone.
FRANCIA: Thépot, Wallet, Domergue, Chantrel, Dauphin, Villaplane, Dewaquez,
Brouzes, P. Nicolas (cap.), Pavillard, Langiller. Commissione
tecnica federale.
Arbitro: Christophe (Belgio)
Marcatori: 14' e 18' Brouzes (F), 19' Rossetti, 39' Levratto, 43' Banchero, 60'
Baloncieri, 61' Dauphin (F)
Spettatori: 8.000
Note: Torneo di calcio olimpico al quale possono partecipare solo dilettanti che ricevano al massimo un rimborso spese, per questo lasciamo a casa Libonatti ma per il resto abbiamo la nazionale al gran completo. Dopo 18' minuti siamo già sullo 0-2! Roba da far scoraggiare chiunque e invece gli azzurri si caricano e rimontano i galletti. A segno anche il debuttante Banchero I che in 3 gare in azzurro segnerà 4 goals. La gara segna anche l'addio alla nazionale di De Prà.

72.
Amsterdam (Olympisch Stadion) - venerdì, 1 giugno 1928 - h. 19,00
ITALIA - SPAGNA 1-1 d.t.s. (0-1, 1-0, 0-0, 0-0) Giochi della IX Olimpiade (Quarti di finale)
ITALIA: Combi (Juventus) 11, V. Rosetta (Juventus) 24, Caligaris (Casale)
34, Pietroboni (Inter) 9, Pitto (Bologna) 2, Janni (Torino) 16,
Rivolta (Inter) 4, Baloncieri (Torino) 36 (cap.), Schiavio (Bologna)
6, Rossetti (Torino) 8, Levratto (Genoa) 23. Commissario unico: A.
Rangone.
SPAGNA: Jauregui, Quincoces, Zaldua, Amadeo, Antero, Legarreta, Mariscal, L.
Regueiro, Yermo (cap.), Marculeta, Kiriki. Commissario tecnico: D.J.
Berraondo Insausti.
Arbitro: Lombardi (Uruguay)
Marcatori: 11' Zaldua (S), 63' Baloncieri
Note: La Spagna, a differenza degli azzurri, deve lasciare a casa parecchi campioni accusati di professionismo (tra cui Zamora). Ma la partitaè durissima e gli spagnoli passano subito con una punizione da 35 metri di Zaldua che inganna Combi che ha il sole negli occhi.

73.
Amsterdam (Olympisch Stadion) - lunedì, 4 giugno 1928 - h. 14,00
ITALIA - SPAGNA 7-1 (4-0) Giochi della IX Olimpiade (Quarti di finale, spareggio)
ITALIA: Combi (Juventus) 12, V. Rosetta (Juventus) 25, Caligaris (Casale)
35, Pitto (Bologna) 3, Bernardini (Inter) 18, Janni (Torino) 17,
Rivolta (Inter) 5, Baloncieri (Torino) 37 (cap.), Schiavio (Bologna)
7, Magnozzi (Livorno) 19, Levratto (Genoa) 24. Commissario unico: A.
Rangone.
SPAGNA: Jauregui, Quincoces, Zaldua, Amadeo, Gamborena (cap.), Trino,
Bienzobas, Cholin, Yermo, Marculeta, Robus. Commissario tecnico: D.J. Berraondo Insausti.
Arbitro: Boekman (Olanda)
Marcatori: 14' Magnozzi, 15' Schiavio, 18' Baloncieri, 40' Bernardini, 47' Yermo
(S), 72' Rivolta, 76' e 77' Levratto
Note: Tre giorni dopo gli azzurri si esprimono in tutto il loro reale valore e il risultato si vede con soli 2 cambiamenti in formazione (Bernardini per Pietroboni e Magnozzi per Rossetti).

74.
Amsterdam (Olympisch Stadion) - giovedì, 7 giugno 1928 - h. 19,00
URUGUAY - ITALIA 3-2 (3-1) Giochi della IX Olimpiade (Semifinale)
URUGUAY: Mazzali, Canavesi, Arispe (cap.), Andrade, Fernandez, Gestido,
Urdinaran, Scarone, Petrone, Cea, Campolo. Direttore tecnico: P.
Giannotti.
ITALIA: Combi (Juventus) 13, V. Rosetta (Juventus) 26, Caligaris (Casale)
36, Pitto (Bologna) 4, Bernardini (Inter) 19, Janni (Torino) 18,
Rivolta (Inter) 6, Baloncieri (Torino) 38 (cap.), Schiavio (Bologna)
8, Magnozzi (Livorno) 20, Levratto (Genoa) 25. Commissario unico: A.
Rangone.
Arbitro: Eymers (Olanda)
Marcatori: 9' Baloncieri (I), 17' Cea, 28' Campolo, 31' Scarone, 60' Levratto
(I)
Note: Di fronte agli azzurri la squadra più forte dell'epoca: campioni olimpici in carica, campioni olimpici futuri (vinceranno la finale contro l'Argentina) e campioni del mondo 2 anni dopo nel primo campionato. Si prospetta un massacro e invece gli azzurri si difendono con onore e nel finale sfiorano anche il pareggio.

75.
Amsterdam (Olympisch Stadion) - domenica, 10 giugno 1928
ITALIA - EGITTO 11-3 (6-2) Giochi della IX Olimpiade (Finale per il terzo posto)
ITALIA: Combi (Juventus) 14, Bellini (Genoa) 8, Caligaris (Casale) 37,
Genovesi (Bologna) 9, Bernardini (Inter) 20, Pitto (Bologna) 5,
Baloncieri (Torino) 39 (cap.), Banchero (Alessandria) 2, Schiavio
(Bologna) 9, Magnozzi (Livorno) 21, Levratto (Genoa) 26. Commissario
unico: A. Rangone.
EGITTO: Hamdi, Abaza, Shemels, El Souri, El Hassani (cap.), Hassan, Mohamed,
Riad, Ismail, Hadan, Zubeir.
Arbitro: Langenus (Belgio)
Marcatori: 6' Schiavio, 12' Riad (E), 14' Baloncieri, 16' Riad (E), 19' e 39' Banchero, 42' Schiavio, 44' Banchero, 52' Baloncieri, 58' Schiavio,
60' Hassan (E), 72', 80' e 88' Magnozzi
Note: La più larga vittoria nella storia della nazionale che prende 5 pali, sbaglia volutamente (e cavallerescamente) un rigore con Bernardini e vince il primo alloro della sua storia: la medaglia di bronzo dei giochi olimpici. Incredibilmente chiude qui la sua carriera in azzurro Augusto Rangone pagando le lotte intestine della Federazione.

76.
Zurich (Young Fellows) - domenica, 14 ottobre 1928 - h. 15,00
SVIZZERA - ITALIA 2-3 (1-2) Coppa Internazionale (1° torneo, 5a gara)
SVIZZERA: Séchehaye, Wernli, Ramseyer (cap.), De Lavallaz, Rezzonico, Galler,
Tschirren, Abegglen III, Matzinger, Abegglen II, Grimm.
ITALIA: Combi (Juventus) 15, V. Rosetta (Juventus) 27, Caligaris (Juventus)
38, Colombari (Torino) 1, Janni (Torino) 19, Pitto (Bologna) 6, L.
Conti (Ambrosiana-Inter) 26, Baloncieri (Torino) 40 (cap.),
Libonatti (Torino) 12, Rossetti (Torino) 9, Levratto (Genoa) 27.
Allenatore: C. Carcano.
Arbitro: Braun (Austria)
Marcatori: 2' Abegglen III (S), 17' e 30' Rossetti, 80' Baloncieri, 85' Grimm
(S)
Note: Grande vittoria in terra elvetica che rilancia gli azzurri nella corsa al trofeo. Esordio di Colombari, forte centromediano che nel 1930 passerà al Napoli per la cifra record di 250.000 lire!

77.
Roma (Stadio Nazionale del P.N.F.) - domenica, 11 novembre 1928 - h. 14,30
ITALIA - AUSTRIA 2-2 (2-2) Amichevole
ITALIA: Combi (Juventus) 16, V. Rosetta (Juventus) 28, Caligaris (Juventus)
39, Pitto (Bologna) 7, Bernardini (Roma) 21, Janni (Torino) 20,
L. Conti (Ambrosiana - Inter) 27, Baloncieri (Torino) 41 (cap.),
Libonatti (Torino) 13, Rossetti (Torino) 10, Rivolta (Ambrosiana -
Inter) 7. Allenatore: C. Carcano.
AUSTRIA: Franzl, Rainer, Tandler, Schneider, Kurz (cap.), Schott, Siegl,
Runge, Gschweidl, Walzhofer, Giebisch. Commissario tecnico: H.
Meisl.
Arbitro: Langenus (Belgio)
Marcatori: 11' Runge (A), 18' L. Conti, 39' Kurz rig. (A), 44' L. Conti
Spettatori: 28,000
Note: Nonostante la sequenza dei goals sono gli azzurri a mantenere il controllo dell'incontro e ad andare vicini alla vittoria. Soprattutto nella ripresa sarà un autentico assalto alla porta austriaca.

78.
Milano (Stadio Calcistico San Siro) - domenica, 2 dicembre 1928 - h. 14,30
ITALIA - OLANDA 3-2 (1-2) Amichevole
ITALIA: Combi (Juventus) 17, V. Rosetta (Juventus) 29, Caligaris (Juventus)
40, Colombari (Torino) 2, Janni (Torino) 21, Pitto (Bologna) 8, L.
Conti (Ambrosiana - Inter) 28, Baloncieri (Torino) 42 (cap.),
Libonatti (Torino) 14, Vecchina (Padova) 1, Levratto (Genoa) 28.
Allenatore: C. Carcano.
OLANDA: Haller, Horsten, Van Kol (cap.), Kools, Van Dolder, Van Heel,
Elfring, G. Tap, Bakhuys, W. Tap, Van Nellen. Allenatore:
Glendenning.
Arbitro: Braun (Austria)
Marcatori: 18' W. Tap (H), 20' Libonatti, 39' W. Tap (H), 48' Libonatti, 82'
Baloncieri rig.
Spettatori: 19,000
Note: Nonostante la giornata superba del portiere Haller e la sfortuna del secondo goal di W. Tap, che in realtà pare viziato da una deviazione decisiva di Pitto, l'Italia porta a casa la prima vittoria sull'Olanda.

1929

79.
Bologna (Stadio "Littoriale") - domenica, 3 marzo 1929 - h.15,00
ITALIA - CECOSLOVACCHIA 4-2 (2-2) Coppa Internazionale (1° torneo, 6a gara)
ITALIA: Combi (Juventus) 18, V. Rosetta (Juventus) 30 (cap.), Allemandi
(Ambrosiana - Inter) 4, Genovesi (Bologna) 10, Janni (Torino) 22,
Pitto (Bologna) 9, L. Conti (Ambrosiana - Inter) 29, Schiavio
(Bologna) 10, Libonatti (Torino) 15, Rossetti (Torino) 11, Piccaluga
(Modena) 1. Allenatore: C. Carcano.
CECOSLOVACCHIA: Staplik, Burgr, A. Hojer, Madelon, Kada (cap.), Cipera, Baron,
Svoboda, Bejbl, Silny, Kratochvil. Commissario tecnico: Hencl.
Arbitro: Christophe (Belgio)
Marcatori: 18' Silny (C), 26' Rossetti, 33' Libonatti, 40' Svoboda (C), 61' e
80' Rossetti
Spettatori: 35,000
Note: Anche se formalmente la Coppa la vincerà la nazionale con Pozzo in panchina, in verità buona parte del merito è di Augusto Rangone che ha costruito le basi del successo e, in parte, di Carlo Carcano che, con questa vittoria sulla Cecoslovacchia pone solide basi. Scatenato Rossetti nella migliore partita della sua carriera e non solo per i goals.

80.
Wien (Hohe Warte) - domenica, 7 aprile 1929 - h. 15,00
AUSTRIA - ITALIA 3-0 (3-0) Coppa Internazionale (1° torneo, 7a gara)
AUSTRIA: Franzl, Schramseis, Janda, Schott, Smistik, Luef, Siegl, Weselik,
Haftl, Horvath, Wessely (cap.). Commissario tecnico: H. Meisl.
ITALIA: Combi (Juventus) 19, V. Rosetta (Juventus) 31, Caligaris (Juventus)
41 (cap.), Pietroboni (Ambrosiana - Inter) 10, Janni (Torino) 23,
Pitto (Bologna) 10, L. Conti (Ambrosiana - Inter) 30, Schiavio
(Bologna) 11, Libonatti (Torino) 16, Rossetti (Torino) 12, Piccaluga
(Modena) 2. Commissario unico: C. Carcano.
Arbitro: Prince Cox (Inghilterra)
Marcatori: 19' Horvath, 23' Weselik, 38' Horvath
Spettatori: 50,000
Note: Partita durissima ai limiti del regolamento. Gli austriaci sono forti ma l'arbitro Prince Cox autorizza il gioco duro e così a metà del primo tempo Janni si frattura una gamba e abbandona il campo lasciando gli azzurri in 10. L'incidente è talmente grave che segnerà la sua carriera, infatti non tornerà mai più in azzurro e nel Torino non sarà più quello di prima.

81.
Torino (Campo Torino, Via Filadelfia) - domenica, 28 aprile 1929 - h. 15,00
ITALIA - GERMANIA 1-2 (1-1) Amichevole
ITALIA: Combi (Juventus) 20, V. Rosetta (Juventus) 32, Allemandi (Ambrosiana
- Inter) 5, Pietroboni (Ambrosiana - Inter) 11, Sgarbi (Milan) 1,
Pitto (Bologna) 11, L. Conti (Ambrosiana - Inter) 31, Della Valle
(Bologna) 17, Schiavio (Bologna) 12 (20' Busini III (Bologna) 1),
Rossetti (Torino) 13, Cevenini III (Juventus) 29 (cap.) (8' Rivolta
(Ambrosiana - Inter) 8). Allenatore: C. Carcano.
GERMANIA: Stuhlfauth (cap.), Beier, H. Weber, Geiger, Leinberger, Knöpfle, E.
Albrecht, Hornauer, Pöttinger, Frank, L. Hoffman. Commissario
tecnico: O. Nerz.
Arbitro: Gray (Inghilterra)
Marcatori: 6' Rossetti (I), 9' Hornauer, 78' Frank
Note: E' la partita dell'addio al calcio di Cevenini III. Duro scontro con diversi infortunati. All'esordio anche lo sfortunato Sgarbi che morirà di polmonite qualche mese dopo.

82.
Milano (Stadio Calcistico San Siro) - domenica, 1 dicembre 1929 - h. 14,30
ITALIA - PORTOGALLO 6-1 (3-1) Amichevole
ITALIA: Combi (Juventus) 21, V. Rosetta (Juventus) 33, Caligaris (Juventus)
42, Castellazzi (Ambrosiana - Inter) 1, Colombari (Torino) 3,
Bertolini (Alessandria) 1, Costantino (Bari) 1, Baloncieri (Torino)
43 (cap.), Sallustro (Napoli) 1, Mihalic (Napoli) 1, Orsi (Juventus)
1. Commissario unico: V. Pozzo.
PORTOGALLO: C. Silva, Pinho, Temudo (José da Silva), Anibal José (Rodriguez), A.
Silva (cap.), Oliveira, Jorge, Mota, V. Silva, Pepe Soares, Luis.
Comitato di selezione.
Arbitro: Baert (Belgio).
Marcatori: 6' Mihalic, 29' Pepe Soares (P), 36' e 37' Orsi, 51' Baloncieri, 77'
Sallustro, 88' Mihalic
Note: Terzo debutto di Vittorio Pozzo sulla panchina della nazionale italiana restituendo con gli interessi il 4-1 patito dai portoghesi nell'ultima partita di Oporto. Numerosi gli esordienti: Castellazzi, una vita da interista e due scudetti, uno da giocatore nel '30 e uno da allenatore nel '38; Bertolini, gregario della Juve d'oro anni '30 e futuro campione del mondo, famoso per la fascia che porta sempre in testa; Costantino, "Faele" il primo pugliese in nazionale; Sallustro, oriundo paraguaiano protagonista di una storia d'amore con la stella del varietà Lucy d'Albert che lo preferisce al principe ereditario Umberto e dagli anni 60' per circa 20 anni direttore del San Paolo di Napoli; Raimundo "Mumo" Orsi, uno dei più grandi oriundi di tutti i tempi e autore di un goal decisivo nella finale di Roma del 1934, tornerà di corsa in Argentina nel 1935 per sfuggire ai propositi bellici africani dell'Italia fascista; Mihalic che debutta con una doppietta e alla vigilia della successiva partita della nazionale si rompe un braccio e lascia il posto per sempre a Giovanni Ferrari.

Pagina precedente - Previous Page